Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

La policy europea

La Commissione Europea promuove con forza la cultura dell’Open Science e la pratica dell’Open Access.

Otto i “pilastri” su cui si fondano i principi dell’Open Science:

  1. Rewards and Incentives
  2. Research Indicators and Next-Generation Metrics
  3. Future of Scholarly Communication
  4. European Open Science Cloud
  5. FAIR Data
  6. Research Integrity
  7. Skills and Education
  8. Citizen Science

La "Open Science Policy Platform" (OSPP) ha definito ad aprile 2018 le raccomandazioni per implementare gli 8 pilastri e ne sta pianificando l’attuazione.

Con le Raccomandazioni sull’accesso e la conservazione dell’informazione scientifica, gli Stati Membri sono invitati ad aderire alla cultura e alla pratica dell’Open Science, verso la libera circolazione della conoscenza, grazie anche alle tecnologie digitali e collaborative.

Avviato anche lo European Open Science Cloud (EOSC), il cloud europeo dei dati della ricerca scientifica, ambizioso progetto che mira a mettere a disposizione di un milione e 700 mila ricercatori europei l’accesso condiviso ai dati di ricerca della comunità scientifica europea. Inizialmente strutturato come un nucleo centrale di infrastrutture digitali connesse, definito EOSC-hub, da ora in avanti il cloud verrà gestito in modo da aggiungere altre e-infrastructures europee, appena diventeranno tecnicamente pronte ad accedervi. Secondo la roadmap della Commissione, la piena operatività dell’EOSC dovrebbe venire raggiunta entro il 2020, in corrispondenza con la fine di Horizon 2020 e l’avvio del suo successore Horizon Europe.

Il 4 settembre 2018 sono stati varati il 'Plan S' e la cOAlition S’ che segnano un forte passo avanti nella transizione europea verso la Open Science. 

Secondo il Plan S le pubblicazioni scientifiche frutto di ricerche finanziate dovranno essere pubblicate in riviste ad accesso aperto o su piattaforme ad accesso aperto. Tra i principi sanciti dal Plan S, gli autori mantengono il copyright, sarà stabilito un tetto massimo per i costi di pubblicazioni e questi saranno sostenuti dagli enti finanziatori.

La cOAlition S è la coalizione ad oggi di 22 enti nazionali finanziatori della ricerca (inizialmente erano 13), che si sono impegnati ad implementare i principi del PlanS, in accordo con la Commissione Europea e con lo ERC. 

La task force di Plan S sta incontrando policy maker ed editori dei maggiori paesi extra europei (USA, India, Giappone...) per innescare un cambiamento nelle "regole del gioco" del finanziamento alla ricerca e del mercato dell'editoria scientifica, in conformità ai principi dell'open access.

A fine maggio 2019 cOAlitionS ha pubblicato il piano di attuazione del PlanS riveduto dopo un'ampia consultazione con la comunità scientifica e accademica. La nuova versione del PlanS mantiene la visione iniziale, attenuando molte delle indicazioni, a partire dallo spostamento in avanti di un anno (1 gennaio 2021 anziché 2020) della data oltre la quale le pubblicazioni scientifiche scaturite da ricerche finanziate pubblicamente o privatamente dovrebbero essere pubblicate su riviste o piattaforme ad accesso aperto oppure rese immediatamente disponibili attraverso archivi ad accesso aperto, senza embargo.

Le modifiche rispetto alla versione iniziale rendono più “flessibili” le modalità di “conformità” al PlanS, per permettere un più graduale adeguamento all’accesso aperto da parte di ricercatori, istituzioni ed editori: per esempio includendo più opzioni di accordi editoriali transitori e di modelli di sostenibilità per riviste e piattaforme ad accesso aperto. Maggiore enfasi è stata invece posta sul cambiamento del sistema di premi e incentivi per la ricerca: i finanziatori di cOAlitionS dovranno  impegnarsi  a rivedere i criteri di valutazione dei ricercatori e dei risultati scientifici.

Ultima modifica: Lun 22 Lug 2019 - 11:36

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa