Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

Programma LIFE (2014-2020)

Sito web ufficiale del programma LIFE


Call 2019

Pubblicata il 4 aprile la call 2019, con scadenze tra giugno e settembre 2019.


Introduzione

Il programma LIFE è lo strumento di finanziamento europeo per azioni di ambiente e clima. L’obiettivo principale di LIFE è quello di contribuire all’implementazione, l’aggiornamento e lo sviluppo di legislazioni e politiche europee su ambiente e clima attraverso il cofinanziamento di progetti con valore aggiunto europeo.

Il programma LIFE è gestito dalle direzioni generali Ambiente e Clima della Commissione Europea. La Commissione ha delegato l’implementazione delle varie componenti del programma LIFE all’EASME (Executive Agency for Small and Medium-sized Enterprises). Gruppi esterni assistono la Commissione e l’EASME nelle fasi di selezione, di monitoraggio e di comunicazione.

Obiettivi

Il programma LIFE persegue i seguenti obiettivi generali:

  • contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, contribuire alla protezione e al miglioramento della qualità dell’ambiente e all’interruzione e all’inversione del processo di perdita di biodiversità, compresi il sostegno alla rete Natura 2000 e il contrasto al degrado degli ecosistemi;
  • migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione, e catalizzare e promuovere l’integrazione e la diffusione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche dell’Unione e nelle prassi del settore pubblico e privato, anche attraverso l’aumento della loro capacità;
  • sostenere maggiormente la governance ambientale e in materia di clima a tutti i livelli, compresa una maggiore partecipazione della società civile, delle ONG e degli attori locali;
  • sostenere l’attuazione del settimo programma d’azione per l’ambiente.

Sottoprogramma AMBIENTE

Comprende 3 settori prioritari:

  • Natura e Biodiversità (NAT, BIO)
  • Ambiente ed uso efficiente delle risorse (ENV)
  • Governance e informazione in materia ambientale (GIE)

Sottoprogramma AZIONE PER IL CLIMA

Comprende 3 settori prioritari:

  • Mitigazione dei cambiamenti climatici (CMM)
  • Adattamento ai cambiamenti climatici (CCA)
  • Governance e informazione in materia di clima (GIC)

Soggetti destinatari

Il programma LIFE può finanziare enti pubblici e privati degli Stati Membri dell’Unione Europea.
Al programma LIFE possono partecipare anche enti di paesi candidati all'adesione in base ai seguenti criteri:

  • i paesi facenti parte dell'Associazione europea di libero scambio (EFTA) che sono firmatari dell'accordo sullo Spazio economico europeo (SEE);
  • i paesi candidati, i potenziali candidati e i paesi in via di adesione all'Unione;
  • i paesi ai quali si applica la politica europea di vicinato;
  • i paesi che sono divenuti membri dell'Agenzia europea dell'ambiente, a norma del regolamento (CE) n. 933/1999 del Consiglio.

Tipologie progettuali e di finanziamento

Bandi annuali vengono lanciati in corrispondenza di programmi di lavoro pluriennali. Per i bandi attualmente aperti, visitare l’apposita sezione del sito LIFE.  

Si possono presentare vari tipologie di progetti: a) progetti tradizionali (progetti pilota, progetti dimostrativi, progetti di buone pratiche, progetti di informazione, sensibilizzazione e divulgazione), b) progetti preparatori, c) progetti integrati e d) progetti di assistenza tecnica.

Il tasso massimo di cofinanziamento per i progetti finanziati nell'ambito dei sottoprogrammi per l'Ambiente e Azione per il clima ammonta fino al 55% dei costi ammissibili, ad eccezione dei progetti integrati, di assistenza e preparatori che hanno un tasso di cofinanziamento fino al 60% dei costi ammissibili.

I progetti del settore prioritario Natura e Biodiversità prevedono un tasso di finanziamento fino al 60% dei costi ammissibili. Per progetti riguardanti habitat prioritari o specie prioritarie o specie di uccelli per le quali il finanziamento è considerato prioritario (ai sensi delle Direttive Habitats e Uccelli) il tasso di finanziamento può arrivare fino al 75% dei costi ammissibili.

Ultima modifica: Gio 04 Apr 2019 - 12:49

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa