Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

Organismo preposto per il Benessere Animale

L'Organismo preposto per il benessere animale (OPBA) è stato istituito presso l'Università di Pisa ai sensi del D.Lgs.vo 4 marzo 2014, n. 26, in materia di protezione di animali utilizzati ai fini scientifici.

Composizione

L'OPBA viene nominato dal Rettore ed è attualmente formato dai seguenti componenti:


1. Antonello di Paolo, Presidente

2. Alessandra Coli, Responsabile Unico del benessere animale per tutti gli stabilimenti dell’Ateneo

3. Marcello Mele, Esperto con competenze in statistica

4. Angela Briganti, Esperto con competenze in procedure chirurgiche sull'animale

5. Elena Malfatti, Esperto con competenze in materia di natura etico-giuridica

6. Mario Giorgi, Esperto con competenze in farmacologia e tossicologia veterinaria

7. Angelo Gazzano, Veterinario designato

8. Alberto Sbrana, Veterinario designato

Competenze

All'OPBA, ai sensi dell'art. 26 del Decreto Legislativo 26/2014, spettano i seguenti compiti:

a)  supporta il personale che si occupa degli animali su questioni relative al benessere degli animali in relazione alla loro acquisizione, sistemazione, cura e impiego;

b) supporta il personale nell'applicazione del principio della sostituzione, della riduzione e del perfezionamento, lo tiene informato sugli sviluppi tecnici e scientifici e promuove l'aggiornamento professionale del personale addetto all'utilizzo degli animali;

c)  definisce i processi operativi interni di monitoraggio, di comunicazione e di verifica legati al benessere degli animali alloggiati o utilizzati nello stabulario;

d)  esprime un parere motivato sui progetti di ricerca, che saranno poi inviati al Ministero per acquisire l'autorizzazione e sulle eventuali successive modifiche, dandone comunicazione al responsabile del progetto;

e)  segue lo sviluppo e l'esito dei progetti di ricerca tenendo conto degli effetti sugli animali utilizzati nonché individuando e fornendo consulenza su elementi che contribuiscono ulteriormente ai principi della sostituzione, della riduzione e del perfezionamento;

f)  fornisce consulenza in merito ai programmi di reinserimento, compresa l'adeguata socializzazione degli animali che devono essere reinseriti.

g)  promuove iniziative finalizzate all'informazione e all'aggiornamento in materia di tutela degli animali da esperimento, attraverso l'organizzazione di corsi, convegni o seminari, destinati agli studenti ed agli operatori delle aree scientifiche interessate alla ricerca biomedica sperimentale.

 

Ai fini del rilascio del parere di cui al comma 1, lettera d), l'Organismo preposto al benessere degli animali verifica:

 

a) la corretta applicazione del decreto n. 26 del 4 marzo 2014;

b) la rilevanza tecnico-scientifica del progetto;

c) gli obblighi derivanti dalle normative europee e internazionali o farmacopee per lo sviluppo e la sicurezza dei farmaci e i saggi tossicologici relativi a sostanze chimiche e naturali;

d) la possibilità di sostituire una o più procedure con metodi alternativi;

e) l'adeguata formazione e la congruità dei ruoli professionali del personale utilizzatore indicato nel progetto;

f) la valutazione del danno/beneficio.

 

I componenti dell'OBA assolvono il loro mandato in regime di riservatezza.

L'organismo è tenuto a presentare al Rettore, entro il 30 novembre di ogni anno, una relazione sull'attività svolta.

 

 

Segreteria Amministrativa

Dott.ssa Antonella Pochini
Unita' Etica e Benessere Animale
Direzione Servizi per la Ricerca e il Trasferimento Tecnologico

 

 

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa