Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

INGEGNERIA GESTIONALE

Corso di laurea magistrale

Sbocchi professionali


Da quando è nata (anni ’80) la figura dell’Ingegnere Gestionale non ha avuto sostanziali problemi di inserimento nel mondo del lavoro, risultando ancora oggi una figura professionale molto richiesta. Tale affermazione è avvalorata da una serie di indagini svolte in questi ultimi anni. Recensioni di riviste specializzate sul mondo del lavoro hanno più volte segnalato come “… un laureato in Ingegneria Gestionale non ha problemi di inserimento occupazionale” (Affari&Finanza, 9 dicembre 2002). Un’indagine ISTAT, pubblicata nel 2001 e relativa all’intero paese e a tutti i Corsi di Studio, ha collocato l’Ingegnere Gestionale al primo posto in assoluto nella classifica per prospettive di carriera. Nel 1999, il Politecnico di Milano commissionò all’Associazione Impresa Politecnico (AIP), in collaborazione con l’istituto IARD, un’indagine di dettaglio sui propri laureati, in modo da poter valutare i percorsi occupazionali a 3-4 anni e a 7-9 anni dalla laurea. La popolazione osservata fu complessivamente di 8.347 ingegneri, di cui 4.041 laureati nel periodo 1989-91 e 4.036 laureati tra il 1994 e il 1995. In specifico riferimento al Corso di Studio in Ingegneria  Gestionale, l’indagine pone in risalto come l’Ingegnere Gestionale rappresenti una figura professionale attrattiva sia per il settore secondario  (industria) che per il terziario (servizi), essendo infatti ritenuto una figura poliedrica, dalle solide fondamenta tecniche e metodologiche. Analoga  indagine più recente (2001), svolta dall’Associazione Laureati Ingegneria Gestionale (ALIG) del Politecnico di Milano, e condotta sui dati dei propri associati, ha evidenziato come il 60% dei laureati trovasse impiego nell’industria, il 25% in società di consulenza o affini, il 10% in attività di ricerca, ed il 5% in istituiti finanziari e banche. In altri termini, il campo di impiego dell’ingegnere gestionale nella società italiana risulta ad ampio spettro: dall’industria alle società di servizi passando anche per consulenza e pubblica amministrazione

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa