Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

Bando Visiting Professor Università Italo-Francese (UIF ) 2018

L’Università Italo Francese (UIF), nel quadro delle attività intraprese nel campo dell’alta formazione, sostiene finanziariamente le Università italiane interessate ad ospitare docenti, studiosi o professionisti stranieri di chiara fama provenienti da istituzioni universitarie o di ricerca francesi per un trimestre di insegnamento.


La UIF cofinanzia un massimo di n.4 incarichi per attività di insegnamento, corrispondendo, per ogni candidatura selezionata, un finanziamento di 6.000 €.


La struttura italiana selezionata dovrà cofinanziare un minimo di 6.000 € per integrare le spese relative al compenso e al viaggio del Visiting Professor.


Il contratto di docenza, di una durata minima di n.3 mesi, potrà essere stipulato dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019. Il Visiting Professor dovrà essere titolare di un’attività di insegnamento di un corso di Laurea (Triennale, Specialistica/Magistrale o a Ciclo Unico) che si svolgerà durante il secondo semestre dell’anno accademico 2018/2019 o durante l’anno accademico 2019/2020.


Oltre all’attività di insegnamento frontale, potranno essere previste delle attività di laboratorio, tutoraggio e dei seminari.


Per accedere alla selezione, ogni candidatura dovrà essere redatte in lingua italiana o francese o inglese e registrata online dal dipartimento o dalla struttura didattica richiedente che ospiterà il Visiting Professor sul sito www.universita-italofrancese.org  entro le ore 12:00 (mezzogiorno – ora di Roma) del 15 ottobre 2018.


Per ulteriori informazioni, consultare la sezione del sito dell'Università Italo Francese dedicata al bando :
https://www.universite-franco-italienne.org/menu-principal/bandi/programma-visiting-professor/bando-2018/

 

Ultima modifica: Ven 10 Gen 2020 - 09:40

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa