Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI

Corso di laurea

Piano di Studi


Primo anno

  • Botanica (6 cfu)

    • Il corso prevede di fornire le conoscenze di base su morfologia, organizzazione strutturale e funzioni degli organismi vegetali.
      Inoltre l’insegnamento ha lo scopo di fornire le conoscenza delle più importanti specie vegetali di interesse foraggero e tossicologico e delle tecniche per il loro riconoscimento.

  • Lingua straniera (5 cfu)

    • Il conseguimento dei 5 CFU relativi alla conoscenza di una lingua straniera (inglese o altra lingua dell’Unione Europea i cui test siano organizzati dal CLI, Centro Linguistico Interdipartimentale dell’Università di Pisa) avviene dopo il superamento di un test di livello B2, predisposto dal CLI.
      Il conseguimento dei 5 CFU relativi alla conoscenza di una lingua straniera potrà avvenire inoltre con il riconoscimento delle certificazioni specificate sul sito web del Corso di Laurea.
  • Agronomia e coltivazione erbacee (6 cfu)

    • L’insegnamento si propone di fornire conoscenze sul sistema pianta-terreno-atmosfera e sugli interventi tecnici necessari per ottimizzare sotto l’aspetto produttivo, qualitativo e ambientale la produzione delle principali specie erbacee di grande coltura.

  • Informatica (4 cfu)

    • Acquisizione di abilità informatiche certificate mediante il superamento di moduli, per almeno 4 CFU complessivi, offerti dall'Università di Pisa nell'ambito del progetto SAI@UNIPI.
      Viene riconosciuta in alternativa la certificazione ECDL FULL conseguita a spese dello studente.
  • Chimica generale, biochimica e biologia molecolare (12 cfu)

    • L’insegnamento si propone di fornire agli studenti le conoscenze generali sulla chimica generale ed inorganica, propedeutica allo studio delle macromolecole di interesse biologico; verranno poi fornite conoscenze generali sulla chimica dei composti del carbonio; le proprietà derivanti dall’isomeria e dalla stereoisomeria, in particolare la descrizione di mono e polisaccaridi, di lipidi, di amminoacidi e proteine. Il corso si propone inoltre di fornire allo studente conoscenze relative ai processi cellulari coinvolti nel metabolismo intermedio, con particolare riferimento ai fenomeni digestivi, di assorbimento e distribuzione dei nutrienti, alle loro modificazioni ossidative, ai sistemi di deposito e mobilizzazione di energia chimica; verranno inoltre fornite conoscenze relative alle catene trofiche del sistema ruminale. Lo studente dovrà, infine, acquisire conoscenze sui processi di duplicazione ed espressione dell’informazione genetica negli organismi procarioti ed eucarioti ed i meccanismi della sintesi e del turnover proteico.
  • Genetica, etnologia e miglioramento genetico (9 cfu)

    • L’insegnamento fornisce allo studente i concetti alla base della genetica classica e di popolazione, della genetica molecolare e della genomica applicati alle specie animali in produzione zootecnica, quali: modalità di trasmissione dei caratteri ereditari, la struttura fine del gene, la descrizione degli assetti cromosomici normali ed anomali e le cause dei cambiamenti delle frequenze geniche e genotipiche. Nel corso viene affrontato lo studio delle patologie a base genetica mono e multi fattoriale al fine di comprendere i meccanismi della loro eradicazione. Il corso affronta i principi della selezione diretta e indiretta e la valutazione genetica dei riproduttori anche attraverso le moderne implicazioni della genetica molecolare (M.A.S. Marker Assisted Selection – G.A.S. Genotype assisted Selection, M.A.I. Marker Assisted Introgression). Lo studente acquisisce inoltre cognizioni sull’uso della consanguineità e dell’incrocio nella utilizzazione delle diverse razze e linee, sulla misura dell’eterosi e sulle strategie di accoppiamento idonee ad evitare livelli eccessivi di consanguineità. Vengono inoltre fornite le conoscenze relative alle principali razze in produzione zootecnica, alle loro caratteristiche morfologiche e produttive, ed ai principi di miglioramento genetico delle stesse.
  • Anatomia degli animali domestici e zoologia (9 cfu)

    • Il corso prevede di fornire le conoscenze di base su morfologia, organizzazione macroscopica e strutturale dell'organismo degli animali domestici. Il corso di zoologia affronta gli aspetti di biologia animale necessari per la comprensione della diversità, delle varie funzioni e del collegamento sistematico degli organismi animali.
  • Matematica, fisica e statistica (10 cfu)

    • Obiettivo principale del corso è di fornire agli studenti le conoscenze generali che sono alla base della matematica, della fisica e della statistica, presentare loro le leggi della fisica classica e le loro numerose applicazioni, approfondendo in maniera particolare gli argomenti relativi alle applicazioni di interesse nel loro campo di attività, e guidarli alla soluzione anche numerica di quesiti ed esercizi. Verranno forniti elementi di conoscenza sulle funzioni, sui limiti, sulle derivate, sull'integrazione delle funzioni di una variabile e sulle matrici ed i sistemi lineari.
      Inoltre verranno impartiti i principi basilari per l’interpretazione dei più elementari parametri di statistica descrittiva e per effettuare semplici inferenze. Gli studenti saranno in grado di leggere e comprendere i risultati di una pubblicazione scientifica.
  • Secondo anno

  • Fisiologia degli animali domestici e benessere animale (6 cfu)

    • L’insegnamento si propone di introdurre lo studente alla fisiologia degli organi e degli apparati degli animali domestici, con particolare riferimento a: apparato gastrointestinale, ghiandola mammaria, apparato muscolare; l'approfondimento della fisiologia del sistema nervoso costituirà la base per la comprensione del comportamento degli animali domestici.
      Lo studente dovrà inoltre conoscere i fondamenti generali del comportamento animale ed i fattori che condizionano il loro benessere.
  • Nutrizione e alimentazione animale (6 cfu)

    • L’insegnamento si propone di fornire conoscenze sulla valutazione chimica e nutrizionale degli alimenti per uso zootecnico e sui fattori che ne condizionano il valore nutritivo e la loro utilizzazione. L’insegnamento dovrà fornire inoltre conoscenze sui fabbisogni nutritivi e sulle razioni alimentari dei poligastrici e dei monogastrici.


  • SCELTA (12 cfu)

    • Lo studente potrà acquisire conoscenze complementari che gli permetteranno una migliore comprensione degli argomenti svolti nei diversi corsi.
  • Microbiologia, immunologia e parassitologia (10 cfu)

    • L’insegnamento è finalizzato alla conoscenza di base della microbiologia generale (batteriologia, virologia, parassitologia, micologia) e dell’immunologia, con l’obiettivo di far acquisire agli studenti le nozioni essenziali sulla morfologia e biologia dei principali patogeni che colpiscono gli animali domestici, sulle loro azioni sull’animale ospite e sulle difese dell’animale nei loro confronti .

  • Patologia generale comparata (6 cfu)

    • L’insegnamento è finalizzato alla conoscenza dei meccanismi etio-patogenetici che concorrono alla manifestazione dei processi patologici e le interrelazioni che si verificano tra gli stessi ed i vari sistemi dell’organismo.
  • Microbiologia applicata alle produzioni animali (6 cfu)

    • Il corso è finalizzato all’acquisizione di concetti relativi alla microbiologia applicata alle produzioni animali, i quali comprendono nozioni relative alla microbiologia ambientale, del rumine, degli alimenti ad uso zootecnico (insilati) e degli alimenti fermentati di origine animale (lattiero-caseari e carnei). Inoltre, saranno fornite conoscenze di base per lo studio della biodiversità delle comunità microbiche operanti a livello di diverse nicchie ecologiche. Alla fine del corso, gli studenti saranno in grado di comprendere appieno l’importanza dei microrganismi nell’ambito di diverse attività produttive, nonché di condurre in maniera autonoma analisi di laboratorio relative all'isolamento, identificazione e caratterizzazione di vari microrganismi.
  • Coltivazione e conservazione dei foraggi (6 cfu)

    • L’insegnamento si propone di fornire conoscenze relative alle tecniche di coltivazione delle principali specie erbacee destinate alla produzione di foraggi e concentrati, alle modalità di realizzazione delle consociazioni agrarie a scopo foraggero, alla gestione dei pascoli e alla conservazione dei foraggi

  • Economia dell'azienda agraria (6 cfu)

    • L’insegnamento si propone di fornire gli elementi fondamentali dell’Economia dando ampio spazio alla parte applicativa e all’apprendimento delle modalità di utilizzo di alcuni strumenti specifici, anche attraverso l’effettuazione di buona parte delle esercitazioni in aula. Le informazioni di base e terminologiche fornite consentiranno di acquisire capacità di analisi critica sui temi di rilevanza economica a livello aziendale. Lo studente, anche tramite la conoscenza delle principali fonti statistiche e di informazione, verrà introdotto alle dinamiche rilevanti per il sistema agroalimentare ed agro-zootecnico, nonché ai principali strumenti di politica zootecnica comunitaria.

      Inoltre il corso intende fornire agli studenti gli elementi necessari per una buona conoscenza delle problematiche relative all’analisi dell’organizzazione e della gestione dell’azienda agraria e degli strumenti per il controllo, l’analisi di gestione e la valutazione dei risultati economici delle aziende agrozootecniche e agroalimentari, la predisposizione di un business plan con il relativo bilancio economico.




  • Valutazione morfofunzionale (4 cfu)

    • Il corso di Valutazione Morfofunzionale si propone di fornire agli studenti le conoscenze utili per la valutazione morfologica e funzionale degli animali monogastrici (suini ed equini) e poligastrici (bovini ed ovini) in produzione zootecnica. A tal fine durante il corso saranno prese in considerazione le principali regioni del corpo animale, con particolare riferimento a quelle ritenute importanti per le diverse produzioni; di tali regioni lo studente imparerà a conoscere e valutare pregi e difetti, fino ad ottenere le adeguate competenze per la corretta valutazione degli animali in produzione zootecnica. Tali conoscenze sono essenziali per individuare le potenzialità produttive di ogni singolo animale e rappresentano la preparazione di base utile per la scelta dei riproduttori e per il miglioramento quanti-qualitativo delle produzioni.
  • Terzo anno

  • Zoocolture (12 cfu)

    • Scopo dell’insegnamento è fornire conoscenze relative all’allevamento zootecnico delle piccole specie quali avicoli, conigli e specie ittiche. In particolare, l’attività formativa prevede l’acquisizione di conoscenze relative alle “dimensioni” e alle problematiche generali dei vari settori zootecnici considerati, sia a livello nazionale che internazionale (dati statistici); inoltre, si prevede una formazione teorica specifica relativamente alle tecniche di allevamento intensive, dando particolare enfasi alle fasi di accrescimento, ingrasso, riproduzione e selezione genetica, nonché alla nutrizione e alimentazione e alla formulazione di mangimi. Infine, è prevista la conduzione di attività tecnico-pratiche allo scopo di permettere il trasferimento delle conoscenze teoriche acquisite nella conduzione delle attività pratiche di allevamento.

  • PROVA FINALE (3 cfu)

    • Per essere ammesso all'esame di Laurea lo studente deve aver acquisito i crediti (CFU) relativi a tutte le attività formative previste nel piano di studio. In particolare lo studente dovrà anche aver superato il test di conoscenza della lingua straniera ed acquisito i crediti di informatica previsti dal regolamento. La prova finale consiste nella discussione di un elaborato scritto su un argomento concordato con un docente del Corso di Laurea, anche attinente alle attività svolte dallo studente durante il tirocinio. Alla prova finale sono attribuiti 3 CFU.
  • Igiene degli allevamenti e delle produzioni (6 cfu)

    • L’ attività formativa è costituita da un insieme di nozioni caratterizzanti il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali. Il corso ricopre un’alta significatività nella preparazione dello Zootecnico in relazione alle specifiche capacità applicative nel comparto dell’Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni.
      I principali obiettivi del corso riguardano la prevenzione delle malattie infettive e diffusive degli animali in produzione zootecnica. Partendo dalle basi della batteriologia, virologia e immunologia, verranno sviluppati e approfonditi gli aspetti relativi a: eziologia, epidemiologia, patogenesi e profilassi, delle principali malattie infettive con particolare attenzione alle zoonosi. Al termine del corso lo studente avrà acquisito solide conoscenze relative a eziologia, epidemiologia, patogenesi e profilassi delle principali patologie infettive degli animali in produzione zootecnica. Lo studente avrà inoltre acquisito le capacità per comprendere l'interazione tra animali, ambiente e agenti patogeni, e sarà in grado di analizzare i fattori predisponenti la diffusione delle malattie infettive e mettere in atto efficaci strategie di prevenzione e controllo.

  • Strumenti e metodi dello sviluppo rurale (6 cfu)

    • Il corso si propone di analizzare la Politica Agricola in Europa, affrontando le tematiche del dibattito corrente sulla sua riforma. Inoltre il corso ha l’obiettivo di avvicinare gli studenti agli obiettivi, al funzionamento e alle priorità della Politica di Sviluppo Rurale e di far comprendere agli studenti strumenti e metodi per lo sviluppo rurale sia a livello aziendale che territoriale.

  • Riproduzione assistita negli animali da reddito (6 cfu)

    • Il corso intende fornire agli studenti competenze specialistiche relative alla riproduzione degli animali di interesse zootecnico, fornendo nozioni relative ai cicli sessuali, al condizionamento, alla programmazione della riproduzione ed infine al parto. Verranno inoltre trattati i maschi, il prelievo, la valutazione macro e microscopica e la conservazione del seme e la preparazione delle dosi inseminanti. La valutazione dei riproduttori e le principali patologie degli apparati riproduttori maschili e femminili e le applicazioni di metodiche per l’inseminazione artificiale.
  • Tecnologie di allevamento di monogastrici e poligastrici (12 cfu)

    • L’insegnamento intende fornire gli elementi necessari ad una buona conoscenza delle tecniche di allevamento dei poligastrici (bovini, ovi-caprini e bufali) e dei monogastrici (equini e suini) con attenzione alle problematiche della produzione e dell’organizzazione dei diversi comparti, alle tipologie di allevamento presenti sul territorio nazionale e nel contesto europeo ed ai meccanismi di adattamento degli animali di interesse zootecnico; particolare attenzione verrà rivolta alle tecniche di condizionamento ed allevamento del cavallo.

  • Industrie e tecnologie alimentari (12 cfu)

    • L’insegnamento è finalizzato alla conoscenza dei principi dell'igiene e delle metodologie della prevenzione applicate alla produzione, distribuzione e vendita degli alimenti di origine animale, focalizzando sui contesti di produzione e sulle tecnologie adottate dalle industrie alimentari.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa