Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

Tasse per i corsi di laurea, laurea a ciclo unico e laurea magistrale a.a. 2020/2021

Questa pagina contiene le informazioni (importi, scadenze, riduzioni, modalità di pagamento…) relative alla contribuzione dovuta dagli studenti iscritti ai corsi di laurea, laurea a ciclo unico e laurea magistrale da un numero di anni pari o inferiore alla durata normale del corso di studio aumentata di uno (“regolari”) e dagli iscritti da un numero di anni accademici superiore alla durata normale del corso aumentata di uno (“non regolari”).

L'ammontare massimo dei contributi universitari per l'anno accademico 2020/2021 dovuto dagli studenti regolari è pari a € 2.400,00, oltre a € 140,00 di tassa regionale e, in caso di prima iscrizione, dell'imposta di bollo di € 16,00. Per gli studenti iscritti non regolari è previsto l’addebito di una maggiorazione che varia da € 200,00 ad € 600,00, in relazione al numero di anni d’iscrizione e al reddito del nucleo familiare di appartenenza.

Nella tabella riportata a fine pagina è indicato l’importo annuo della contribuzione dovuta, calcolata sulla base dell’ISEE Universitario e degli anni di iscrizione.

La possibilità di chiedere la riduzione della contribuzione per reddito è concessa, a partire dal 31 agosto 2020, a tutti gli studenti che sono regolarmente immatricolati/iscritti all'a.a. 2020/2021 alla data del 31 ottobre 2020, ore 12,00 (vedi sotto i dettagli).

Importo massimo e scadenze delle rate

RataScadenzaImporto per studenti regolariImporto per studenti non regolari
Prima 30 settembre 2020 (*)

€ 200,00 (al netto della tassa regionale di € 140,00)

€ 200,00 (al netto della tassa regionale di € 140,00)
Seconda 1° febbraio 2021

€ 733,00

1/3 (contributo onnicomprensivo – 200,00 €) + 200,00 € di maggiorazione per gli studenti non regolari 
Terza 31 marzo 2021 € 733,00 1/3 (contributo onnicomprensivo – 200,00 €) + fino ad un massimo di 200,00 € di maggiorazione per gli studenti non regolari
Quarta 31 maggio 2021 € 734,00 1/3 (contributo onnicomprensivo – 200,00 €) + fino ad un massimo di 200,00 € di maggiorazione per gli studenti non regolari
Totale   € 2.400,00  € 3.000.00

(*) 31 dicembre 2020 per l'iscrizione al primo anno della laurea magistrale non a ciclo unico.

L’iscrizione all’anno accademico 2020/2021 si intende automaticamente rinnovata:

  • con il pagamento della prima rata di € 340,00
  • con la presentazione domanda di borsa di studio DSU Toscana
  • in caso un'invalidità maggiore o uguale al 66% o una disabilità con riconoscimento di handicap ai sensi dell'art. 3, comma 1 della legge 5 febbraio 1992 n. 104.

I vincitori di borsa DSU Toscana e gli idonei al suo ottenimento saranno totalmente esonerati dal pagamento della contribuzione, mentre coloro che non la otterranno, o non risulteranno idonei, dovranno pagare la prima rata entro il 1° febbraio 2021.

Studenti beneficiari di esonero totale o parziale della contribuzione

Sono esonerati totalmente dal pagamento dell’intera contribuzione, gli studenti:

  • assegnatari di borse di studio DSU Toscana o idonei al loro ottenimento (D.lgs 29 marzo 2012, n. 68)
  • con disabilità, con riconoscimento di handicap ai sensi dell’articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, o con un’invalidità pari o superiore al 66%. Una volta dichiarata la condizione, l’iscrizione agli anni accademici successivi viene rinnovata automaticamente
  • stranieri assegnatari di borse di studio governative. Sono tenuti al solo pagamento della tassa regionale
  • detenuti. Sono tenuti al solo pagamento della tassa regionale

Per gli studenti di seguito elencati, l’ammontare della contribuzione è stabilito forfetariamente, indipendentemente dalle condizioni economiche e di merito:

  • ultra cinquantenni (ossia che hanno già compiuto il cinquantesimo anno d’età o lo compiano entro il 31 dicembre 2020). Sono tenuti al solo pagamento della prima rata della contribuzione *
  • dipendenti universitari e dipendenti pubblici convenzionati (art. 1.1.3 lett. "b" del Regolamento sulla contribuzione degli studenti per l'a.a. 2020/2021). Sono tenuti al solo pagamento della prima rata della contribuzione *
  • militari dell'Accademia Navale di Livorno

In deroga a quanto sopra, qualora lo studente ultracinquantenne o dipendente universitario e dipendente pubblico convenzionato (art. 1.1.3 lett. "b" del Regolamento sulla contribuzione degli studenti per l'a.a. 2020/2021) lo ritenga più conveniente, è consentito presentare la richiesta di riduzione della contribuzione per condizione economica.

Attenzione: in caso di variazione della condizione che comporta la revoca del beneficio dell’esonero parziale o totale della contribuzione, lo studente è tenuto a darne tempestiva comunicazione all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Richiesta di riduzione della contribuzione per condizione economica

Come presentare la richiesta

La richiesta di riduzione della contribuzione per condizione economica può essere presentata, esclusivamente via web (www.studenti.unipi.it), a partire dal 31 agosto 2020 ed entro il 31 ottobre 2020 (ore 12,00). 
E’ consentito inviare la richiesta anche dal 1° novembre al 15 febbraio 2021 (ore 12,00) con l’addebito dell’indennità di mora di € 150,00.
In entrambi i casi, le riduzioni saranno applicate esclusivamente agli studenti che alla data del 31 dicembre 2020 risultino regolarmente immatricolati/iscritti all'a.a. 2020/2021.

Solo gli studenti che presentano domanda di ammissione a un corso di laurea magistrale per l'a.a. 2020/2021, possono presentare la richiesta di riduzione della contribuzione, senza indennità di mora, fino al 31/12/2020 ore 12:00. Se l'immatricolazione al corso di laurea magistrale o ai Corsi Singoli di Transizione è registrata dopo il 14 dicembre 2020, lo studente deve confermare l'immatricolazione e presentare la richiesta di riduzione della contribuzione entro 15 giorni dalla comunicazione della delibera.

N.B. Se la richiesta di riduzione è presentata dopo il 31 dicembre 2020 è necessario utilizzare l'ISEE per il diritto allo studio universitario 2021.

La condizione economica del nucleo familiare degli studenti viene valutata sulla base dell’ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario in corso di validità al momento della presentazione della richiesta di riduzione.

Attenzione: l'attestazione ISEE deve riportare la dicitura "Si applica alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario in favore di ...(codice fiscale dello studente richiedente la riduzione)". in caso contrario la domanda di riduzione tasse non è valida, in quanto il sistema informatico non è in grado di acquisire i dati necessari al calcolo dalla banca dati INPS.

Qualora ne ricorrano le condizioni, lo studente può ottenere la riduzione della contribuzione calcolata sulla base dell’”ISEE rilasciato per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario corrente", anche se ha già presentato l’attestazione ISEE per il diritto allo studio universitario, dandone comunicazione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Gli studenti potranno ottenere l’attestazione dell’ISEE per le prestazioni agevolate per il Diritto allo Studio Universitario sottoscrivendo la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU):

  • presso le sedi dei Centri di Assistenza Fiscale (CAF)
  • presso altri soggetti autorizzati al suo rilascio (ad esempio studi commerciali autorizzati)
  • tramite il sito dell’INPS al link: https://servizi2.inps.it/servizi/Iseeriforma/home.asp richiedendo il codice Pin e procedendo in modo autonomo alla sua compilazione
    In ogni caso, viene rilasciata agli studenti una ricevuta attestante la sottoscrizione/presentazione della DSU.

Attenzione: i CAF ricevono gli studenti solo su appuntamento. Tenuto conto che l’attestazione ISEE viene rilasciata alcuni giorni dopo la data di presentazione della DSU, si consiglia di prenotarsi con congruo anticipo per poter rispettare le scadenze di presentazione della richiesta di riduzione.

Pertanto, solo dopo aver ottenuto la suddetta Attestazione ISEE rilasciata dall’INPS o aver sottoscritto/presentato almeno la DSU, è possibile procedere con la compilazione e l’invio della richiesta di riduzione della contribuzione sul portale Alice cliccando sul pulsante “Richiesta riduzione tasse”. Successivamente, cliccando sul pulsante "Inserisci i dati per la richiesta di riduzione tasse", viene richiesto di inserire obbligatoriamente:

  • la data di rilascio dell’attestazione ISEE. Se l’INPS non ha ancora rilasciato l’attestazione ISEE può essere inserita la data di sottoscrizione/presentazione della DSU
  • il numero di protocollo dell’Attestazione ISEE (INPS-ISEE-20XX-XXXXXXXXX-XX)
    Se l’INPS non ha ancora rilasciato l’attestazione ISEE, inserire il numero di protocollo della ricevuta di sottoscrizione/presentazione della DSU rilasciata dal CAF (CAF + n° protocollo) o dall’INPS nel caso di inserimento della richiesta direttamente sul portale dell’ente stesso (INPS-ISEE-20XX-XXXXXXXXX-XX)
  • l’autorizzazione ad acquisire i dati relativi all’ISEE direttamente dalla banca dati dell’INPS
    Se l’autorizzazione non viene concessa, la richiesta di riduzione non sarà ritenuta valida e i dati inseriti non verranno salvati.

Viene richiesto, infine, di dichiarare se ci sono altri iscritti all’Università di Pisa nell’a.a. 2020/2021 appartenenti al nucleo familiare del dichiarante.

Terminato l’inserimento dei dati, cliccare sul pulsante “Per confermare vai alla pagina successiva” e verificare la correttezza delle informazioni inserite. Se le informazioni inserite sono corrette, cliccare sul pulsante "Presenta autocertificazione". Se i dati fossero errati, per effettuare correzioni, cliccare sul pulsante "Annulla" e poi "Modifica i dati inseriti" per tornare all'inizio della procedura.

Se i dati sono stati inseriti correttamente, compare un messaggio indicante che l’inserimento della richiesta è avvenuto con successo.
Per completare la procedura è necessario cliccare sul pulsante “Ok” e successivamente su “Stampa ricevuta”. Il documento che viene generato deve essere salvato/stampato e conservato in quanto è l’unico documento comprovante il corretto invio della richiesta di riduzione, che dovrà essere esibito in caso di contestazione.

Quando presentare la richiesta

Tipo
Termine
Ulteriori adempimenti
Richiesta di riduzione della contribuzione dal 31 agosto 2020 ore 9,00 al 31 ottobre 2020 ore 12,00*

Iscrizione entro il 30 settembre 2020 o, con mora, entro il 31 dicembre 2020

Richiesta di riduzione della contribuzione oltre i termini

(è necessario l'ISEE per le prestazioni agevolate per il Diritto allo Studio Universitario in corso di validità al momento della presentazione della richiesta di riduzione)

dal 1° novembre 2020 al 15 febbraio 2021 ore 12,00

Iscrizione entro il 31 dicembre e indennità di mora di € 150,00 dal 1° novembre 2020 al 15 febbraio 2021

* Solo gli studenti che presentano domanda di ammissione ad un corso di laurea magistrale per l'a.a. 2020/2021, possono presentare la richiesta di riduzione della contribuzione, senza indennità di mora, fino al 31/12/2020 ore 12:00. Se l'immatricolazione al corso di laurea magistrale o ai Corsi Singoli di Transizione è registrata dopo il 14 dicembre 2020, lo studente deve confermare l'immatricolazione e presentare la richiesta di riduzione della contribuzione entro 15 giorni dalla comunicazione della delibera.

Attenzione: se l'iscrizione non viene rinnovata entro il 31 dicembre 2020, in nessun caso la richiesta di riduzione della contribuzione sarà valida!


Si ricorda che l’aver presentato la domanda di borsa di studio al DSU Toscana non significa aver diritto alle eventuali riduzioni previste dal Regolamento di Ateneo sulla contribuzione degli studenti. Pertanto, si consiglia vivamente di presentare anche la richiesta di riduzione della contribuzione all'Ateneo, per non incorrere nelle penalità previste dal regolamento sulla contribuzione, nel caso in cui uno non risulti vincitore/idoneo alla borsa DSU di studio o le venga successivamente revocata.

Riduzione della contribuzione per merito

La riduzione della contribuzione per merito, viene concessa d’ufficio a tutti gli studenti regolarmente iscritti all’anno accademico corrente, indipendentemente dalla condizione economica.
Pertanto, non deve essere presentata alcuna richiesta per ottenere la riduzione per merito.

Tipologia corsi di studio
Importo
Requisiti
Immatricolati ai corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico € 267,00

Voto maturità superiore o uguale a 95/100 o 57/60

Iscritti al primo anno della laurea magistrale non a ciclo unico

€ 267,00

Voto di laurea di primo livello (anche diploma universitario) superiore o uguale a 108/110

Iscritti ad anni successivi al primo

€ 267,00

Posizione al di sopra del 90° percentile della distribuzione della sommatoria del prodotto dei voti degli esami sostenuti dall'atto dell'immatricolazione al 10 agosto 2020 presso l’Università di Pisa per i relativi crediti calcolato per ciascun corso di studio**

**In pratica:

  • si moltiplica il voto di ciascun esame sostenuto dall'inizio della carriera al 10 agosto 2020 per i relativi CFU
  • si sommano tutti i valori ottenuti per ogni studente
  • si redige una graduatoria decrescente dei valori suddetti per ogni corso di studio
  • si applica la riduzione per merito al 10% degli studenti che hanno ottenuto i valori più alti di ciascun anno di iscrizione relativamente al proprio corso di studio

Come pagare le tasse

Le modalità di pagamento delle tasse universitarie sono consultabili nel sito di Ateneo all'indirizzo internet: https://www.unipi.it/index.php/tasse-e-diritto-allo-studio/item/15414-pagamento-tasse

Pagamenti in ritardo

Gli studenti che si immatricolano o rinnovano l’iscrizione ai corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico ad accesso libero sono tenuti al pagamento di un’indennità di mora pari a:

  • € 50,00, dal 1° ottobre 2020 al 2 novembre 2020
  • € 100,00 dal 3 novembre al 30 novembre 2020
  • € 150,00, dal 1° dicembre 2020 (al 31 dicembre 2020 solo per gli immatricolati).

Le medesime indennità di mora si applicano agli studenti che rinnovano l’iscrizione ai corsi di laurea magistrale ad accesso libero e ai corsi ad accesso programmato dopo il 30 settembre 2020. L’applicazione dell’indennità di mora è estesa a coloro che riattivano la carriera a seguito di interruzione temporanea degli studi, oltre il periodo previsto per la riattivazione stessa.

Per il pagamento delle rate successive alla prima, oltre i termini di scadenza, viene applicata una mora pari al 5% dell'importo della rata.

Gli studenti che intendano laurearsi entro il 31 dicembre 2020 hanno facoltà di non iscriversi per l’anno accademico 2020/2021. In caso di iscrizione in ritardo, a causa del mancato conseguimento del titolo entro tale data, dovranno comunque pagare l’indennità di mora prevista dal Regolamento.

Posizione contributiva non regolare - Annullamento esami

Lo studente che non è in regola con le iscrizioni o con il pagamento di tasse, contributi o indennità di mora non può essere ammesso a sostenere esami. Gli eventuali esami sostenuti in tale difetto sono annullati d'ufficio, salvo la regolarizzazione della posizione contributiva entro 45 giorni dalla data di sostenimento dell'esame.

Studenti provenienti dai paesi non U.E.

Gli studenti provenienti dai paesi non U.E., elencati nell'"Allegato 2" del Regolamento sulla contribuzione degli studenti per l'a.a. 2020/2021, sono tenuti al pagamento della sola prima rata della contribuzione, fatte salve eventuali riduzioni per merito.

Gli studenti provenienti dai paesi non U.E., elencati nell'"Allegato 3" del Regolamento sulla contribuzione degli studenti per l'a.a. 2020/2021, possono beneficiare della riduzione forfettaria prevista, in relazione al paese di provenienza.

In entrambi i casi, la riduzione viene applicata d'ufficio.

In deroga a quanto sopra, qualora lo studente non comunitario ("Allegati 2 e 3") sia regolarmente residente in Italia e sia indipendente (ai sensi dell'art. 8, comma 2 del DPCM 159/2013) o, in mancanza di tali requisiti, la famiglia di origine possieda redditi conseguiti in Italia, può richiedere l'applicazione della riduzione per condizione economica sulla base del proprio ISEE applicabile alle prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario. Pertanto, chi appartiene alla suddetta categoria ("Allegati 2 e 3") e ha intenzione di presentare la richiesta di riduzione della contribuzione, deve essere in possesso dell'attestazione ISEE per il diritto allo studio universitario (o della Dichiarazione Sostitutiva Unica - DSU) e successivamente compilare la richiesta di riduzione della contribuzione via web tramite il portale Alice.

Studenti residenti all'estero e/o con redditi percepiti e patrimoni posseduti all'estero

Agli studenti:

  • con residenza in paesi appartenenti all’Unione Europea diversi dall’Italia
  • con residenza in Italia, non autonomi (art. 8 DPCM 159/2013), aventi il nucleo familiare d’origine residente in paesi diversi dall'Italia
  • con redditi percepiti o patrimoni posseduti all'estero

I CAF non rilasciano l’attestazione ISEE per l’impossibilità di acquisire telematicamente i dati relativi ai redditi e patrimoni esteri del nucleo familiare presso la banca dati dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate.
L’ateneo, per ovviare a ciò, ha stipulato una convenzione con alcuni CAF per il rilascio dell'ISEE parificato.
Pertanto, coloro che sono interessati a richiedere la riduzione della contribuzione, sono invitati a rivolgersi ad uno dei seguenti CAF convenzionati con l'Università di Pisa per il rilascio dell'ISEE parificato (il costo per il rilascio dell'ISEE parificato è a carico dell'Ateneo):

  • CAF ACLI srl
  • CAF CGIL Toscana srl
  • CAF CGN SpA
  • CAF CISL Pisa - Pisana Servizi srl
  • CAF Nazionale del Lavoro SpA

Una volta ottenuta la dichiarazione sostitutiva unica o l'attestazione ISEE parificata, gli studenti devono inserire la richiesta di riduzione della contribuzione nella sezione "Richiesta riduzione tasse" del portale Alice e devono inviare l'attestazione ISEE parificata all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure consegnarla allo sportello del Servizio tasse.

E' ritenuto valido l'ISEE parificato che si riferisca ad una dichiarazione sostitutiva unica sottoscritta nel rispetto delle scadenze previste al punto 2.2.1 del Regolamento sulla contribuzione degli studenti per l'a.a. 2020/2021.

 

Tabella dell’importo annuo della contribuzione dovuta

Regolamento sulla contribuzione degli studenti per l'a.a. 2020/2021

 

Informazioni a cura di:
Direzione Servizi per la didattica e l'internazionalizzazione
Unità Contribuzione universitaria e attività contabili
largo Bruno Pontecorvo n. 3 - Pisa
tel. 0502213449
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Ultima modifica: Lun 28 Dic 2020 - 12:13

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa