Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

INGEGNERIA CHIMICA

Corso di laurea magistrale

Piano di Studi


Primo anno

  • Esame a libera scelta I (6 cfu)

    • La ripartizione dei 12 CFU crediti a scelta dello studente su due attivita' da 6 CFU viene suggerita per un migliore bilanciamento dei crediti sulle due annualita'.
      La scelta effettuata tra gli insegnamenti del gruppo "Attività consigliate per la libera scelta" verrà approvata automaticamente, altre scelte dovranno essere approvate dal Consiglio di Corso di Studio.
  • Ingegneria delle reazioni chimiche (12 cfu)

    • L’obiettivo del corso, suddiviso in due moduli, è di fornire agli studenti i fondamenti del design e dell’analisi di reattori chimici omogenei (modulo 1 - Teoria e sviluppo dei sistemi reagenti) ed eterogenei catalitici e non (modulo 2 - Reattori Chimici Eterogenei). Tra gli obiettivi specifici vi sono: comprensione dei meccanismi alla base delle reazioni chimiche; determinazione sperimentale dei parametri cinetici; analisi di schemi cinetici complessi e tecniche di semplificazione; individuazione dei fenomeni controllanti (cinetica, miscelazione e trasporto di materia); comprensione degli effetti termici; valutazione e ottimizzazione di diverse configurazioni reattoristiche.
  • Operazioni Unitarie (12 cfu)

    • Il corso è costituito da due moduli, fornisce le metodologie e le conoscenze teoriche necessarie all’analisi delle operazioni unitarie di scambio termico (I modulo) e di materia (II modulo) e gli strumenti per la progettazione di processo ed esercizio delle relative apparecchiature.
  • Sintesi e Simulazione dei Processi Chimici. (9 cfu)

    • L’obbiettivo del corso è quello di fornire allo studente le conoscenze, metodologie e strumenti per la sintesi, sviluppo, simulazione ed ottimizzazione di processi chimici integrati, con particolare riferimento alla scelta della configurazione reattoristica e delle condizioni operative del sistema di reazione, del/i sistema/i di separazione e loro sequenza, ricicli/spurghi, allo sviluppo di reti di scambiatori di calore con minime richieste di utilities esterne (pinch technology) e all’utilizzo di simulatori di processo. Ai fini della simulazione verranno forniti i fondamenti della programmazione numerica mediante codici “general purpose”, i fondamenti computazionali dei simulatori di processo e sarà illustrato l’utilizzo dei simulatori di processo per progettare, simulare ed ottimizzare processi complessi caratterizzati da ricicli, operazioni unitarie complesse, quali distillazione multicomponente, ed integrazioni energetiche.

  • Costruzione di Apparecchiature Chimiche. (9 cfu)

    • Il corso ha lo scopo di fornire le conoscenze necessarie per una comprensione approfondita delle problematiche strutturali (resistenza, stabilità, affidabilità, sicurezza) dei principali componenti degli impianti, quali scambiatori, colonne, tubazioni, apparecchi in pressione in genere. Ulteriore obiettivo è quello di mettere il futuro laureato in grado di eseguire il progetto strutturale di apparecchiature semplici, ovvero, per realizzazioni di maggiore complessità, di interfacciarsi efficacemente con uno staff di progettazione strutturale.
  • Dinamica e Controllo dei Processi (6 cfu)

    • Introduzione alle problematiche di controllo di processo e alle conoscenze necessarie per una piena comprensione della dinamica degli impianti industriali orientata alla scelta della strumentazione e alla progettazione dei sistemi di controllo. Approccio attraverso tecniche nel dominio tempo, Laplace e analisi armonica. Illustrazione di applicazioni ed esempi di schemi di regolazione di impianti industriali.
  • Fluidodinamica Chimico-Fisica. (6 cfu)

    • Porre l’allievo in grado di analizzare e formulare, con le metodologie appropriate, problemi inerenti il moto dei fluidi in sistemi multifasici e in presenza di fenomeni interfacciali, per individuare interventi operativi e/o progettuali con specifico riferimento all’industria chimica.
  • Secondo anno

  • Chimica Industriale II (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire la conoscenza sistematica della struttura dell’industria chimica di processo a partire dalle materie prime sino a giungere, attraverso le consolidate filiere produttive petrolchimiche o attraverso le filiere di bioraffineria in corso di sviluppo, ai prodotti finali. Il corso si propone anche, attraverso l’analisi dettagliata di un numero significativo di processi chimici industriali, di verificare come le scelte relative alle condizioni operative, alle apparecchiature e alle configurazioni di processo riflettano i principi e i fondamenti di carattere termodinamico e cinetico nonché le strategie di integrazione e sintesi dei processi.
  • Progettazione di Impianti Chimici. (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire le conoscenze e gli strumenti necessari allo sviluppo dell’ingegneria di base degli impianti di processo. Obiettivi specifici del corso sono: acquisizione degli strumenti teorici e applicativi per la descrizione di operazioni fondamentali dell'industria chimica non incluse nell’insegnamento di Operazioni Unitarie (ad es. agitazione e miscelazione di fluidi, cristallizzazione ed essiccamento, separazioni di solidi o liquidi particellari) e per la progettazione funzionale e gestione di apparecchiature e di circuiti idraulici, capacità di scelta e specifica delle macchine di movimentazione di fluidi, capacità di integrazione di diverse apparecchiature e ausiliari in linee di impianto.


  • Analisi e Sviluppo dei Progetti. (6 cfu)

    • Acquisizione di conoscenze e metodologie per progettazione di sistema - impianto chimico e dell'industria di processo - con particolare riferimento alle fasi di sviluppo del progetto, con lo scopo di definire le specifiche di processo (flow sheet), di impianto (P&I) e delle principali apparecchiature ed ausiliari. Capacità di effettuare valutazioni economiche e di elaborare un progetto finale su una unità produttiva assegnata dal docente ad un gruppo di lavoro.

  • Metodi e principi di gestione degli impianti (6 cfu)

    • Fornire conoscenze e strumenti applicativi inerenti
      la gestione operativa degli impianti, con particolare riferimento alla gestione di un'organizzazione di un'impresa industriale, alla gestione per processi e alla gestione della qualità, dei progetti, della manutenzione, dei costi e della sicurezza.

  • Prova Finale (15 cfu)


  • Tirocinio (9 cfu)


  • Affidabilità e Sicurezza nell'Industria di Processo. (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire agli allievi le nozioni fondamentali e gli strumenti tecnici per identificare i pericoli nell'industria di processo dovuti agli incidenti rilevanti e per stimarne la frequenza di accadimento mediante l'applicazione dell'analisi affidabilistica. Vengono inoltre impartite nozioni sulla classificazione e caratterizzazione delle sostanze pericolose. L’obiettivo finale è fornire allo studente la conoscenza degli strumenti tecnici e degli adempimenti normativi per affrontare i problemi relativi alla sicurezza nello sviluppo dei progetti e nella conduzione degli impianti chimici e di processo.


  • Esame a libera scelta II (6 cfu)

    • La ripartizione dei 12 CFU crediti a scelta dello studente su due attivita' da 6 CFU viene suggerita per un migliore bilanciamento dei crediti sulle due annualita'.
      La scelta effettuata tra gli insegnamenti del gruppo "Attività consigliate per la libera scelta" verrà approvata automaticamente, altre scelte dovranno essere approvate dal Consiglio di Corso di Studio.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa