Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

I sommersi, i salvati, i salvatori. Ritratti, racconti e pensieri sulle leggi razziali

Incontro e proiezione a San Miniato nell'ambito di San Rossore 1938

data 16 Novembre 2018 09:00  |  luogo Auditorium CARISMI Piazza Buonaparte, 14, 56028 San Miniato
  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

 

sr interno 936

Venerdì 16 novembre alle 9 l'Auditorium CARISMI di San Miniato ospita l'incontro "I sommersi, i salvati, i salvatori. Ritratti, racconti e pensieri sulle leggi razziali".
L'evento è parte del programma della rassegna San Rossore 1938, promossa dall'Università di Pisa e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato

Programma

Il film
“Phoebe Miranda”


Regia di Massimo Martella
Riprese e montaggio: Angelo Musciagna
Organizzazione: Maura Cosenza
Produzione: Istituto Luce Cinecittà

Il breve film raccoglie la testimonianza di una donna toscana, allora ragazzina, sopravvissuta alle persecuzioni razziali, vittima delle leggi firmate nel 1938. Una persona che si racconta e ci racconta. Interviene Silvia Frosali, figlia di Phoebe Miranda.

Massimo Martella, regista, si è formato all’Università di Pisa e si è diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma. Ha realizzato fra l’altro Mio Duce ti scrivo (2015) e Nel nome di Antea. L’arte italiana al tempo della guerra (2018), sulle vicissitudini e il salvataggio delle opere d’arte italiane durante la seconda guerra mondiale.

Il contributo storico
Fabrizio Franceschini
San Rossore 1938 - Migliarino 1947. La nave della salvezza, una storia bella e segreta

Nel luglio del 1947, nel quadro dell’operazione Alyah Bet coordinata da Ada Sereni, circa ottocento ebrei, scampati ai campi di sterminio, giunsero clandestinamente da Milano e dal Lazio a Migliarino a bordo di trentasette corriere: facendosi passare per stravaganti turisti americani, vennero traghettati sulla nave Raffaelluccia, e partirono verso Israele.

Fabrizio Franceschini ha frequentato la Scuola Normale Superiore ed è oggi professore ordinario di Linguistica italiana e Storia della lingua italiana nell’Università di Pisa. È responsabile del Progetto di Ricerca dell’Ateneo di Pisa “Ebrei ed ebraismo nei luoghi, nelle lingue e nelle culture degli altri”, è stato recentemente eletto Direttore del Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici dell’Università di Pisa ed è Vicepresidente della Società Storica Pisana.

La narrazione
Alfredo De Girolamo
“Le storie dei “giusti” Toscani” - Famiglia Bartalucci, coniugi Lorenzini

Storie di quei non-ebrei che hanno messo a rischio la propria vita e quella dei propri familiari per salvare alcuni ebrei dalla deportazione e quindi dal sicuro martirio in un campo di concentramento tedesco.
Il libro di Alfredo De Girolamo Campioni di altruismo (Pisa University Press, 2018) è una mappa toscana che rende giustizia dei tantissimi eroi quotidiani che Yad Vashem ha celebrato come “Giusti tra le Nazioni”, ma anche l’atlante di un’atmosfera regionale che si sollevò contro il nazifascismo. Un libro che serve a tenere viva la memoria.

Alfredo De Girolamo, giornalista e scrittore. Tra i suoi libri sul mondo ebraico: Gerusalemme ultimo viaggio (ETS, 2009 e 2011); Kibbutz 3000 (ETS, 2011); Gino Bartali e i Giusti toscani (ETS, 2014); Francesco in Terra Santa (ETS, 2014); Voci da Israele (ebook per l’Espresso, 2015); Giorgio Nissim, una vita al servizio del bene (Giuntina, 2016); Betlemme. La stella della Terra Santa nell’ombra del Medioriente (Maria Pacini Fazzi, 2017); How close to Bethlehem (Maria Pacini Fazzi , 2018).

 

Vai al programma completo di San Rossore 1938



 

Info e Contatti:
sanrossore1938@unipi.it

Allegati:

2018-11-16 09:00:00
2018-11-16 11:00:00

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa