Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

L’Università di Pisa vince la sfida della mobilità “oltre l’Europa”

Grazie al programma “International Credit Mobility KA 107, l’Ateneo ospita dal 2015 dottorandi e studenti provenienti da paesi dell’Asia centrale, del Sud Est Asiatico e del Medio Oriente

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

È l’Università di Pisa uno dei maggiori promotori in Italia dell’International Credit Mobility KA 107, il programma di mobilità introdotto nel 2015 dall’Erasmus+ che coinvolge i paesi “oltre l’Europa”, dall’America all’Africa, fino al Medioriente e a tutta l’Asia. Nel 2015 e nel 2016 l’Ateneo pisano ha presentato con successo due progetti che prevedevano complessivamente 278 mobilità e nei prossimi giorni si riaprirà il bando riservato a docenti e dottorandi che potranno trascorrere un periodo di studio o di insegnamento in paesi fino adesso rimasti fuori dall’Erasmus.

Grazie alla mobilità KA107 l’Università di Pisa, dal 2015, ha ospitato dottorandi, e studenti provenienti in particolare da paesi dell’Asia Centrale, tra cui Kazakistan, Kirghizistan, Tajikistan e Uzbekistan. Dallo scorso anno accademico Pisa ha ricevuto anche studenti e staff provenienti da Cambogia, Cina, Laos, Mongolia, Vietnam, Egitto, Israele, Marocco e Serbia. Proprio in questi giorni stanno arrivando 17 studenti da Cambogia, Cina, Kirghizistan, Kazakhstan, Tajikistan, Uzbekistan, Mongolia e Serbia.

international_mobility.jpeg

Dal 13 al 18 febbraio, inoltre, si terrà all’Università di Pisa una training week – la terza dopo quelle di marzo e maggio 2016 – che vede la partecipazione di otto coordinatori (foto in alto) provenienti dal Royal University of Agriculture, Cambogia; International University of Kyrgyzstan, Kyrgyzstan; University of Novi Sad, Repubblica di Serbia; Tajik State University of Commerce, Tajikistan; Namangan State University, Samarkand Agricultural Institute and Tashkent State Agrarian University, Uzbekistan. I coordinatori ospiti visiteranno vari dipartimenti e presenteranno le loro università durante una riunione con CAI pisani che si terrà il 16 febbraio alle 11, in modo da creare un grado più alto di conoscenza reciproca e per facilitare i rapporti futuri.

La mobilità KA 107 è gestita centralmente da:
Sezione Programmi Internazionali, mobilità e formazione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  •  
  • 14 febbraio 2017

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa