Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Un team di studenti dell’Ateneo vince l’Internet of Things Hackathon

L’evento-maratona di informatica è organizzato da Var Group e sponsorizzato da Dell

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

team studenti unipiUn team studenti dell’Università di Pisa si è classificato primo all’Internet of Things Hackathon, un evento-maratona nel campo dell’informatica dove tecnologia e talento incontrano le esigenze del mondo industriale. La competizione, organizzata da Var Group e sponsorizzata da Dell, si è svolta a Cervia dal 4 al 6 maggio. L’obiettivo della gara era di individuare e realizzare soluzioni innovative ad alcuni problemi formulati direttamente dalle imprese, che in questa edizione appartenevano al settore della grande distribuzione e dell’alimentare. In particolare le soluzioni dovevano essere realizzate in 36 ore e dovevano basarsi sull'uso di tecnologie dell’Internet of Things (IoT), ossia l’"Internet delle Cose”.
Il team vincitore era formato da cinque studenti del corso di laurea magistrale in Computer Engineering del dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Pisa: Luigi De Bianchi, Fabio Greco, Giulio Micheloni, Pietro Piscione, Alessio Villardita. Ognuno di loro si è così aggiudicato un contratto di collaborazione da € 5000, finalizzato al completamento dell’idea premiata.
Il team pisano ha vinto realizzando un sistema in grado di automatizzare la gestione delle bolle di accompagnamento, del flusso di documenti e dei magazzini di una grande azienda. A tale scopo i ragazzi hanno realizzato delle app per smartphone in grado di dialogare con servizi Cloud e di interagire con tag NFC (un tag NFC è una specie di codice a barre che può essere letto e scritto semplicemente avvicinando lo smartphone).
"È stata un’esperienza unica e molto emozionante – hanno raccontato gli studenti dell’Ateneo pisano - Abbiamo avuto l'opportunità di confrontarci con problemi reali e di mettere a frutto tutto quello che abbiamo imparato in 5 anni di studi universitari. Ogni membro del gruppo si è comportato in modo egregio e fondamentale si è rivelato il gioco di squadra, soprattutto nei momenti in cui la stanchezza e la poca lucidità sembravano avere la meglio. Vincere è stata una grande soddisfazione".


Foto, da sinistra: Luigi De Bianchi, Fabio Greco, Pietro Piscione, Giulio Micheloni, Alessio Villardita

  •  
  • 16 maggio 2016

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa