Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

La chirurgia ortopedica pisana protagonista a Londra

Una nuova tecnica presentata al congresso mondiale della Caos

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

caosGuide chirurgiche in grado di forare i peduncoli spinali con estrema precisione, sulla base di immagini TC (Tomografia Computerizzata) del paziente: sono il risultato del lavoro congiunto svolto tra EndoCAS, il Centro di eccellenza per la Chirurgia Assistita al calcolatore dell'Università di Pisa, diretto dal Prof. Franco Mosca, e la Clinica Ortopedica Universitaria 1 dell'Aoup, diretta dal Prof. Michele Lisanti. Il frutto di questa sinergia è stato presentato la scorsa settimana a Londra, durante il congresso della CAOS-Computer Assisted Ortopaedic Surgery (l'appuntamento di riferimento mondiale sulle tematiche comuni ai due gruppi di lavoro: chirurgia ortopedica e tecnologie computer assistite) dall'ingegner Vincenzo Ferrari e dal dottor Paolo Parchi dell'Università di Pisa.

L'idea, per la quale l'ateneo pisano ha provveduto a depositare domanda di brevetto, è stata particolarmente apprezzata anche dagli organizzatori del congresso che, nella persona del Prof. Klaus Radermacher, Direttore dell'Helmholtz Institute for Biomedical Engineering of Aachen University e pioniere nella realizzazione di queste tecnologie, hanno invitato i due ricercatori pisani a fornire, oltre ai risultati esposti nella sessione plenaria, anche i dettagli del loro lavoro in un seminario all'interno di un workshop dedicato alle guide chirurgiche ortopediche. Un settore in decisa espansione.

La collaborazione tra la Clinica Ortopedica Universitaria 1 ed il Centro EndoCAS è nata poco più di due anni fa, per forte desiderio del Prof. Lisanti e con l'ingresso del Dr. Parchi in EndoCAS come dottorando del corso di dottorato in "Tecnologie per la Salute: Valutazione e Gestione delle Nuove Tecnologie in Medicina" diretto dal Prof. Mauro Ferrari. Come dimostra il congresso londinese, questa partnership ha già permesso di ottenere risultati di rilievo internazionale.

EndoCAS è stato istituito nel 2003 nell'ambito di un progetto finanziato dal Miur-Ministero per l'Università e la Ricerca, con il concorso dell'Università di Pisa, della Scuola Superiore di studi Sant'Anna, del Cnr, della Regione Toscana e il sostegno della Fondazione "Arpa" e dell'Aoup.

Dal 2006 il progetto ha dato vita a un Centro permanente di ricerca all'interno dell'ospedale di Cisanello, dove lavorano ingegneri, informatici, fisici, allo sviluppo e alla realizzazione di prototipi con pratiche applicazioni in numerose branche della chirurgia. Ad "Endocas Research" si è poi affiancata, con il sostegno della Regione Toscana, "Endocas Education": una struttura adiacente alla prima, finalizzata alla formazione di studenti, medici ed infermieri attraverso l'utilizzo di simulatori di vario genere, meccanici, meccatronici ed in realtà virtuale.

(Ufficio stampa Aoup)

  •  
  • 3 luglio 2011

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa