Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Scienza e ragazze: l’Università di Pisa aderisce a Coding Girls

Anche quest'anno riparte il progetto per avvicinare le ragazze alle discipline STEM

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

cd.jpgIl 18 novembre è stata presentata al Centro Studi Americani di Roma l’ottava edizione di Coding Girls, il programma che punta ad avvicinare le studentesse delle scuole superiori alle materie scientifiche.

Anche quest’anno l’Università di Pisa, in particolare con il Dipartimento di Informatica e il Museo degli Strumenti per il Calcolo, aderisce al programma che coinvolge scuole, famiglie, aziende, università e organizzazioni pubbliche e private.

Coding Girls è promosso dalla Fondazione Mondo Digitale e Missione Diplomatica USA in Italia, in collaborazione con Microsoft Italia, e per l'Ateneo la referente è la professoressa Chiara Bodei.

“Con questa nuova tappa di Coding Girls prosegue l’impegno dell’Ateneo pisano e del suo Comitato Unico di Garanzia nell’abbattere gli stereotipi di genere che ancora frenano l’accesso delle ragazze alle cosiddette discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics)" – ha commentato il Rettore, Paolo Mancarella - "tuttora considerate, a torto, come più adatte ai ragazzi."

"È quindi fondamentale" – ha concluso il Rettore - "coinvolgere le studentesse già dalle scuole medie e superiori, per rafforzare il loro interesse verso queste discipline, promuovendo la parità di genere nel settore tecnologico e facilitando i relativi accessi a percorsi universitari e di ricerca di alto livello”.

  •  
  • 19 novembre 2021

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa