Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Dottorato all’Università di Pisa: 86 posti per fare ricerca su tematiche green e dell’innovazione

Per partecipare c’è tempo fino al 15 ottobre

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

L’Università di Pisa ha bandito 86 nuove borse di dottorato su tematiche green e dell’innovazione, cofinanziate su fondi PON 2014-2020 del Ministero dell’Università e della Ricerca grazie alle risorse aggiuntive del fondo REACT-EU, istituito dalla Commissione Europea per contrastare gli effetti dalla pandemia da COVID-19 e agevolare la ripresa dell’economia negli stati membri. Per partecipare c’è tempo fino al 15 ottobre. 

innovazione_green1.jpg

Il bando di concorso riguarda 17 dottorati di ricerca nei più diversi settori scientifici, con progetti d’avanguardia negli ambiti delle ingegnerie e delle scienze dure, dell’area medico-clinica e delle discipline umanistiche e sociali, dimostrando la spiccata interdisciplinarità della formazione dottorale offerta dall’Ateneo. Quale elemento qualificante del percorso formativo, e con l’obiettivo di garantire un’elevata occupabilità dei futuri dottori, è previsto per tutti l’esperienza almeno semestrale presso un’impresa, italiana o straniera, specializzata nel tema di ricerca bandito. 

Per partecipare i candidati devono presentare un progetto di ricerca sulle tematiche individuate: 8 borse sono focalizzate sui temi dell’innovazione, delle tecnologie abilitanti e del più ampio tema del digitale, e 78 su tematiche green, incentrate cioè su temi orientati alla conservazione dell’ecosistema, alla biodiversità, nonché alla riduzione degli impatti del cambiamento climatico e alla promozione di uno sviluppo sostenibile. 

Tutte le informazioni sul bando sono disponibili sul sito http://dottorato.unipi.it a questo link.

  •  
  • 6 ottobre 2021

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa