Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Assegnato a Francesco Paolo Tronca il Premio "Curtatone e Montanara"

Sarà consegnato il 29 maggio nell'ambito delle celebrazioni per il 173° della battaglia risorgimentale

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

È stato assegnato al dottor Francesco Paolo Tronca, laureato all’Università di Pisa e attuale membro del Consiglio di amministrazione dello stesso Ateneo, il Premio "Curtatone e Montanara" edizione 2021, il riconoscimento che celebra una delle più gloriose battaglie del Risorgimento italiano, nell'ambito della quale si distinse un battaglione universitario formato in gran parte da docenti e studenti dell'Ateneo pisano. L’annuncio è stato fatto martedì 4 maggio durante una conferenza a cui hanno partecipato il rettore dell'Università di Pisa, Paolo Maria Mancarella, il sindaco di Curtatone, Carlo Bottani, e il direttore del Centro per l’Innovazione e la Diffusione della Cultura (CIDIC) dell'Ateneo, Saulle Panizza, alla presenza del sindaco di Pisa, Michele Conti, e del prefetto di Pisa, Giuseppe Castaldo.

 Z620876

Istituito dal Comune di Curtatone e giunto alla quarta edizione, il Premio sarà consegnato il 29 maggio a Curtatone in occasione delle celebrazioni per il 173° anniversario della battaglia. Viene assegnato a "personalità che si siano distinte, svolgendo nell'età contemporanea un ruolo di particolare rilievo nella vita del nostro Paese e a livello internazionale, per il progresso culturale, sociale e per la tutela dei valori di libertà e democrazia". Nelle precedenti edizioni sono stati premiati l'allora capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli, il giornalista Ferruccio De Bortoli e, lo scorso anno, il generale di Corpo d'Armata e capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Salvatore Farina.

troncaIl dottor Francesco Paolo Tronca, nato a Palermo nel 1952, si è laureato in Giurisprudenza nel 1975 e in Storia nel 1986, sempre all’Università di Pisa. È stato vice capo, capo di gabinetto e vice prefetto vicario della prefettura di Milano prima del 2003, quando è stato nominato Prefetto della Repubblica, incarico svolto a Lucca e a Brescia. Nel 2008 è stato nominato Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell'interno. Tra le emergenze che si è trovato a gestire, i terremoti dell'Aquila e dell'Emilia, il disastro ferroviario di Viareggio e il naufragio della Costa Concordia. Nel 2013 ha assunto l'incarico di Prefetto di Milano, coordinando lo svolgimento dell'Expo 2015. Nel 2015 è stato nominato Commissario straordinario del Comune di Roma Capitale. Dal novembre 2016 è stato Direttore della Struttura di Missione del Ministero dell'Interno incaricata della prevenzione e contrasto delle infiltrazioni della criminalità' organizzata nell'azione di ricostruzione nelle aree colpite dal sisma dell'agosto 2016. Nel 2017 è stato nominato Commissario Straordinario dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e nell’agosto dello stesso anno Consigliere di Stato. Attualmente è membro del Consiglio di amministrazione dell’Università di Pisa.
Il dottor Francesco Paolo Tronca è stato insignito della Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana, della Gran Croce dell'Ordine pontificio di San Gregorio Magno e della Legion d'Honneur della Repubblica francese. Cultore di storia, in particolare del Risorgimento e della figura di Garibaldi, possiede una importante collezione privata sull'eroe dei due mondi, più volte esposta al pubblico.

Nel ricordare la biografia del dottor Tronca, la Motivazione del Premio "Curtatone e Montanara" si sofferma “sull’impegno profuso al servizio dello Stato durante la sua lunga carriera all’interno delle Prefetture di tutta Italia che lo ha visto fronteggiare innumerevoli emergenze, ponendosi come punto di riferimento dell’Istituzione della legalità, per la difesa della convivenza civile e pacifica, a tutela di quei valori che incarnano più compiutamente l’essenza della democrazia e architrave della nostra Carta Costituzionale”. La Motivazione sottolinea infine “la sua passione per la storia risorgimentale, che lo ha portato a condividere i contenuti valoriali presenti nel patrimonio ideale del Risorgimento, premessa di una integrità storica e simbolo della nostra Nazione, in piena sintonia e continuità ideale con i giovani volontari che valorosamente si batterono e perirono nella Battaglia di Curtatone e Montanara, in nome della libertà”.

Nella foto in alto, da sinistra: Castaldo, Bottani, Conti, Mancarella, Rosario Di Bartolo (direttore generale Unipi), Panizza.

Nella foto in basso: Francesco Paolo Tronca.

  •  
  • 4 maggio 2021

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa