Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Quattro progetti premiati nel primo hackathon del Contamination Lab Pisa

Undici team di ricercatori e studenti hanno sviluppato innovative soluzioni su tre sfide riguardanti l'editoria 4.0

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

conthacktSono le quattro idee vincitrici della prima edizione di CONTHACKT, l'Hackathon virtuale lanciato dal Contamination Lab Pisa (CLab) e organizzato in collaborazione con Il TirrenoPolo Tecnologico di NavacchioSeacomDigital-HubPemcards by EmotionIntarget e iDNA.

La competizione si è svolta, in forma virtuale, nei giorni 9 e 10 dicembre e ha registrato 31 partecipanti tra studenti e ricercatori dell'Ateneo, che, divisi in 11 team, sono stati chiamati a elaborare e presentare una soluzione originale a tre sfide, relative ad altrettanti aspetti caratterizzanti del giornalismo e dell'editoria moderni.Alla conclusione della competizione i team hanno esposte le loro idee in un pitch davanti a una giuria di esperti che ha selezionato i vincitori.

Le sfide proposte riguardavano tre problemi con cui il giornalismo moderno si misura quotidianamente.La prima, incentrata sul tema della fidelizzazione della comunità dei lettori, ha visto la vittoria del team "Il thè corretto" (Gioia Giannetti, Giacomo Lemmetti) con la proposta di una "Tirreno Card", una tessera punti fedeltà che fornisce vantaggi agli abbonati del giornale.

Lseconda riguardava le nuove strategie per avvicinare il mondo dell'informazione alle generazioni più giovani e ha registrato la vittoria ex aequo dei team "NextGenNews" (Ludovica Binetti, Tommaso Pelagatti, Camila Garrubba) e "WebGeeks"(Camilla Poggianti, Andrea Vitiello)che hanno ideato rispettivamente "eRudy"un chatbotche permette al lettore del giornale di vivere un'esperienza interattiva e personalizzata, e un piano editoriale molto attento ai nuovi canali social e all'interazione con gli utenti/lettori

Infine la terza sfida, che puntava ad individuare nuove fonti di ritorno economico per il giornale, è stata vinta dal team "Pascalini" (Sofia Di Viesti, Fabio Melasi; Samuele Fortuna; Massimiliano Bozzaotrache hanno proposto alla giuria nuovi modelli di finanziamento basati su crowdfunding, giornalismo partecipativo e quiz contest per gli utenti.

vincitori si aggiudicanooltre all'accesso privilegiato alla prossima edizione del Contamination Lab Pisa, una sessione di consulenza per accelerazione d'impresa, un abbonamento di tre mesi a Spotify Premium, una gift card Amazon del valore di 20, che si aggiungono all'abbonamento di un mesea Il Tirreno digitale, gadget dell'evento e cartoline digitali previsti invece per tutti i partecipanti e offerti dai partner dell'evento.

"Il CONTHACKTha dichiarato il professor Leonardo BertiniChief del CLab Pisa - si proponeva di permettere ai ragazzi di mettere alla prova la loro creatività, verificando di persona quale grande soddisfazione si possa trarre dall'affrontare e risolvere in modo innovativo problemi reali. Il successo dell'iniziativa ci conferma nell'intenzione di ripeterla ed ampliarla nel prossimo futuro".

L'hackathon ha registrato la partecipazione di team multidisciplinari formati da studenti provenienti da aree disciplinari molto diverse, ma dove spicca un 50% di partecipanti afferenti all'area umanistica e delle scienze sociali.La comunità universitaria ha colto l'occasione di mettersi alla prova nella ricerca di idee innovative uscendo dalla dimensione individuale per condividere lavori e progetti in un contesto che ha portato i ragazzi a confrontarsi con i problemi posti dalla collaborazione e dalla competizione.

Tutte le informazioni sull'evento sono disponibili sul sito http://contaminationlab.unipi.it/conthackt/.

  •  
  • 11 dicembre 2020

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa