Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Al matematico Enrico Bombieri il premio Crafoord 2020

Il riconoscimento all'ex professore di Unipi e Scuola Normale per i suoi studi nel campo della teoria dei numeri

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

Il matematico Enrico Bombieri, già professore dell’Università di Pisa e della Scuola Normale Superiore, è stato insignito del Premio Crafoord 2020. Conferito a studiosi delle discipline scientifiche non comprese nei Nobel (matematica, scienze biologiche, astronomia, geologia), il Premio è stato istituito da Anna Greta e Holger Crafoord nel 1980 e viene dato annualmente dalla Royal Swedish Academy of Sciences, l’Accademia reale svedese delle scienze le cui commissioni si occupano anche dell’assegnazione dei Nobel della Fisica e della Chimica.

bombieri_dottorato_hc.jpg
Nella foto il professor Enrico Bombieri nel 2000 alla cerimonia di conferimento del dottorato honoris causa in Matematica da parte dell'Università di Pisa.

Oltre ad Enrico Bombieri, il premio Crafoord 2020 è andato anche ad Eugene Parker, l’astronomo statunitense cui si deve la scoperta del “ vento solare”. Il premio vale sei milioni di corone svedesi (circa 570mila euro) ed è assegnato in collaborazione con la Crafoord Foundation di Lund.

Medaglia Fields nel 1974 (e fino al 2018 unico italiano ad aggiudicarsela), Bombieri si è distinto nei più svariati campi, dalla teoria dei numeri alla geometria algebrica, passando per la teoria dei gruppi finiti e per l’analisi matematica. È Emeritus Professor all’Institute for Advanced Study di Princeton. Dal 1974 al 1977 è stato professore alla Scuola Normale, e in precedenza dell’Università di Pisa.

"È stata una grossa sorpresa - ha commentato il matematico italiano, nato a Milano nel 1940-. Ho già ricevuto alcuni premi, ma sono particolarmente soddisfatto di questo a causa della mia connessione con i matematici svedesi ", ha commentato sull'apprendimento del premio.

Il Premio sarà conferito a Stoccolma il prossimo 15 maggio alla presenza del Re e della Regina di Svezia.

  •  
  • 12 febbraio 2020

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa