Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

X Fragile. Vita e opinioni di un antieroe

L’autore è laureato a pieni voti in Ateneo

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

Venerdì 22 novembre, alle ore 16,30 nella Sala dei Mappamondi del Rettorato dell’Università di Pisa (Palazzo alla Giornata, Lungarno Pacinotti, 43) c'si presenta il libro "X Fragile. Vita e opinioni di un antieroe" (Felici Editore, 2019) di Luca Razzauti. L’autore nel 2018 ha conseguito con il massimo dei voti la Laurea magistrale in Storia e Forma delle arti visive, dello spettacolo e dei nuovi media presso l’Ateneo. Insieme a Luca è prevista la presenza del rettore dell’Università di Pisa Paolo Mancarella, del professore Maurizio Ambrosini del Dipartimento Civiltà e Forme del sapere, della professoressa Sandra Lischi, delegata per la comunicazione e la diffusione della cultura e dell’editore Fabrizio Felici.

 

xfragile_foto_inside.jpg

La presentazione del volume in anteprima per la stampa in rettorato di martedì 19 novembre, da sinistra Luca Fanucci (delegato del rettore all’integrazione degli studenti e del personale con disabilità), Fabrizio Felici, Luca Razzauti, Paolo Mancarella, Maurizio Ambrosini, Sandra Lischi


Nel volume Luca Razzauti racconta la sua storia a partire dall’infanzia quando si manifestarono i primi sintomi della sindrome X Fragile che lo hanno portato a lottare contro i pregiudizi e le rigidità del sistema sanitario e scolastico. “Per me, per gli operatori che lo hanno supportato lungo tutto il suo percorso formativo e soprattutto per i giovani che affrontano, a volte con un senso di smarrimento, il percorso di studi universitario, la storia di Luca rappresenta una bellissima lezione di vita, di dignità e di determinazione”, ha scrittore il rettore Mancarella nella prefazione.

"X Fragile. Vita e opinioni di un antieroe" è dunque un romanzo di formazione autobiografico, in cui Luca spiega i limiti e le potenzialità della sua condizione psico-fisica e in cui narra il suo percorso accompagnato da professionalità lungimiranti, amici straordinari e soprattutto da una famiglia affettuosa e non convenzionale.

“Vivere l’università alla pari con altri senza sentirmi il solito sorvegliato speciale”, così Luca ha sintetizzato la sua esperienza all’Università di Pisa, una strada non scontata che lo ha portato verso importanti traguardi. Fra i suoi prossimi impegni ci sarà infatti anche quello di testimonial di fronte al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella insieme a Massimo Tenaglia e Lorenzo Nizzi Vassalle, altri due laureati dell’Università di Pisa che durante i loro studi sono stati seguiti dall’Ufficio Servizi per l'Integrazione di studenti con Disabilità. L’occasione è il Convegno della Conferenza Nazionale Universitaria dei Delegati del Rettore per la Disabilità (CNUDD) sui vent'anni della Legge n. 17/99 che si svolgerà il 6 dicembre a Roma.


Luca Razzauti e Massimo Tenaglia, quest’ultimo ipovedente e laureato in ingegneria elettronica nel 2014, saranno i protagonisti di due video in cui racconteranno la loro esperienza di studenti con disabilità. Lorenzo Nizzi Vassalle, sordo e laureato nel 2018 con il massimo dei voti in discipline dello spettacolo e della comunicazione, è stato invece fra i tre prescelti in tutta Italia per portare di persona la propria testimonianza al convegno.
All’appuntamento di Roma parteciperà infine anche il rettore dell’Ateneo pisano Paolo Mancarella invitato a parlare delle origini della CNUDD in qualità di ex presidente.

 

 

  •  
  • 22 novembre 2019

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa