Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

L'estate nei Musei dell'Università di Pisa

Aperti ad agosto Museo di Storia Naturale, Orto botanico, Museo della Grafica, Gipsoteca, Collezioni Egittologiche e Museo degli Strumenti per il Calcolo

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus
TondoSMAÈ arrivato agosto e quasi tutti i musei di Ateneo sono aperti: perché allora non approfittare della frescura offerta dagli alberi dell’Orto Botanico o della calma estiva per visitare mostre o collezioni che durante l’anno non si ha il tempo di vedere?
 
Fare del turismo nella città in cui si vive può riservare belle sorprese.

Il Museo della Grafica, ospita una tra le più importanti raccolte pubbliche di grafica contemporanea. Fino al 1° settembre vi sono inoltre in corso le tre mostre temporanee:

• ALFRED HITCHCOCK nei film della Universal Pictures 
• I COLORI DELLA PROSPERITÀ: frutti del vecchio e nuovo mondo 
• ARNO, COMPAGNO DI VITA 

L’Orto e Museo Botanico, dove è appena stata inaugurata una nuova piccola serra, per tutto il mese di agosto resterà aperto tutti i giorni fino alle 21 (escluso il weekend del 24 e 25 agosto che rimarrà chiuso a causa di un intervento di manutenzione per preservare i pregevoli esemplari di palme custodite al suo interno). Fondato nel 1543, è il primo orto botanico universitario del mondo e nei suoi tre ettari ospita piante dei cinque continenti. Al suo interno si trova il Museo Botanico, che conserva gli erbari così come le testimonianze dell’antica Galleria istituita dal Granduca di Toscana, Ferdinando I de’ Medici.
 
Anche il Museo di Storia Naturale (nato alla fine del XVI secolo come “Galleria” annessa al Giardino dei Semplici di Pisa, ovvero l’attuale Orto Botanico) è uno dei più antichi musei al mondo. Nel corso dei secoli ha arricchito le sue collezioni fino a custodire oggi un patrimonio di enorme valore storico e scientifico. Il museo è adesso ospitato nella trecentesca Certosa di Calci e include l’acquario di acqua dolce più grande in Italia. Da poco è visitabile una nuova esposizione dedicata all’Evoluzione degli Uccelli. Ancora in corso è, inoltre, la mostra temporanea Arthropoda. Viaggio in un microcosmo dedicata alla scoperta di insetti, ragni e scorpioni.
 
Per l’importanza dei suoi reperti, le Collezioni Egittologiche rappresentano un solido punto di riferimento per gli studiosi e gli appassionati di archeologia e storia dell’antico Egitto. Fanno parte della Pisa meno conosciuta. Si trovano infatti al primo piano del Palazzo Mazzarosa, in Via San Frediano, 12, a due passi da Piazza dei Cavalieri. Sono aperte tutti i giorni feriali, ma bisogna suonare il campanello sulla strada per farsi aprire.
 
La Gipsoteca di Arte Antica ospita, all’interno della chiesa di San Paolo all’Orto, una tra le prime raccolte di calchi in gesso istituite in Italia, offrendo una sintesi delle opere più note e significative dell’arte greca, etrusca e romana. Al primo piano sono esposte la collezione dell’Antiquarium di archeologia classica e le collezioni Paletnologiche.
 
Il Museo degli Strumenti per il Calcolo espone infine i pezzi più significativi di una raccolta di macchine legate alla storia dell’Informatica tanto ricca quanto unica in Italia: dagli aritmometri dell’Ottocento ai grandi calcolatori degli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, fino ai prodotti più rilevanti nella storia del Personal Computer. Il museo ospita il primo calcolatore scientifico italiano, la CEP (Calcolatrice Elettronica Pisana), costruito proprio dall’Università di Pisa, in un progetto che portò alla costituzione a Pisa di un nucleo di competenze che negli anni a seguire ha disseminato la cultura dell’Informatica in tutto il Paese. Su questa scia nacque nel 1969 il primo corso di laurea in Informatica d’Italia (Laurea in Scienze dell’Informazione), di cui quest’anno si celebra il cinquantesimo anniversario.
 
I musei di Anatomia, (Museo Anatomico VeterinarioMuseo di Anatomia Umana e Museo di Anatomia Patologica) resteranno invece chiusi ad agosto, dando appuntamento a tutti i visitatori a partire da settembre.
 
Ricordiamo che i musei universitari sono gratuiti per tutti gli studenti delle università toscane (che esibiscono la carta unica dello studente universitario della Toscana).

 

Orari estivi


Museo della Grafica-Palazzo Lanfranchi
Palazzo Lanfranchi, Lungarno Galilei 9, 56125 Pisa
Dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 20:00
Chiuso il 15 di agosto

Orto e Museo Botanico
Via Roma 56 e, temporaneamente, Via Porta Buozzi 3, 56126 Pisa
Aperto tutti i giorni
Dal 1° giugno al 31 agosto: 8.30 – 21.00 (ultimo ingresso ore 20.00)
Dal 1° al 30 settembre: 8.30 – 20.00 (ultimo ingresso ore 19.00)
Chiuso il 24 e 25 agosto e il 21 e 22 settembre

Museo di Storia Naturale di Calci
Via Roma 79, 56011 Calci (Pisa)
Aperto tutti i giorni
Orario estivo (1 giugno – 30 settembre):
 10.00- 20.00

Collezioni Egittologiche
Via San Frediano 12, 56126 Pisa
Lunedì e giovedì  9.00 – 13.00
Martedì, mercoledì e venerdì  9.00 – 13.00  e  15.00 – 18.00
Chiuso Sabato e Domenica e il 15 agosto.

Gipsoteca di Arte Antica
Piazza San Paolo all’Orto 20, 56127 Pisa
Martedì – Sabato:  9.00 – 13.00  e  16.00 – 19.00
Chiuso Domenica e Lunedì e il 15 di agosto

Museo degli Strumenti per il Calcolo
Via Bonanno Pisano 2/B / Via Nicola Pisano 25, 56126 Pisa (area dei Vecchi Macelli)
Lunedì – Venerdì:  9.00 – 17.00
Chiuso Sabato e Domenica e il 15 di agosto

I Musei di Anatomia
Museo Anatomico Veterinario – Viale della Piagge 2, 56124 Pisa
Museo di Anatomia Umana – Scuola Medica, Via Roma 55, 56126 Pisa
Museo di Anatomia Patologica – Scuola Medica, Via Roma 57, 56126 Pisa
sono chiusi ad agosto.

https://www.sma.unipi.it/2019/07/lestate-dei-musei-di-ateneo/

  •  
  • 6 agosto 2019

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa