Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Storia delle due Indie

È appena uscito un volume sulla figura dell'abate Raynal curato da Antonella Alimento e Gianluigi Goggi

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

copertinaAntonella Alimento, professoressa di Storia moderna al Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, e Gianluigi Goggi, docente dell'Ateneo, sono i curatori di L’Histoire philosophique et politique des établissements et du commerce des Eiropéens dans les deux Indes, un volume che raccoglie gli atti di una giornata di studio organizzata a Pisa sulla figura dell'abate Guillaume-Thomas Raynal.

Pubblichiamo di seguito una presentazione del volume.

*****************************************

L’Histoire philosophique et politique des établissements et du commerce des Européens dans les deux Indes (in forma abbreviate: Histoire des deux Indes) è un vasto resoconto delle imprese coloniali e del commercio degli Europei nelle due Indie (cioè Indie orientali e Indie occidentali, o Americhe), a partire dalla fine del Quattrocento (scoperta dell’America) sino agli anni ‘70/’80 del Settecento.

Redatta e coordinata dall’abate Guillaume-Thomas Raynal (1713-1796), sotto il patrocinio dell’onnipotente duca di Choiseul, ministro di Luigi XV, essa diventa il punto di incontro di numerosi intellettuali/philosophes dell’epoca. L’opera nasce quindi come opera filogovernativa, di appoggio alla politica coloniale del regime di Luigi XV e di critica al predominio sui mari che esercita l’Inghilterra del tempo. Fra i collaboratori di Raynal un rilievo particolare assume la figura di Denis Diderot (il direttore ben noto dell’Encyclopédie), che lavora a lungo all’opera.

La prima edizione esce con la data del 1770 (6 vol. in-8°). Altre due edizioni arricchite e ampliate si contano nel giro di poche anni: Nel 1774 esce la seconda edizione (7 vol. in-8°), nel 1780, l’edizione in qualche modo definitiva comprendente 4 vol. in-4° o 10 vol, in.8°.

Passando da un’edizione all’altra, l’opera di Raynal conosce una forte radicalizzazione. Quella che all’inizio era il frutto per così dire di un ‘incarico’ (o di una ‘commessa’) filogovernativa diventa una vera e propria macchina da guerra (machine de guerre) contro l’Ancien Régime.

Da una ventina di anni un gruppo di studiosi di diversi paesi (europei e non) hanno progettato una edizione critica moderna dell’opera dell’abate Raynal. Di tale edizione è uscito per ora il primo volune, il secondo è ormai imminente.

All’interno della cornice di tale edizione si colloca il colloquio sull’abate Raynal che Antonella Alimento e Gianluigi Goggi hanno organizzato a Pisa nel febbraio 2016, con il titolo: Autour de l’abbé Raynal: genèse et enjeux politiques de l’Histoire des deux Indes (Intorno all’abate Raynal: genesi e poste politiche dell’Histoire des deux Indes).

Le relazioni presentate a tale incontro sono raccolte nel volume che viene qui presentato e che è stato pubblicato dal Centre international d’étude du XVIIIesiècle di Ferney-Voltaire, diretto da Andrew Brown, a cui si deve anche la pubblicazione dell’edizione critica moderna dell’opera di Raynal.

  •  
  • 4 giugno 2018

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa