Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Aspettando America

Dalla Pisa University Press un libro sulla separazione e sull’ingresso in un mondo nuovo curato dal prof. Garzonio

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

aspettando_america.jpgÈ uscito per i tipi della Pisa University Press "Aspettando America" di Maxim D. Shrayer, scritto memorialistico ambientato nel 1987, a cura del professore Stefano Garzonio, ordinario di Slavistica al dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.

Pubblichiamo di seguito la Nota alla traduzione italiana.

****************

Quasi trent’anni fa, nell’anno 1987, arrivai (per la prima volta) in Italia da Mosca. Avevo vent’anni ed ero un rifugiato. Venni qui perché l’Italia aveva aperto i confini e dato ospitalità a decine di migliaia di ebrei che sfuggivano alle persecuzioni – proprio come quando, nel periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale e della Shoah, l’Italia aveva di fatto consentito a migliaia di sopravvissuti ebrei, per lo più provenienti dall’Europa dell’Est, di entrare, riunirsi, per poi ripartire alla volta di Israele.

Prima arrivai a Roma, nel giugno del 1987, e poi trascorsi oltre due mesi a Ladispoli, una località costiera vicina alla più famosa Cerveteri, che è nota per i suoi tumuli, ossia le tombe etrusche. Arrivai in Italia e mi innamorai del paese e della gente. Questo amore – e questa gratitudine – mi sono rimasti nel cuore per sempre.

Aspettando America, il libro che presento oggi, è la storia di come ho lasciato la Russia, ho aspettato in transito prima di entrare in America, e mi sono innamorato dell’Italia mentre cercavo di rimettere insieme gli elementi essenziali della mia stessa identità – le mie radici ebraiche e quelle russe. Questo è un libro sulla separazione e sull’ingresso in un mondo nuovo.

Sono grato alla mia brava traduttrice, la dottoressa Rita Filanti, al professor Stefano Garzonio, che ha curato il testo e lo ha arricchito di una lucida ed elegante postfazione, e a Pisa University Press per aver dato al mio libro una ospitale casa italiana.

Maxim D. Shrayer
26 August 2017
South Chatham, Massachusetts

  •  
  • 17 gennaio 2018

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa