Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Festival della Robotica, al via il 7 settembre

Fino al 13 settembre eventi, incontri, mostre e convegni con ospiti internazionali per la kermesse pisana

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

banner robotica pisaLa robotica al servizio dell’uomo: per liberarlo dalle incombenze più faticose, intervenire con estrema precisione e affidabilità sul corpo umano, migliorare la qualità di vita delle persone diversamente abili, contribuire a superare il divario tra il nord e il sud del mondo, scoprire inattese espressioni artistiche. La robotica in tutte le sue declinazioni, riassunte nell’origine stessa di questa parola slava “lavoro forzato, servitù” (a beneficio esclusivo dell’uomo), è la protagonista del primo festival internazionale ospitato in Italia, a Pisa, dal 7 al 13 settembre 2017, nella città che vanta una delle più alte concentrazioni al mondo di addetti e di attività di ricerca, sviluppo, applicazione di sistemi robotici. La cerimonia inaugurale è prevista giovedì 7 settembre alle 18.30 agli Arsenali Repubblicani.

A presentarlo alla stampa, venerdì 1 settembre alle ore 11,30 a Palazzo Gambacorti, sede del Comune di Pisa, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il direttore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna Paolo Dario, la direttrice del Centro "E. Piaggio" dell’Università di Pisa Arti Ahluwalia e il presidente della Fondazione Arpa Franco Mosca.

Il Festival internazionale della robotica è promosso da Comune di Pisa, Fondazione Arpa, Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, Centro di Ricerca “E.Piaggio”. I co-promotori scientifici sono: Scuola Superiore Sant’Anna, Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Irccs Stella Maris, Centro di eccellenza Endocas dell’Università di Pisa. Pisa, con la sua area, vanta una delle più alte concentrazioni al mondo di addetti e di attività di ricerca, sviluppo e applicazione di sistemi robotici ed è la sede naturale del festival che presenta la robotica nelle sue molteplici applicazioni per 'servire' la persona. 

DSCN3171.jpeg
Un momento della conferenza stampa in Comune. Da sinistra: Franco Mosca, Marco Filippeschi, Arti Ahluwalia e Paolo Dario.

Fra i numerosi eventi, che vedono la partecipazione di alcuni tra i leader internazionali della robotica, si segnalano quelli dedicati all’arte e allo spettacolo (9 e 11 settembre); all’insegnamento dei chirurghi, i quali potranno utilizzare sistemi di simulazione per affinare la loro formazione (9 e 11 settembre); allo sport e al superamento delle disabilità (10 e 13 settembre); all’industria e alla quarta rivoluzione industriale che, grazie alla robotica, migliorerà la vita dei lavoratori liberandoli da incombenze pericolose, faticose, usuranti (11 settembre); al rapporto con l’etica e con la regolazione normativa (11 settembre); al miglioramento della logistica farmaceutica (11 settembre); alla cooperazione umanitaria e alla solidarietà, per contribuire a vincere le diseguaglianze (12 e 13 settembre). Una giornata, quella del 12 settembre, sarà dedicata agli investitori, per conoscere le opportunità che Pisa e la Toscana offrono per garantire lo sviluppo di un’eccellenza italiana leader a livello mondiale com’è la robotica.

Il festival è ospitato in 12 location, scelte fra le più suggestive del centro storico di Pisa e che, in buona parte, coincidono con alcune sedi delle istituzioni che hanno contribuito a promuovere il festival, come organizzatori o co-promotori scientifici. Per affrontare le tematiche del festival, attraverso una vasta gamma di eventi, è altrettanto ricco il panel dei relatori: scienziati, intellettuali, artisti che presenteranno le sfide più entusiasmanti e presenteranno in anteprima alcuni dei progetti che avranno un alto impatto per migliorare la vita dell’uomo.

Il programma comprende eventi dedicati alla 'cultura robotica' e all’arte in diverse forme ed espressioni. Per la parte musicale, due sono gli eventi di rilievo, uno dei quali vede la partecipazione di Andrea Bocelli, che della Fondazione Arpa è il presidente onorario. Andrea Bocelli ha infatti voluto contribuire alla visibilità internazionale del Festival con il concerto lirico “A Breath of Hope: dallo Stradivario al Robot”, in cui collabora sul palco con un robot, per la prima volta nella sua carriera. Si tratta di un concerto di beneficenza in programma martedì 12 settembre alle 21 al teatro Verdi di Pisa, che vedrà il robot YuMi collaborare con Andrea Bocelli, con la soprano Maria Luigia Borsi e con l’orchestra Filarmonica di Lucca. Il main sponsor della serata è ABB. Ingresso in beneficenza, è necessario prenotarsi ed è possibile farlo a questo link.

Il concerto con Andrea Bocelli è anticipato da un ulteriore evento di beneficenza. Sabato 9 settembre alle 21 al Verdi di Pisa è in programma il concerto “The Music of Soul: la grande musica da Mozart a Puccini”, interpretato dall’Orchestra Filarmonica di Lucca diretta da Andrea Colombini, dal coro dell’Università di Pisa diretto da Stefano Barandoni e dalla Celtic Harp Orchestra diretta da Fabius Constable. L’evento vedrà la partecipazione straordinaria del robot androide FACE, sviluppato dal Centro E. Piaggio dell’Università di Pisa, vestito con un abito settecentesco realizzato appositamente dalla Fondazione Cerratelli di Pisa, insieme all’umanoide RoboThespian dell’azienda inglese Engineered Arts Ltd. Presenta la serata Renato Raimo. Ingresso in beneficenza, è necessario prenotarsi ed è possibile farlo a questo link.

Inoltre la ABF (Andrea Bocelli Foundation) sarà impegnata sabato 12 settembre con la sua presidente, Laura Biancalani, nella giornata dedicata alla cooperazione umanitaria, a presentare le attività per combattere la povertà nel mondo.

 

Focus sugli appuntamenti UNIPI

Protagonista del Festival per l’Università di Pisa è il Centro “E. Piaggio”: ecco gli eventi più importanti che animeranno il Festival seguendo il tema dell’interazione fisica ed emotiva fra uomo e robot.

Dall’8 al 10 settembre alla Stazione Leopolda il Centro presenterà la “soft hand” e le ricerche condotte nell’ambito della soft robotics, la nuova robotica volta a progettare i robot del futuro, “morbidi” e cedevoli, in grado di compiere movimenti simili a quelli umani in modo naturale.

Sul tema dell’interazione emotiva e sociale il professor Danilo De Rossi del Centro farà una lectio magistralis il 7 settembre in occasione dell’evento inaugurale, dal titolo “I sogni dell’androide” e sarà uno dei protagonisti del convegno “Robotica ed emozioni” che si svolgerà l’8 settembre nell’Aula magna della Scuola di Ingegneria. Da segnalare poi – e in questo caso la location è il Teatro Verdi – che il robot umanoide FACE, sarà spettatore d’eccezione al concerto "The music of soul”, in programma il 9 settembre. Nell’ambito poi della conferenza del 12 settembre sulle tecnologie per la cooperazione umanitaria, verrà presentato il progetto UBORA, coordinato dal Centro Piaggio, per lo sviluppo di una piattaforma comune tra Europa e Africa per condividere tecnologie per i dispositivi biomedicali.

Ma coinvolgimento del Festival dell’Ateneo pisano passa anche dal Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi dove il 9 settembre sarà inaugurata la mostra “Imagine robots. video, modelli e immagini da Leonardo al terzo Millennio”, una mostra di opere grafiche e multimediali sul tema della robotica organizzata dal professor Alessandro Tosi.

Sono poi moltissimi gli incontri e i convegni che vedono la partecipazione di ricercatori e docenti dell’Ateneo. In particolare il rettore Paolo Mancarella e il prorettore con delega alle attività sportive, Marco Gesi il 10 settembre agli Arsenali Repubblicani per l’incontro su sport e handicap. E infine sempre il rettore Mancarella, il 10 settembre al Polo Carmignani, aprirà il convegno su “Attuali e future metodiche di insegnamento in chirurgia: quale il ruolo della simulazione?”.

 robot_divano.jpg

Info logistiche, biglietterie, biglietti e abbonamenti.
Il festival è ospitato in 12 location, scelte fra le più suggestive del centro storico di Pisa: qui per vedere la mappa sul sito. La fiera espositiva si trova agli Arsenali Repubblicani e alla Stazione Leopolda.
Orari di apertura: Arsenali Repubblicani: 10-18,30; Stazione Leopolda: 9,30-18,30. Alcuni eventi hanno orari indipendenti da quelli di apertura delle due sedi espositive: si prega di consultare il programma generale che è sul sito.
L’accesso alla fiera espositiva prevede i seguenti biglietti: ingresso 5 euro, ridotto (7-18 anni) 1 euro; abbonamento 2 giorni 8 euro, ridotto (7-18 anni) per 2 giorni 1,50 euro; abbonamento per tutta la manifestazione 15 euro, ridotto (7-18 anni) 3 euro; ingresso omaggio per bambini fino a 6 anni.
Per conoscere le modalità di accesso ai singoli eventi, si consiglia di prendere visione del programma sul sito: è indicata nel dettaglio di ogni appuntamento.
Durante i giorni del festival saranno attive due biglietterie: agli Arsenali Repubblicani (aperta 10-17,30) e alla Stazione Leopolda (aperta 9,30-17,30).
Convenzione con Metarock: gli spettatori del Metarock2017 avranno accesso gratuito al festival, mostrando il biglietto all’ingresso, mentre i visitatori del Festival della Robotica potranno acquistare il biglietto per il Metarock festival con il 25% di sconto.

Le prevendite sono attive su vivaticket.

  •  
  • 1 settembre 2017

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa