Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Minori non accompagnati: l'ultimo caposaldo della solidarietà?

Seminario con Chiara Pettenella

data 16 Aprile 2018 16:00  |  luogo Polo Piagge Via Giacomo Matteotti, 11, 56124 Pisa PI
  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

PETTENELLA CHIARA PHOTO 225x225Lunedì 16 aprile, alle ore 16:00, nell'aula P1 del Polo Piagge, nell'ambito dei seminari dei corsi di laurea in Scienze per la Pace dell'Università di Pisa, si terrà il seminario "Minori non accompagnati: l'ultimo caposaldo della solidarietà?" con Chiara Pettenella.

I minori non accompagnati (migranti identificati come minorenni e come presenti sul territorio di un paese UE senza un genitore) hanno un ruolo sempre più centrale nei discorsi e nelle politiche delle istituzioni europee, delle organizzazioni umanitarie e del mondo associativo, ma anche nelle pratiche dei militanti solidali. La ragione di questa attenzione è la presunzione – molto consensuale – di una maggiore vulnerabilità dei minori non accompagnati rispetto ad altre categorie di migranti. In questa presentazione proveremo a decostruire le operazioni di categorizzazione che sottendono al consenso sulla vulnerabilità dei minori non accompagnati e ne fanno un oggetto sempre più esclusivo di protezione, delegittimando (Akoka 2017) o criminalizzando (Palidda 2015) allo stesso tempo le altre categorie di migranti (i "finti rifugiati" (Agier e Madeira 2017), i "migranti indesiderati" (Agier 2013) e "in sovrannumero" (Frigoli 2008, 2010), ecc.). L'ipotesi che facciamo è che l'importanza crescente attribuita dalle istituzioni ai minori non accompagnati abbia come risultato non una diffusione della protezione ad altre categorie di migranti, ma piuttosto una riduzione generalizzata della loro legittimità e dei loro diritti. Allo stesso modo, persone e gruppi solidali sono indotti a rivolgersi verso quello che appare come l'ultimo caposaldo della solidarietà legittimata dalle istituzioni (i minori non accompagnati, appunto), rischiando così di ampliare il margine di criminalizzazione di tutte le altre forme di solidarietà.

 

Chiara Pettenella

Chiara Pettenella sta completando una tesi di dottorato in scienze politiche all'Istituto di studi politici di Aix-en-Provence (Sciences Po Aix), sul tema "Minori non accompagnati: la vulnerabilità come categoria della sorveglianza nel governo internazionale delle migrazioni (1997-2017). Bruxelles, Catania, Il Cairo." Dopo la laurea triennale in lingua e civilizzazione araba (Università Ca' Foscari di Venezia, Università di Granada, 2002-2006), studia arabo a Damasco all'Istituto francese del Vicino Oriente (IFPO, 2006-2007). Vive da dieci anni in Francia (attualmente a Marsiglia), dove ha ottenuto la laurea specialistica in politiche comparate, con specializzazione sul mondo arabo, all'Istituto di studi politici di Parigi (Sciences Po Paris, 2007-2009), e poi lavorato come operatrice sociale per l'associazione France terre d'asile in una struttura di accoglienza per minori non accompagnati (2011-2012), prima di cominciare il dottorato a Aix-en-Provence (2013-2018).

 

In foto Chiara Pettenella - credits http://www.cejm-es.eu/

 

Info e Contatti:
https://pace.unipi.it/

2018-04-16 16:00:00
2018-04-16 23:00:00

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa