Dibattito in corso: il contributo dei protagonisti - novità

The Guild (raggruppamento che comprende diciannove tra le più importanti università europee ad alta intensità di ricerca in quattordici paesi) ha pubblicato il 9 aprile un “position paper” sul processo di pianificazione strategica di Horizon Europe, come contributo all’attuazione del programma. Il documento è disponibile a questo link, una sintesi è visibile qua.

Molti i commenti e gli emendamenti alla proposta di Horizon Europe che si sono succeduti negli scorsi mesi da parte di rappresentanti della comunità scientifica ed imprenditoriale europea. Di seguito citiamo alcuni contributi espressi dalla comunità italiana.

Il documento di posizionamento, Italy position statement on the interim evaluation of Horizon 2020 and the next framework programme for the European Research è nato dalla consultazione pubblica, realizzata nel 2017, rivolta a tutti i  registrati nella banca dati dei ricercatori nazionali, del settore pubblico e privato che ha raccolto il parere dei ricercatori italiani su Horizon 2020 e sulle caratteristiche più auspicate del prossimo Programma Quadro.

A Vision Document in support of the Italy Position Statement on the Interim Evaluation of Horizon 2020 and the Next Framework Programme for the European Research inserisce i risultati della consultazione in un documento strategico di supporto alla posizione italiana, ufficialmente sostenuto e presentato dal MIUR.

Precedentemente, i protagonisti della ricerca e dell'innovazione italiane avevano presentato il proprio punto di vista sul nuovo Programma Quadro in occasione dell’evento organizzato il 12 dicembre scorso da APRE: "Verso il 9° Programma Quadro di Ricerca e Innovazione. L’Italia e la sfida europea". Rappresentanti di MIUR, MISE, CNR, Confindustria e di altri stakeholder italiani insieme ad APRE hanno incontrato Kurt Vanderberghe, Direttore ‘Policy Development and Coordination’ presso la DG Ricerca e Innovazione della Commissione europea. Il resoconto della giornata è disponibile alla pagina ufficiale dell'evento pubblicata da APRE.

Le posizioni degli stakeholders nazionali nei settori della Ricerca e dell’Innovazione sono al centro anche del position paper sul nuovo FP9 del Gruppo Informale di Uffici di Rappresentanza Italiani (GIURI), composto dagli uffici di contatto e di rappresentanza italiani con sede a Bruxelles. 

La CRUI, nel position paper "The mid-term review of Horizon 2020 and the design of FP9", aveva sottolineato l’importanza di assicurare il sostegno alla ricerca di base di eccellenza e alle università, le quali dovrebbero essere anche maggiormente coinvolte nelle identificazione dei temi di ricerca del nuovo PQ, per assicurare maggiore interdisciplinarietà e collegamento con le sfide sociali attuali.

Il network Science|Business ha prodotto un’utile ‘insider’s guide’ su Horizon Europe (a disposizione a questo link, ad accesso gratuito per gli utenti Unipi), nella quale sono ben esposte le principali caratteristiche del programma, le questioni aperte e le prossime fasi decisorie, a stretto contatto con la “macchina” europea. 

 



 

Ultima modifica: Mar 16 Apr 2019 - 08:56

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa