Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

Contamination Lab Pisa

Cosa è il Contamination Lab

Il Contamination Lab è un progetto cofinanziato dal Miur (https://clab.cineca.it/) sviluppato dall’Unità Servizi per il Trasferimento Tecnologico dell’Università di Pisa.
Collaborano al progetto la Scuola IMT Alti Studi Lucca, Scuola Normale Superiore e Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Le attività saranno svolte insieme ad altri enti del territorio (Camere di commercio, poli tecnologici, grandi aziende).

Il CLAB è uno spazio fisico e virtuale di incontro e contaminazione, con l’obiettivo di formare studenti e ricercatori alla cultura imprenditoriale (self-entrepreneurship) e far conoscere a startup e aspiranti imprenditori, in possesso di idee creative ed innovative, le possibilità di finanziamento a sostegno della creazione di impresa; inoltre, ha lo scopo di favorire una rete di contatti e opportunità di confronto tra Università, ricerca e imprese del territorio.

L’idea alla base del progetto, è che il CLAB sia al centro di un processo di innovazione ciclico che, attraverso la “contaminazione”, possa arricchirsi con le buone prassi generate da altre realtà o da altri CLAB.

Lo sviluppo di competenze complementari rispetto al percorso di studi, avrà come obiettivo sia l’imprenditorialità giovanile, intesa come “self-entrepreneurship – the start up of You”, sia l’orientamento degli alumni verso il mondo dell’impresa.


Sede del Contamination Lab è il Complesso ex Benedettine, Piazza San Paolo Ripa D'Arno 16 – Pisa.


A chi è rivolto il Contamination Lab


Il progetto è rivolto primariamente a studenti dei corsi di Dottorato e delle lauree magistrali (od equivalenti) di tutte le aree disciplinari.


I percorsi mireranno a:
    • Sviluppare competenze nell’ambito del trasferimento tecnologico e della tutela dei risultati della ricerca;
    • Sviluppare la capacità di fare innovazione all’interno di una impresa (intrapreneurship), e di creare una nuova impresa (entrepreneurship), anche sui temi dell’innovazione sociale e della valorizzazione del patrimonio culturale;
    • Fornire una conoscenza base sui temi del Piano Nazionale Industria 4.0;
    • Orientare la comunicazione in un’ottica di International community building, che coinvolga in maniera trasversale utenti, partner e stakeholder;
    • Fornire le competenze necessarie per attrarre finanziamenti, sia di natura istituzionale che privata.


In particolar modo, la “contaminazione” sarà ottenuta attraverso:
    • L'interazione tra studenti e docenti provenienti da ambiti culturali diversi;
    • L’incontro con realtà esterne al mondo universitario, tramite seminari tenuti da operatori provenienti dal mondo delle imprese, della cultura del management pubblico e privato;
    • La collaborazione di studenti e docenti, aventi diversa formazione, per lo svolgimento di progetti comuni a carattere multi ed interdisciplinare.


I percorsi formativi, saranno articolati in cicli di lezioni frontali, che si avvarranno dei percorsi già in essere presso l’Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore, la Scuola Sant’Anna e l’IMT, ed in attività individuali di accompagnamento, con obiettivo di fornire e approfondire le competenze specialistiche di giovani potenziali imprenditori e di giovani già inseriti in start-up, per realizzare e radicare la loro idea d’impresa o per far crescere la propria azienda, possibilmente anche in altri mercati.


L’offerta formativa consisterà inoltre in attività di tipo sperimentale ed interattivo, quali workshop tematici, attività laboratoriali, partecipazione a gare e premi per l’imprenditorialità. Nelle fasi formative finali, sarà richiesto agli allievi, suddivisi in gruppi di lavoro multidsciplinari, di sviluppare, sotto la guida di tutor, progetti di innovazione all’interno di una impresa, o di creazione di una nuova impresa.

L'edizione 2018 del Corso “PhD+: Valorizzazione della ricerca, Innovazione e Spirito imprenditoriale”, sarà parte integrante, quale offerta formativa dell’Università di Pisa, del progetto Contamination Lab Pisa (Clab).

I partecipanti saranno informati su bandi finalizzati a sostenere la creazione ed il consolidamento di imprese, a supportare fasi di start up od a permettere l’accesso ad ulteriori nuovi sviluppi tecnologici ed al trasferimento delle conoscenze.

 
lampadina rielaborata copy copy


Cosa è la “contaminazione”?


L’originalità del progetto e la sua interdisciplinarietà scaturisce dalla presenza, nel team organizzativo, di tutte le realtà universitarie dell’area Pisa-Lucca, ovvero l’’Ateneo pisano e le tre Scuole Superiori universitarie, Sant’Anna e Normale Superiore ed IMT Alti Studi di Lucca.


Il progetto starà caratterizzato dalla partecipazione di studenti provenienti da tutte le aree disciplinari, e rivolto anche a coloro che provengono da ambiti settoriali meno orientati all’imprenditorialità, quali ad esempio quello umanistico, artistico e sociale.


La contaminazione è un elemento chiave nel programma del corso ed avviene a diversi livelli:
    • Contaminazione tra studenti aventi diverso background culturali, aree disciplinari e provenienza: i partecipanti avranno da subito modo di conoscersi scambiare le proprie esperienze, lavrare insieme e, non meno importante, mettere in contatto i propri network.
    • Contaminazione tra studenti e membri dello staff CLab, tramite l’attività di affiancamento, coaching e tutoring, attraverso sessioni one-to-one e di gruppo.
Le attività di coaching e mentoring aiuteranno i partecipanti a sviluppare le loro idee e definire una strategia di business.
    • Contaminazione tra studenti e mondo imprenditoriale e tra Università/studenti e territorio, con soggetti pubblici e/o privati a livello locale: i partecipanti saranno introdotti fin da subito in un network e messi a conoscenza della realtà imprenditoriale locale e delle opportunità di finanziamenti ed agevolazioni promossi da enti locali (Camera di Commercio, Fondazioni, ecc.), poli tecnologici del territorio quale ad esempio il Polo Tecnologico di Navacchio, distretti regionali, cluster nazionali ed istituzioni regionali e nazionali.
    • Contaminazione con soggetti internazionali: il corso si avvarrà della collaborazione di Università estere, permettendo la contaminazione tra i partecipanti presenti in aula e gli studenti delle università straniere con cui l’Ateneo e le Scuole Superiori sono in stretto contatto su temi dell’imprenditorialità, quali ad esempio: Universidade Federal Pernambuco (Brasile), Università Cattolica di Leuven, Università di Berkeley, offrendo a questi ultimi la possibilità di seguire i seminari in streaming e prendere parte a tutti gli eventi collaterali al corso, tra cui il pitch finale e le attività di coaching/mentoring.



Per ulteriori informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

Ultima modifica: Gio 30 Nov 2017 - 11:54

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa