Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Insieme per la solidarietà

Varato un progetto per l’ospitalità dei bambini che devono soggiornare a Pisa per terapie oncologiche o trapianto di midollo osseo

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

foto immobileAccogliere in una struttura adeguata i bambini affetti da patologie oncoematologiche, offrire un sostegno concreto e tangibile alle loro famiglie, garantire una gratuita assistenza per le loro peculiari necessità oltre l’ospedale: tutto ciò è finalmente possibile grazie all’Isola dei Girasoli, il Residence che la Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa ed AGBALT ONLUS - l'Associazione Genitori per la cura e l’assistenza ai Bambini Affetti da Leucemia o Tumore, sono riuscite a realizzare nella zona di San Cataldo, in un’area dedicata nella nuova via Moruzzi che collega il CNR con l’Ospedale di Cisanello.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa, nell’ambito di un approfondito studio delle necessità del territorio circa interventi da compiere in favore di categorie sociali deboli o bisognose di assistenza, ha recepito la necessità di tale struttura ed ha varato un progetto per l’ospitalità di bambini che, accompagnati dalle proprie famiglie, devono soggiornare a lungo a Pisa per essere sottoposti a terapie oncologiche o a trapianto di midollo osseo.

Protagonista di questa iniziativa è stata appunto l’AGBALT che da molto tempo opera a Pisa con grande efficienza, collaborando e affiancando l’Unità Operativa di Oncoematologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa diretta dal dott. Claudio Favre.

Si è avviata perciò la progettazione di un immobile della superficie di circa 2.400 m2, composto da 13 appartamenti, uffici, magazzini, sala riunioni ed ampio spazio ludico, concepito sin dalla fase ideativa per le specifiche esigenze igieniche e sanitarie dei futuri ospiti. AGBALT ha acquistato il terreno per un valore di circa 400mila €, la Fondazione Cassa Risparmio ha destinato al progetto un’erogazione di € 2.250.000 €. Ha avuto inizio così la costruzione dell’edificio e alla fine dei lavori AGBALT, ha acquistato gli arredi e le attrezzature domestiche e ha provveduto alla sistemazione dell’area verde con un investimento di oltre 600mila €.

Fondamentale il contributo del Comune di San Giuliano Terme (l’immobile si trova infatti nella sua area), che è stato molto vicino al progetto con grande spirito collaborativo, costruttivo e non privo di vero affetto.

Non si tratta soltanto di un efficace supporto logistico a famiglie così duramente provate, ma della reale concretizzazione di un progetto unico ed innovativo, che consentirà l’attivazione di un programma di dimissioni precoci dei pazienti degenti presso l’U.O. di Oncoematologia Pediatrica dell’AOUP. La continuità assistenziale sarà garantita presso il Residence “Isola dei Girasoli”, grazie alla presa in carico da parte del Servizio di Assistenza Domiciliare dell’ASL 5, che opererà in stretta collaborazione con il personale della U.O. di Oncoematologia Pediatrica, con l’A.O.U.P e con la Società della Salute, sulla base delle esigenze di volta in volta rilevate.

Questo sistema consentirà di contenere il numero e la durata dei ricoveri ospedalieri e di assicurare la migliore assistenza possibile, recando sia beneficio al singolo bambino (miglioramento della qualità di vita) sia alla collettività (indubbia riduzione della spesa sanitaria per la diminuzione dei periodi di ricovero). Si consideri che a Pisa vengono mediamente trattati ogni anno 40 – 45 nuovi casi di leucemia o di tumori solidi; l’attività di Day Hospital ed ambulatorio registra circa 7.500/8.000 accessi all’anno ed il numero dei ricoveri varia dai 500 ai 600. Al Centro afferiscono pazienti provenienti da Pisa, da altre province toscane e da altre regioni nonché da paesi stranieri, europei ed extraeuropei, in cui l’assistenza è estremamente carente e la possibilità di salvare questi bambini nettamente inferiore. Sono stati effettuati ad oggi 800 trapianti di cellule staminali emopoietiche autologhe, allogeniche da donatore familiare compatibile e non, da donatore non familiare (Banca) e da cordone ombelicale.

Sabato 7 maggio, alle 10.30, alla presenza di varie autorità e dell’Arcivescovo di Pisa, si procederà all’inaugurazione. La settimana successiva l’immobile accoglierà i primi ospiti. L’intera gestione dell’attività è affidata ad A.G.B.A.L.T che, da sempre, ha dato prova di essere in grado di gestire realtà importanti e di notevole complessità.

(Ufficio stampa Aoup)

  •  
  • 7 maggio 2011

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa