Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi

Geoscienze: appuntamento a Pisa per gli scienziati italiani

Dal 3 al 6 settembre all’Università il convegno congiunto delle principali società scientifiche del Paese

  • Condividi l'articolo su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Google Plus

Appuntamento a Pisa per geologi e studiosi di Scienze della Terra provenienti da tutta Italia. Dal al 3 al 6 settembre al Polo Piagge dell’Università di Pisa (Via Giacomo Matteotti, 11) si svolge “Geoscienze: uno strumento in un mondo in trasformazione”, il congresso congiunto della Società Italiana di Mineralogia e Petrografia, Società Geologica Italiana, Associazione Italiana di Vulcanologia e Società Geochimica italiana.
“Si tratta della più importante riunione scientifica delle Geoscienze prevista nel 2017, che vede riunite tutte le più importanti società scientifiche presenti in Italia con il coinvolgimento di gran parte dei ricercatori delle università e degli enti di ricerca”, spiega il professore Michele Marroni dell’Ateneo pisano che presiede il convegno.
Tre giorni di lavoro, più di 30 sessioni, l’adesione di oltre 600 ricercatori e ben 560 contributi scientifici sono i numeri del convegno che prevede anche sessioni plenarie con interventi di esperti di rilievo internazionale. Fra i nomi di spicco Carlo Doglioni, presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), e Massimo Cocco, ricercatore dell’INGV, che parleranno del sisma ad Amatrice e Norcia del 2016-17.
Il congresso permetterà inoltre ai protagonisti della comunità scientifica italiana di condividere i risultati delle loro ricerche, di confrontarsi sul futuro delle Geoscienze e di incontrare le aziende, i professionisti, il mondo della Scuola e gli operatori della Pubblica amministrazione per facilitare la creazione di reti di collaborazione.
“Il convegno sarà anche l’occasione che permetterà alla comunità scientifica di riflettere sul ruolo che le Geoscienze avranno nel prossimo decennio – conclude Marroni - essendo di fatto uno strumento essenziale per guidare lo sviluppo in un mondo in continuo cambiamento”.

31-08-2017

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa