Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

BIOSICUREZZA E QUALITÀ DEGLI ALIMENTI

Corso di laurea magistrale

Sbocchi professionali


Il corso è finalizzato alla formazione di tecnici addetti alle attività connesse alla biosicurezza e alla qualità degli alimenti. La produzione di cibi fermentati (prodotti carnei e derivati, prodotti lattiero caseari) e di bevande fermentate (latti fermentati), di probiotici, di prodotti da forno rappresentano le più note applicazioni alimentari. Ma lo sviluppo esponenziale delle acquisizioni scientifiche in questo settore fanno intravedere nuovi e più sicuri interessanti scenari tecnico applicativi anche dal punto di vista della qualità degli alimenti. Il laureato sarà quindi in possesso delle conoscenze teoriche ed operative che gli consentono di intervenire, a livello di processo in tutte le fasi di conservazione e trasformazione degli alimenti, individuando e proponendo nuove linee produttive per la preparazione di prodotti più sicuri se già presenti sul mercato oppure prodotti di nuova concezione. Il laureato interverrà nello sviluppo e nel controllo della sicurezza d’uso e della qualità composizionale e nutrizionale degli alimenti, valutando la corrispondenza delle caratteristiche microbiologiche, biochimiche, chimiche e genetiche del prodotto esaminato, nei confronti di quanto è prescritto dal quadro legislativo nazionale ed internazionale. Per quanto riguarda i possibili sbocchi professionali il laureato in Biosicurezza e qualità degli alimenti potrà trovare occupazione nei seguenti ambiti professionali: – nei centri di ricerca pubblici e privati che si occupano della messa a punto di colture innovative per specifiche caratteristiche di qualità e sicurezza; – nei centri pubblici di ricerca e sperimentazione che si occupano di diagnostica con metodologie biomolecolari; – nei centri di ricerca e sviluppo di società private; – nelle imprese che producono microrganismi da usare come starter per l’industria alimentare e per l’insilamento; – presso i laboratori delle agenzie regionali e i laboratori di analisi privati per la rilevazione degli organismi geneticamente modificati nelle filiere agro-alimentari e nelle matrici ambientali; – nei centri di certificazione; – nei settori industriali della produzione di metaboliti di interesse alimentare; – della produzione di molecole di origine animale e microbica di alto valore (proteine, vitamine, antibiotici); – negli Osservatori e agenzie pubbliche e private per il controllo igienico-sanitario con metodi biotecnologici; – nell’industria alimentare come esperti di biosicurezza; – nell’industria alimentare come esperti di qualità.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa