Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

SCIENZE DELLA NUTRIZIONE UMANA

Corso di laurea magistrale

Piano di Studi


Curricula:


Curriculum biomedico

Primo anno

  • Gastroenterologia (6 cfu)

    • Far acquisire nozioni di tipo epidemiologico e fisiopatologico delle patologie a carico dello stomaco, dell'intestino e in più in generale di tutto l'apparato digerente.
  • Nutraceutica e nutrigenomica (9 cfu)

    • ll corso ha l’obiettivo di introdurre gli studenti al concetto di Nutraceutica, sintesi delle due parole ‘Nutrizione’ e ‘Farmaceutica’, disciplina che studia quei componenti alimentari che entrando nella regolazione fisiologica di diversi processi biochimici, svolgono un ruolo positivo sulla salute dell’organismo, contribuendo alla prevenzione di importanti patologie croniche.
      Lo studente acquisirà conoscenze in merito alle sostanze di derivazione alimentare oggi riconosciute in grado di esercitare un effetto benefico sulla salute umana, ponendosi criticamente il problema della base scientifica a supporto dei "claim" salutistici e nutrizionali, e del rispetto delle indicazioni previste da organismi di controllo nazionali e sovranazionali (ad es. EFSA).
      Nell’ambito del corso verranno trattati i principali componenti alimentari ad azione nutraceutica utilizzati per il mantenimento della salute dell’organismo e/o per il supporto di terapie previste in ambito clinico, quali acidi grassi omega 3, polifenoli, amminoacidi, proteine, prebiotici, coenzina Q-10, acido lipoico, derivati organosolforici, glucosamina, steroli vegetali, monacoline. Si analizzeranno per ciascuna categoria: 1) proprietà chimico-fisiche, 2) biodisponibilità, 3) attività biologiche/farmacologiche e "evidence-based" meccanismi d’azione, e 4) distribuzione negli alimenti. Inoltre il corso si propone di far acquisire le conoscenze di nutrigenomica che mettono in correlazione la genetica con la prevenzione delle malattie, con particolare riguardo alle malattie non trasmissibili.

  • Statistica dei consumi alimentari e delle tendenze nutrizionali (6 cfu)

    • Conoscere le fonti ufficiali e non ufficiali di dati sulla popolazione, stili alimentari e stato di salute, sia in Italia che in Europa. Saperne analizzare e interpretare i risultati. Saper progettare indagini, identificare il disegno sperimentale, i metodi di campionamento e le modalità di rilevazione.

  • Fisiologia della nutrizione (6 cfu)

    • Il corso si propone di offrire agli studenti una informazione scientificamente accurata e aggiornata sui principali aspetti della nutrizione, assieme ad una guida pratica per l’esercizio di una dieta sana ed equilibrata. Saranno prima illustrati i principi fondamentali dei fabbisogni nutritivi umani, della digestione degli alimenti e dell’assorbimento dei principi nutritivi. Saranno inoltre affrontati alcuni problemi specifici correlati con l’alimentazione quali in controllo del peso corporeo e del metabolismo.
  • Chimica degli alimenti (9 cfu)

    • Il corso si prefigge di dare allo studente una conoscenza generale della struttura e delle proprietà dei principi alimentari, nonché dei metodi per la loro determinazione nelle matrici complesse. Saranno trattati alcuni alimenti inorganici e organici di grande consumo, relativamente ai requisiti legali, alle metodiche di analisi specifiche ed alla loro trasformazione e conservazione.
  • Chimica tossicologica (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire agli studenti informazioni essenziali relative alla formazione, alle caratteristiche, ed al controllo delle tossine presenti nelle diverse fasi di produzione, stoccaggio, manipolazione e preparazione degli alimenti. Inoltre, affronta gli effetti tossici e gli aspetti di sicurezza di contaminanti e additivi alimentari di importanza prioritaria.
  • Medicina interna (6 cfu)

    • Far acquisire conoscenze di base di medicina interna, affrontando le patologie di vari organi, negli aspetti di prevenzione, diagnosi e trattamento.
  • Igiene alimentare e legislazione professionale (9 cfu)

    • Acquisire conoscenze su contaminazioni alimentari, metodi di controllo, etichettatura degli alimenti. Conoscere la legislazione alimentare e sanitaria nazionale e comunitaria per quanto riguarda la commercializzazione e il controllo degli alimenti, degli ingredienti, degli additivi e degli integratori alimentari
  • Secondo anno

  • Economia e organizzazione dei sistemi alimentari (6 cfu)

    • Apprendere le nozioni riguardo ai sistemi agro-alimentari nazionali, europei e mondiali e le modalità con cui interagiscono.
  • Biochimica e biologia molecolare della nutrizione (9 cfu)

    • 1. Integrare le conoscenze di biochimica e biologia molecolare acquisite precedentemente
      2. Fornire le conoscenze necessarie a comprendere l’impatto nutrizionale di alimenti, con riferimento alle materie prime e ai processi di trasformazione.
      3. Fornire una visione d'insieme dei principali processi biochimici alla base di: digestione, assunzione, distribuzione ed elaborazione dei nutrienti, integrazione, specializzazione metabolica di organi e tessuti, regolazione del metabolismo e gestione delle riserve energetiche dell'organismo
      4. Sviluppare una moderna visione della biochimica della nutrizione attraverso la comprensione della modalità di controllo del metabolismo e controllo fine dell'attività enzimatica; concetti e principi della trasduzione del segnale; controllo dell’espressione genica a livello trascrizionale e post-trascrizionale.
  • Tirocinio (12 cfu)

    • Tirocinio presso aziende pubbliche e/o private.
  • Prova finale (15 cfu)

    • Tesi finale
  • Alimentazione e nutrizione umana (9 cfu)

    • PRIMO MODULO
      Apprendere i principi di corretta alimentazione, in particolare conoscere gli alimenti, la loro composizione e l’influenza che possono avere sulla salute umana.
      Conoscere le tecniche ed i metodi di misura della composizione corporea e del metabolismo energetico.
      SECONDO MODULO
      Gli obiettivi formativi del secondo modulo sono quelli di formare lo studente sui meccanismi nervosi ed umorali che controllano il comportamento alimentare, sui principi, i metodi ed i limiti delle stima della composizione corporea, sugli stati fisiologici particolari, quali quelli dell’esercizio, della gravidanza e allattamento, dello sviluppo e dell’invecchiamento.
  • 12 cfu a scelta nel gruppo Libera scelta

    • Attività consigliate per la libera scelta
    • Nutrizione di genere (3 cfu)

      • Fisiologia della nutrizione di genere in relazione ad una diversa composizione corporea ed in relazione al metabolismo energetico. Diversa distribuzione del tessuto adiposo corporeo. Diversi fabbisogni nutrizionali. Introito di micronutrienti. Determinanti di salute e differenze di genere. Fattori di rischio e epidemiologia. Come intervenire sugli stili di vita scorretti. Sviluppare la capacità di promuovere interventi di educazione alimentare, mirati a diffondere la cultura nutrizionale per la salute della donna.
    • Metodologie biochimiche e di biologia molecolare per lo studio delle risposte cellulari ai nutrienti (3 cfu)

      • Il corso, di una durata totale di 26 ore (14 ore frontali - 2 CFU + 15 ore di laboratorio 1 CFU), si propone di introdurre gli studenti ad alcune tecniche di biochimica e di biologia molecolare per lo studio delle risposte cellulari. Verranno affrontate, sia da un punto di vista teorico che pratico, metodiche per lo studio di campioni biologici (tessuti o colture cellulari) e per l'analisi dei prodotti del metabolismo lipidico e glucidico. Le principali tecniche saranno rivolte allo studio di proteine e lipidi (western blot, ELISA, HPLC), prodotti del metabolismo cellulare (tecniche spettrofotometriche e/o fluorimetriche), variazione nell'espressione genica (PCR, rt-PCR, real time qPCR), analisi istologica di tessuti (microscopia ottica e a fluorescenza).
    • Seminari (3 cfu)

      • Seminario di approfondimento con esponenti provenienti dal mondo del lavoro
    • Oligoelementi: aspetti chimici, nutrizionali ed analitici (3 cfu)

      • il corso si propone di fornire una introduzione agli oligoelementi. I più importanti oligoelementi saranno analizzati da diversi punti di vista: le loro proprietà chimiche e come vengono sfruttate dal nostro organismo, la loro disponibilità negli alimenti e la loro presenza negli integratori. Saranno anche presentate le principali tecniche analitiche per la loro determinazione. Allo stesso modo saranno presentati alcuni elementi tossici.
    • Microbiologia applicata e produzioni animali tradizionali ed emergenti (3 cfu)

      • Il corso è finalizzato a fornire agli studenti una panoramica relativa ai microrganismi patogeni, alteranti e di interesse tecnologico (colture starter e probiotici) nelle produzioni animali tradizionali (carne, latte e derivati) e innovative/emergenti (insetti). Verranno affrontate in forma molto generale le principali tecniche microbiologiche tradizionali e molecolari per la messa in evidenza, l'identificazione e la caratterizzazione dei suddetti microrganismi.
    • Nutraceutica applicata (3 cfu)

      • Il corso si propone di fornire le competenze sulle metodiche ad oggi utilizzate nei laboratori per valutare la qualità di un alimento ed i suoi effetti benefici sulla salute. Le lezioni daranno indicazioni sui diversi approcci utilizzati, mettendo in luce vantaggi e limiti. Si descriveranno nuovi protocolli validati dalla comunità scientifica europea focalizzando l’attenzione sulle analisi in vitro, in colture cellulari. Inoltre, verranno presentate tecniche di analisi ex vivo e studi su coorti di soggetti sani. Infine, all’interno del modulo 1, si mostreranno nuove tecniche proposte per il miglioramento nutrizionale di alimenti di origine vegetale, con particolare attenzione al processo della fermentazione ed all’utilizzo di micorrizze. Le lezioni del modulo 2 si propongono di fornire le conoscenze sulle metodiche utilizzate nei laboratori per la valutazione in vivo degli effetti dei nutraceutici nei confronti delle patologie più diffuse. Le lezioni daranno indicazioni sui metodi di approccio per lo studio in vivo dei meccanismi di azione e tossicità dei nutraceutici mediante la valutazione della loro interazione con il drug metabolism. Verrà inoltre data particolare attenzione alla trattazione del microbiota intestinale e all’utilizzo di probiotici e prebiotici per la prevenzione e la cura della patologie legate alla disbiosi. Verrà infine affrontato il tema dell’utilizzo dei nutraceutici per la prevenzione e la terapia di forme tumorali.
    • Genetica medica (3 cfu)

      • Il corso fornisce agli studenti gli strumenti per comprendere il ruolo del genoma e delle interazioni geni-ambiente nelle malattie umane e nella risposta individuale a nutrienti e farmaci. Saranno trattati i modelli di ereditarietà mendeliana e la genetica post-mendeliana, le sindromi da mutazioni cromosomiche numeriche e strutturali, la genetica dei caratteri complessi e multifattoriali e le basi genetiche dei tumori eredo-familiari e sporadici. Saranno inoltre fornite le basi per comprendere il ruolo delle modificazioni epigenetiche nelle malattie umane, approfondendo il ruolo della dieta e degli stili di vita. Il corso tratterà inoltre le basi genetiche ed epigenetiche della risposta ai farmaci ed i farmaci epigenetici. Infine, verranno fornite le basi per interpretare in maniera critica i risultati dei test genetici in diagnostica pre- e post-natale, dei test di nutrigenetica e di suscettibilità genetica.
    • Cultura e gestione dei processi di salute (6 cfu)

      • L'obiettivo del corso è quello di spiegare e discutere le questioni fondamentali della materia da più prospettive, favorendo l'apprendimento critico attraverso la conoscenza delle principali questioni che riguardano l'attuale organizzazione del nostro sistema di welfare. Inoltre, il corso intende innescare un dibattito sui possibili cambiamenti riflettendo sulla gestione e le implicazioni dei fenomeni pandemici attraverso esempi e il riferimento ai risultati della ricerca. Il corso toccherà anche i cambiamenti del Sistema Sanitario, i processi di trasformazione delle diverse professioni sanitarie, la complessità delle molteplici prospettive di analisi sulle trasformazioni organizzative, e la necessità di cambiamento dell'ospedale come istituzione, in relazione ai servizi territoriali ' gestione e integrazione della sanità pubblica. Il rapporto medico-paziente giocherà un ruolo centrale, con un focus sulle possibili innovazioni portate dalla medicina narrativa, nonché sull'empowerment dei pazienti e sull'importanza dei processi di comunicazione legati alla formazione dell'opinione pubblica. Infine, ci sarà un focus sull'attuale questione dei vaccini, sulla fiducia e sulle complesse dinamiche di consapevolezza sanitaria e scelte consapevoli.
    • Corsi a scelta dello studente (12 cfu)

      • Attività a scelta dello studente
    • Nutrizione e disturbi dell’alimentazione (3 cfu)

      • Presentare, sulla base di dati relativi all’evoluzione umana e di studi genetici, antropologici e biomedici, le cause della aumentata prevalenza, nei paesi occidentali, di obesità e disturbi alimentari (anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata); spiegare e discutere i meccanismi di adattamento metabolici, endocrini e neuroencefalici in risposta alla malnutrizione per eccesso e per difetto; descrivere le caratteristiche nosografiche, fisiopatologiche e cliniche dei disturbi alimentari e le principali linee di indirizzo per l’approccio nutrizionale in queste patologie nelle diverse fasce di età.
    • Metabolismo e nutrizione dell’attività sportiva (6 cfu)

      • Conoscere il dispendio energetico nelle attività motorie e sportive, il valore calorico dei nutrienti e i principi generali della nutrizione umana
    • Politica alimentare (6 cfu)

      • Il corso punta a dare allo studente strumenti teorici e metodi di analisi del sistema agro-alimentare e dei suoi soggetti e a fargli acquisire strumenti pratici di pianificazione strategica in campo agro alimentare.
    • Nutrizione clinica in ambulatorio (6 cfu)

      • Il corso si occupa dell’inquadramento del paziente in regime ambulatoriale. Gli obbiettivi formativi comprendono strumenti per stilare una corretta anamnesi, valutare la composizione corporea e il comportamento alimentare, stilare piani alimentari personalizzati (compreso l’utilizzo di prodotti dietetici e integratori) in stati fisiologici, parafisiologici e patologici.
    • Nutrizione e neoplasie (3 cfu)

      • Fisiopatologia dei tumori, ruolo dei fattori di crescita, meccanismi patogenetici intracellulari, pattern recettoriali, e signaling pathways. Basi cellulari e molecolari dei tumori, alterazioni del ciclo cellulare. Oncogeni e oncosoppressori. Interferenze patogenetiche ambientali. Concetto di promozione della salute nella vita quotidiana, alimentazione corretta per la prevenzione delle neoplasie. Ruolo della nutrizione nella progressione delle malattie neoplastiche.
    • Neuromarketing dei prodotti alimentari (3 cfu)

      • L’obiettivo formativo è quello di offrire agli studenti le competenze non solo teoriche ma soprattutto pratiche per poter condurre uno studio di neuromarketing dei prodotti alimentari o di campagne di nutrizione (social neuromarketing).
    • Nutra-ingredienti vegetali dalla botanica economica (6 cfu)

      • Il corso si propone nella parte generale di fornire allo studente le conoscenze per lo studio, la selezione e la gestione della materia prima vegetale e suoi derivati nella filiera delle piante officinali secondo linee guida e direttive internazionali. La parte speciale del corso fornirà specifiche nozioni sulle specie vegetali attualmente usate come materia prima di origine vegetale nella filiera alimentare e nutrizionale.

  • Curriculum chimico

    Primo anno

  • Chimica generale (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire i concetti fondamentali della chimica, che includono la stechiometria, le proprietà dei gas, liquidi e solidi, le soluzioni, l’equilibrio chimico, la struttura atomica e molecolare. Il corso si propone inoltre di fornire una introduzione alla termodinamica.
  • Chimica degli alimenti (9 cfu)

    • Il corso si prefigge di dare allo studente una conoscenza generale della struttura e delle proprietà dei principi alimentari, nonché dei metodi per la loro determinazione nelle matrici complesse. Saranno trattati alcuni alimenti inorganici e organici di grande consumo, relativamente ai requisiti legali, alle metodiche di analisi specifiche ed alla loro trasformazione e conservazione.
  • Igiene alimentare e legislazione professionale (9 cfu)

    • Acquisire conoscenze su contaminazioni alimentari, metodi di controllo, etichettatura degli alimenti. Conoscere la legislazione alimentare e sanitaria nazionale e comunitaria per quanto riguarda la commercializzazione e il controllo degli alimenti, degli ingredienti, degli additivi e degli integratori alimentari
  • Chimica tossicologica (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire agli studenti informazioni essenziali relative alla formazione, alle caratteristiche, ed al controllo delle tossine presenti nelle diverse fasi di produzione, stoccaggio, manipolazione e preparazione degli alimenti. Inoltre, affronta gli effetti tossici e gli aspetti di sicurezza di contaminanti e additivi alimentari di importanza prioritaria.
  • Statistica dei consumi alimentari e delle tendenze nutrizionali (6 cfu)

    • Conoscere le fonti ufficiali e non ufficiali di dati sulla popolazione, stili alimentari e stato di salute, sia in Italia che in Europa. Saperne analizzare e interpretare i risultati. Saper progettare indagini, identificare il disegno sperimentale, i metodi di campionamento e le modalità di rilevazione.

  • Chimica organica (6 cfu)

    • Il corso di Chimica Organica ha come obiettivo l’acquisizione, in maniera semplice ed efficace, delle conoscenze di base della chimica organica. Il corso sarà centrato sullo studio della reattività dei principali gruppi funzionali (insaturazione attiva; alcoli e fenoli; eteri; aldeidi e chetoni; ammine; acidi carbossilici, esteri e ammidi; struttura aromatica) e delle principali classi di composti naturali di interesse biologico come grassi, carboidrati, amminoacidi, peptidi e acidi nucleici. In particolare gli studenti devono essere capaci di definire, per le principali classi di composti organici, il tipo di legami, gli aspetti stereochimici, la natura delle interazioni inter- e intramolecolari e la reattività, al fine di acquisire una conoscenza strutturale dei principi nutritivi, e delle possibili cause di mutazioni genetiche legate all’alimentazione.
  • Chimica analitica (6 cfu)

    • Il corso fornisce nozioni di base di chimica analitica, che comprendono le metodologie analitiche, la scelta del metodo di analisi e l’accuratezza ottenibile, il campionamento e la preparazione dei campioni per l’analisi, le cause di errore e l’eliminazione delle interferenze. Saranno inoltre forniti gli strumenti conoscitivi per l’interpretazione dei dati analitici con l’ausilio di principi di statistica, per poter valutare l’attendibilità dei dati ricavati da una serie di analisi.
  • Nutraceutica e nutrigenomica (9 cfu)

    • ll corso ha l’obiettivo di introdurre gli studenti al concetto di Nutraceutica, sintesi delle due parole ‘Nutrizione’ e ‘Farmaceutica’, disciplina che studia quei componenti alimentari che entrando nella regolazione fisiologica di diversi processi biochimici, svolgono un ruolo positivo sulla salute dell’organismo, contribuendo alla prevenzione di importanti patologie croniche.
      Lo studente acquisirà conoscenze in merito alle sostanze di derivazione alimentare oggi riconosciute in grado di esercitare un effetto benefico sulla salute umana, ponendosi criticamente il problema della base scientifica a supporto dei "claim" salutistici e nutrizionali, e del rispetto delle indicazioni previste da organismi di controllo nazionali e sovranazionali (ad es. EFSA).
      Nell’ambito del corso verranno trattati i principali componenti alimentari ad azione nutraceutica utilizzati per il mantenimento della salute dell’organismo e/o per il supporto di terapie previste in ambito clinico, quali acidi grassi omega 3, polifenoli, amminoacidi, proteine, prebiotici, coenzina Q-10, acido lipoico, derivati organosolforici, glucosamina, steroli vegetali, monacoline. Si analizzeranno per ciascuna categoria: 1) proprietà chimico-fisiche, 2) biodisponibilità, 3) attività biologiche/farmacologiche e "evidence-based" meccanismi d’azione, e 4) distribuzione negli alimenti. Inoltre il corso si propone di far acquisire le conoscenze di nutrigenomica che mettono in correlazione la genetica con la prevenzione delle malattie, con particolare riguardo alle malattie non trasmissibili.

  • Secondo anno

  • Biochimica e biologia molecolare della nutrizione (9 cfu)

    • 1. Integrare le conoscenze di biochimica e biologia molecolare acquisite precedentemente
      2. Fornire le conoscenze necessarie a comprendere l’impatto nutrizionale di alimenti, con riferimento alle materie prime e ai processi di trasformazione.
      3. Fornire una visione d'insieme dei principali processi biochimici alla base di: digestione, assunzione, distribuzione ed elaborazione dei nutrienti, integrazione, specializzazione metabolica di organi e tessuti, regolazione del metabolismo e gestione delle riserve energetiche dell'organismo
      4. Sviluppare una moderna visione della biochimica della nutrizione attraverso la comprensione della modalità di controllo del metabolismo e controllo fine dell'attività enzimatica; concetti e principi della trasduzione del segnale; controllo dell’espressione genica a livello trascrizionale e post-trascrizionale.
  • Tirocinio (12 cfu)

    • Tirocinio presso aziende pubbliche e/o private.
  • Alimentazione e nutrizione umana (9 cfu)

    • PRIMO MODULO
      Apprendere i principi di corretta alimentazione, in particolare conoscere gli alimenti, la loro composizione e l’influenza che possono avere sulla salute umana.
      Conoscere le tecniche ed i metodi di misura della composizione corporea e del metabolismo energetico.
      SECONDO MODULO
      Gli obiettivi formativi del secondo modulo sono quelli di formare lo studente sui meccanismi nervosi ed umorali che controllano il comportamento alimentare, sui principi, i metodi ed i limiti delle stima della composizione corporea, sugli stati fisiologici particolari, quali quelli dell’esercizio, della gravidanza e allattamento, dello sviluppo e dell’invecchiamento.
  • Economia e organizzazione dei sistemi alimentari (6 cfu)

    • Apprendere le nozioni riguardo ai sistemi agro-alimentari nazionali, europei e mondiali e le modalità con cui interagiscono.
  • Prova finale (15 cfu)

    • Tesi finale
  • 12 cfu a scelta nel gruppo Libera scelta

    • Attività consigliate per la libera scelta
    • Nutrizione di genere (3 cfu)

      • Fisiologia della nutrizione di genere in relazione ad una diversa composizione corporea ed in relazione al metabolismo energetico. Diversa distribuzione del tessuto adiposo corporeo. Diversi fabbisogni nutrizionali. Introito di micronutrienti. Determinanti di salute e differenze di genere. Fattori di rischio e epidemiologia. Come intervenire sugli stili di vita scorretti. Sviluppare la capacità di promuovere interventi di educazione alimentare, mirati a diffondere la cultura nutrizionale per la salute della donna.
    • Metodologie biochimiche e di biologia molecolare per lo studio delle risposte cellulari ai nutrienti (3 cfu)

      • Il corso, di una durata totale di 26 ore (14 ore frontali - 2 CFU + 15 ore di laboratorio 1 CFU), si propone di introdurre gli studenti ad alcune tecniche di biochimica e di biologia molecolare per lo studio delle risposte cellulari. Verranno affrontate, sia da un punto di vista teorico che pratico, metodiche per lo studio di campioni biologici (tessuti o colture cellulari) e per l'analisi dei prodotti del metabolismo lipidico e glucidico. Le principali tecniche saranno rivolte allo studio di proteine e lipidi (western blot, ELISA, HPLC), prodotti del metabolismo cellulare (tecniche spettrofotometriche e/o fluorimetriche), variazione nell'espressione genica (PCR, rt-PCR, real time qPCR), analisi istologica di tessuti (microscopia ottica e a fluorescenza).
    • Seminari (3 cfu)

      • Seminario di approfondimento con esponenti provenienti dal mondo del lavoro
    • Oligoelementi: aspetti chimici, nutrizionali ed analitici (3 cfu)

      • il corso si propone di fornire una introduzione agli oligoelementi. I più importanti oligoelementi saranno analizzati da diversi punti di vista: le loro proprietà chimiche e come vengono sfruttate dal nostro organismo, la loro disponibilità negli alimenti e la loro presenza negli integratori. Saranno anche presentate le principali tecniche analitiche per la loro determinazione. Allo stesso modo saranno presentati alcuni elementi tossici.
    • Microbiologia applicata e produzioni animali tradizionali ed emergenti (3 cfu)

      • Il corso è finalizzato a fornire agli studenti una panoramica relativa ai microrganismi patogeni, alteranti e di interesse tecnologico (colture starter e probiotici) nelle produzioni animali tradizionali (carne, latte e derivati) e innovative/emergenti (insetti). Verranno affrontate in forma molto generale le principali tecniche microbiologiche tradizionali e molecolari per la messa in evidenza, l'identificazione e la caratterizzazione dei suddetti microrganismi.
    • Nutraceutica applicata (3 cfu)

      • Il corso si propone di fornire le competenze sulle metodiche ad oggi utilizzate nei laboratori per valutare la qualità di un alimento ed i suoi effetti benefici sulla salute. Le lezioni daranno indicazioni sui diversi approcci utilizzati, mettendo in luce vantaggi e limiti. Si descriveranno nuovi protocolli validati dalla comunità scientifica europea focalizzando l’attenzione sulle analisi in vitro, in colture cellulari. Inoltre, verranno presentate tecniche di analisi ex vivo e studi su coorti di soggetti sani. Infine, all’interno del modulo 1, si mostreranno nuove tecniche proposte per il miglioramento nutrizionale di alimenti di origine vegetale, con particolare attenzione al processo della fermentazione ed all’utilizzo di micorrizze. Le lezioni del modulo 2 si propongono di fornire le conoscenze sulle metodiche utilizzate nei laboratori per la valutazione in vivo degli effetti dei nutraceutici nei confronti delle patologie più diffuse. Le lezioni daranno indicazioni sui metodi di approccio per lo studio in vivo dei meccanismi di azione e tossicità dei nutraceutici mediante la valutazione della loro interazione con il drug metabolism. Verrà inoltre data particolare attenzione alla trattazione del microbiota intestinale e all’utilizzo di probiotici e prebiotici per la prevenzione e la cura della patologie legate alla disbiosi. Verrà infine affrontato il tema dell’utilizzo dei nutraceutici per la prevenzione e la terapia di forme tumorali.
    • Genetica medica (3 cfu)

      • Il corso fornisce agli studenti gli strumenti per comprendere il ruolo del genoma e delle interazioni geni-ambiente nelle malattie umane e nella risposta individuale a nutrienti e farmaci. Saranno trattati i modelli di ereditarietà mendeliana e la genetica post-mendeliana, le sindromi da mutazioni cromosomiche numeriche e strutturali, la genetica dei caratteri complessi e multifattoriali e le basi genetiche dei tumori eredo-familiari e sporadici. Saranno inoltre fornite le basi per comprendere il ruolo delle modificazioni epigenetiche nelle malattie umane, approfondendo il ruolo della dieta e degli stili di vita. Il corso tratterà inoltre le basi genetiche ed epigenetiche della risposta ai farmaci ed i farmaci epigenetici. Infine, verranno fornite le basi per interpretare in maniera critica i risultati dei test genetici in diagnostica pre- e post-natale, dei test di nutrigenetica e di suscettibilità genetica.
    • Cultura e gestione dei processi di salute (6 cfu)

      • L'obiettivo del corso è quello di spiegare e discutere le questioni fondamentali della materia da più prospettive, favorendo l'apprendimento critico attraverso la conoscenza delle principali questioni che riguardano l'attuale organizzazione del nostro sistema di welfare. Inoltre, il corso intende innescare un dibattito sui possibili cambiamenti riflettendo sulla gestione e le implicazioni dei fenomeni pandemici attraverso esempi e il riferimento ai risultati della ricerca. Il corso toccherà anche i cambiamenti del Sistema Sanitario, i processi di trasformazione delle diverse professioni sanitarie, la complessità delle molteplici prospettive di analisi sulle trasformazioni organizzative, e la necessità di cambiamento dell'ospedale come istituzione, in relazione ai servizi territoriali ' gestione e integrazione della sanità pubblica. Il rapporto medico-paziente giocherà un ruolo centrale, con un focus sulle possibili innovazioni portate dalla medicina narrativa, nonché sull'empowerment dei pazienti e sull'importanza dei processi di comunicazione legati alla formazione dell'opinione pubblica. Infine, ci sarà un focus sull'attuale questione dei vaccini, sulla fiducia e sulle complesse dinamiche di consapevolezza sanitaria e scelte consapevoli.
    • Corsi a scelta dello studente (12 cfu)

      • Attività a scelta dello studente
    • Nutrizione e disturbi dell’alimentazione (3 cfu)

      • Presentare, sulla base di dati relativi all’evoluzione umana e di studi genetici, antropologici e biomedici, le cause della aumentata prevalenza, nei paesi occidentali, di obesità e disturbi alimentari (anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata); spiegare e discutere i meccanismi di adattamento metabolici, endocrini e neuroencefalici in risposta alla malnutrizione per eccesso e per difetto; descrivere le caratteristiche nosografiche, fisiopatologiche e cliniche dei disturbi alimentari e le principali linee di indirizzo per l’approccio nutrizionale in queste patologie nelle diverse fasce di età.
    • Metabolismo e nutrizione dell’attività sportiva (6 cfu)

      • Conoscere il dispendio energetico nelle attività motorie e sportive, il valore calorico dei nutrienti e i principi generali della nutrizione umana
    • Politica alimentare (6 cfu)

      • Il corso punta a dare allo studente strumenti teorici e metodi di analisi del sistema agro-alimentare e dei suoi soggetti e a fargli acquisire strumenti pratici di pianificazione strategica in campo agro alimentare.
    • Nutrizione clinica in ambulatorio (6 cfu)

      • Il corso si occupa dell’inquadramento del paziente in regime ambulatoriale. Gli obbiettivi formativi comprendono strumenti per stilare una corretta anamnesi, valutare la composizione corporea e il comportamento alimentare, stilare piani alimentari personalizzati (compreso l’utilizzo di prodotti dietetici e integratori) in stati fisiologici, parafisiologici e patologici.
    • Nutrizione e neoplasie (3 cfu)

      • Fisiopatologia dei tumori, ruolo dei fattori di crescita, meccanismi patogenetici intracellulari, pattern recettoriali, e signaling pathways. Basi cellulari e molecolari dei tumori, alterazioni del ciclo cellulare. Oncogeni e oncosoppressori. Interferenze patogenetiche ambientali. Concetto di promozione della salute nella vita quotidiana, alimentazione corretta per la prevenzione delle neoplasie. Ruolo della nutrizione nella progressione delle malattie neoplastiche.
    • Neuromarketing dei prodotti alimentari (3 cfu)

      • L’obiettivo formativo è quello di offrire agli studenti le competenze non solo teoriche ma soprattutto pratiche per poter condurre uno studio di neuromarketing dei prodotti alimentari o di campagne di nutrizione (social neuromarketing).
    • Nutra-ingredienti vegetali dalla botanica economica (6 cfu)

      • Il corso si propone nella parte generale di fornire allo studente le conoscenze per lo studio, la selezione e la gestione della materia prima vegetale e suoi derivati nella filiera delle piante officinali secondo linee guida e direttive internazionali. La parte speciale del corso fornirà specifiche nozioni sulle specie vegetali attualmente usate come materia prima di origine vegetale nella filiera alimentare e nutrizionale.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa