Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO

Corso di laurea magistrale

Piano di Studi


Curricula:


Organizzazione aziendale e sistemi informativi

Primo anno

  • Strategia e politica aziendale (9 cfu)

    • Il corso si propone di fornire concetti e schemi di analisi inerenti la gestione strategica dell’azienda. Dopo aver introdotto il tema del governo dell’azienda e la distinzione tra i concetti di politica e strategia, il corso focalizza la propria attenzione sull’analisi strategica dell’azienda lungo tre direttrici fondamentali: il sistema delle idee, il sistema delle relazioni azienda-ambiente e il sistema della produzione. Il corso affronta, infine, il tema del successo aziendale.

      •Syllabus

      'L'azienda come "sistema umano"
      'Il governo dell'azienda e la gestione strategica
      'La politica aziendale
      'La strategia aziendale
      'L’analisi strategica del "sistema aziendale delle idee"
      'L’analisi strategica del sistema delle relazioni azienda-ambiente
      'L’analisi strategica del sistema della produzione
      'Il successo dell'azienda

  • Pianificazione e controllo gestionale (9 cfu)

    • •Obiettivi formativi: Il corso si propone di approfondire le caratteristiche della pianificazione e controllo evidenziando tanto l’evoluzione nella dottrina che nella strumentazione operativa a supporto del management.

      Syllabus

      - il sistema di controllo;
      - il processo, i meccanismi operativi e lo stile di controllo;
      - le variabili del controllo;
      - il processo di budgeting;
      - l'analisi degli scostamenti;
      - i contenuti ed il processo di reporting;
      - l'analisi reddituale e patrimoniale;
      - la leva operativa e la leva finanziaria;
      - la simulazione economico-finanziaria;
      - il processo di simulazione: le simulazioni di efficienza e di struttura;
      - gli aspetti evolutivi del budget;
      - il modello di previsione, simulazione e pianificazione SISMA;
      - casi aziendali;

  • 12 cfu a scelta nel gruppo GR1_1anno materie economiche (comune)

    • 12 cfu a scelta fra
    • Economic ethics (6 cfu)

      • Il corso affronta temi di etica applicata che hanno a che fare con il mondo dell’economia. A questo scopo, in una prima parte viene presentata una panoramica delle principali teorie etiche contemporanee e della loro evoluzione storica, mentre nella seconda parte viene scelto di volta in volta un tema (ad esempio la povertà, la popolazione, lo sviluppo, il credito ecc.) del quale si discutono le implicazioni etiche con un approccio pluralista e interdisciplinare, con un’attenzione speciale alle riflessioni intorno a esso da parte degli economisti di oggi e di ieri. Programma - teorie etiche contemporanee - etica ed economia: da Smith al dibattito contemporaneo - lo sguardo dell’etica sui problemi economici di oggi Obiettivi formativi in Inglese The course deals with issues of applied ethics referring to the economic world. To this end, in a first part an overview of the main contemporary ethical theories is presented, with insights in its historical evolution, while in a second part a special theme is selected every year (for example, poverty, population, development, credit, etc.) and its ethical implications are discussed with a pluralist and interdisciplinary approach, with special attention paid to the reflections of present and past economists on it. Programme - contemporary ethical theories - ethics and economics: from Smith to the contemporary debate - the point of view of ethich on todays economic problems
    • Industrial organization e teoria dei giochi (12 cfu)

      • Approfondimenti dell'analisi economica dell’organizzazione industriale attraverso gli strumenti forniti dalla teoria dei giochi. Il corso si compone di tre parti. La prima parte presenta gli strumenti della Teoria dei Giochi al fine di fornire una metodologia di studio delle interazioni tra agenti economici, poi applicata all’analisi di problemi di organizzazione industriale. Nella seconda parte, dopo un richiamo dei temi principali dell'Economia Industriale, vengono studiati alcuni modelli economici su temi specifici (monopolio multiprodotto, brevetti, discriminazione di prezzo, relazioni tra imprese, differenziazione del prodotto, collusione). Infine, la terza parte del corso studia il ruolo degli incentivi nell’interazione tra agenti economici, con particolare riferimento alle applicazioni del modello Principale-Agente e dei modelli di incompletezza contrattuale.
    • Storia dell'impresa (6 cfu)

      • Obiettivi Il corso mira ad affrontare - con l'attenzione focalizzata sul nostro Paese - la nascita e la trasformazione dell’”impresa come soggetto storico” e come istituzione centrale dello sviluppo economico moderno dalla rivoluzione industriale ai giorni. Obiettivi formativi - Fornire agli studenti le conoscenze di base per comprendere il passaggio dal mondo preindustriale alla società industrializzata. - Approfondire la nascita e l’evoluzione dei diversi settori produttivi, delle principali imprese e il ruolo delle più significative figure imprenditoriali dall'Unità d'Italia ai nostri giorni. - Far emergere la complessità dei fatti e dei processi storici, la molteplicità delle cause, degli effetti e spesso delle differenti spiegazioni fornite dagli storici. Contenuti Nella prima parte del corso sono analizzati brevemente alcuni concetti fondamentali (quali, ad esempio, manifattura e fabbrica, prima rivoluzione industriale, sistema di fabbrica; seconda e terza rivoluzione industriale).Nella seconda viene esaminato il caso italiano, il carattere “bifronte” della nostra industria, “il tormentato sviluppo delle capacità organizzative fra Stato e famiglie”, il ruolo dei distretti industriali e la vitalità di un tessuto di piccola e media imprenditoria.
    • Economia dell’informazione (6 cfu)

      • Il corso intende offrire allo studente un'introduzione ai fattori strategici più rilevanti che caratterizzano il settore dell'informazione, analizzandone in dettaglio la struttura dei costi di produzione delle imprese, la formazione dei prezzi e le strutture di mercato. Saranno, inoltre, approfonditi i temi dell’economia di internet, dei brevetti e del copyright, dell'esternalità di rete e della regolamentazione del settore. •Programma 1. Introduzione all'economia dell'informazione 2. Domanda, offerta e strutture di mercato nel settore dell'informazione 3. Il prezzo dell'informazione ed il "versioning" 4. Individuazione e gestione del lock-in nel settore informativo 5. L'economia dei brevetti e del copyright e il management dei diritti di proprietà intellettuale 6. Le industrie di rete nel settore dell'informazione e i nuovi modelli di produzione e consumo 7. L’economia di internet 8. La regolamentazione del settore dell'informazione
    • Storia del management (6 cfu)

      • Il corso intende ricostruire la dinamica economica e sociale delle imprese, dal XIX° secolo fino ai nostri giorni, nel mutamento dalle imprese “famigliari” alle imprese “multidivisionali” organizzate e gestite dal management. Il ruolo crescente dei managers dalle big corporation statunitensi e internazionali alle aziende italiane, diviene oggetto di studio con precisi case history, fino all’affermazione del “capitalismo manageriale” quale protagonista dello sviluppo economico e finanziario.
    • Economia del risparmio e della previdenza (6 cfu)

      • Oggetto Il modulo verterà sull'esposizione delle teorie più recenti riguardanti il risparmio, sia dal punto di vista microeconomico che macroeconomico, e gli effetti della previdenza sul sistema economico. Si procederà altresì alla esposizione del modello italiano, con particolare riferimento ai fondi pensione. Apprendimento in termini di conoscenza Il modulo si pone come obiettivo quello di rendere gli studenti familiari con le definizioni ed i contenuti riguardanti l'economia del risparmio e con le definizioni, i meccanismi di funzionamento e le proprietà dei sistemi previdenziali. Altro obiettivo è quello di dare agli studenti un quadro sufficientemente approfondito riguardante il sistema previdenziale italiano, con particolare attenzione agli effetti della riforma del TFR del 2007. Programma 1) Teoria delle scelte intertemporali di Fisher 2) Teoria del ciclo di vita di Modigliani 3) Teoria del reddito permanente di Friedman 4) Definizioni e meccanismi di funzionamento dei sistemi previdenziali 5) Gli effetti economici dei sistemi previdenziali 6) Il modello italiano 7) I fondi pensione in Italia
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR2_1anno materie matematico-statistiche (comune)

    • 6 cfu a scelta fra
    • Survey Methods: Traditional and New Techniques in Official Statistics (6 cfu)

      • Course description and Objectives: Survey Sampling is an introductory course for graduate students who have not had a previous course in survey amplino and have the objective to improve the ability to criticize the main features of a strategy of statistical data collection and analysis. Course outline/summary: Overview, What is a Survey, Questionnaires and Interviews, The Survey Form: Questions, Scales, and Appearance, Sample Size and Response Rate: Who and How Many; Probability and Non Probability Sampling Methods; Nonresponse: Implementing a Sample Design Major Issues in Choosing a Strategy of Data Collection and in the Description of the Results. Learning methods: Lectures, readings (papers, chapters, case studies), class assignments in computer lab using worksheets.
    • Metodi per la valutazione e gestione del rischio (6 cfu)

      • La modellizzazione applicata all'analisi finanziaria può fornire strumenti di interpretazione capaci di guidare il processo decisionale. Il corso si propone di fornire agli studenti alcuni dei principali strumenti di analisi capaci di guidare il processo decisionale e valutarne l'efficienza e l'efficacia.
    • Metodi statistici per le decisioni aziendali (6 cfu)

      • Descrizione del corso ed obiettivi Il corso si propone di fornire gli strumenti metodologici di base per l'applicazione della statistica in campo aziendale. Apprendimento in termini di conoscenza Lo studente apprenderà gli aspetti teorici dei metodi statistici presentati nel corso e sarà in grado di applicare tali strumenti a specifici problemi decisionali di natura aziendale. Programma Studio delle fonti dei dati. L'obiettivo è quello di individuare le statistiche di base che consentono di inserire l'attività dell'azienda nei mercati in cui è inserita e del contesto macroeconomico in cui essa opera. Metodi statistici. Statistica descrittiva ed inferenziale, metodi di analisi dell’associazione tra variabili qualitative e quantitative, cenni alle tecniche di analisi multivariata e al controllo statistico di qualità. Modalità di apprendimento Il corso prevede lezioni frontali, letture, studi di caso ed esercitazioni individuali e/o di gruppo al personal computer.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR3_1anno materie giuridiche (comune)

    • 6 cfu a scelta fra
    • Corporate governance: profili giuridici (6 cfu)

      • Il corso ha ad oggetto l'approfondimento, anche alla luce delle tendenze legislative internazionali e della esperienza comparatistica, delle principali problematiche concernenti i profili organizzativi della gestione dell'impresa nella società per azioni. Il corso si propone di trasmettere un metodo d'indagine idoneo a consentire la soluzione di problemi giuridici concernenti la gestione dell'impresa azionaria.
    • Diritto tributario dell’impresa (6 cfu)

      • Il corso ha ad oggetto lo studio dell’imposizione diretta sull’impresa e, in generale, sulle persone giuridiche. Muovendo dall’analisi delle ragioni storico – culturali che hanno condotto all’introduzione, nel 2003, della nuova imposta sui redditi delle società (Ires), il corso propone l’approfondita disamina degli istituti che compongono il sistema di tassazione diretta degli imprenditori commerciali.
    • European Economic Law (6 cfu)

      • Obiettivi formativi. Il corso si propone di tracciare un quadro generale delle norme relative alla disciplina della concorrenza e della tutela del contraente-consumatore nell’ambito dell’ordinamento europeo. L’obiettivo è di fornire agli studenti gli strumenti per uno studio critico dell’attuale assetto normativo e la capacità di valutare eventuali futuri sviluppi del sistema. Programma Il corso si articola in due parti. La prima affronta l’esame delle norme comunitarie che disciplinano la concorrenza all’interno dell’Unione europea con attenzione particolare alla giurisprudenza della Corte di Giustizia La seconda si incentra sui riflessi delle politiche europee sul funzionamento del mercato e sugli equilibri contrattuali. Syllabus Concorrenza Mercato Contratto Consumatore
    • Diritto dell’informatica (6 cfu)

      • Il corso si propone di analizzare le principali problematiche giuridiche legate all’impiego delle tecnologie informatiche, fornendo indicazioni per la loro soluzione. Una specifica considerazione è rivolta al commercio elettronico, anche di prodotti finanziari e assicurativi, al regime delle informazioni e delle comunicazioni commerciali, al documento informatico, alla moneta elettronica, al trattamento dei dati personali, agli illeciti telematici e alla tutela giuridica dei c.d. nuovi beni.
  • 18 cfu a scelta nel gruppo GR8_1 anno (Curriculum OASI)

    • 18 CFU a scelta tra
    • Pianificazione e gestione delle aziende agrarie (6 cfu)

      • Scopo del corso è illustrare le principali caratteristiche che differenziano le aziende agrarie da quelle che operano in altri settori e di far comprendere come queste caratteristiche influenzano le problematiche di pianificazione e gestione delle aziende agrarie. Syllabus -nozione giuridica di attività agricola -analisi delle risorse aziendali -i problemi legati alla biologicità del ciclo produttivo -i problemi legati alla combinazione produttiva -i problemi legati agli elementi di struttura -i problemi legati al macroambiente di riferimento -i problemi legati al microambiente di riferimento -costi di produzione e valore equo di attività biologiche e prodotti agricoli
    • Business intelligence e sistemi informativi (6 cfu)

      • •Obiettivi Il corso fornisce allo studente un quadro di concetti, metodi ed esempi per comprendere le possibilità di applicazione di metodi quantitativi per le decisioni manageriali. Si discutono applicazioni a problematiche di marketing, investimenti e web economy. Gli aspetti matematici sono sviluppati in modo semplice più che rigoroso, privilegiando la comprensione intuitiva dei principi e delle opportunità pratiche. •Syllabus 1. Decisioni, probabilità, incertezza, rischio, informazione, valore atteso, ottimizazione 2. Aspetti cognitivi del processo decisionale 3. Alberi di decisione 4. Approccio bayesiano 5. Classificazione e classificatori 5. Regressione, modelli lineare e logistico 6. Programmazione dinamica 7. Database marketing e web marketing 8. Dynamic pricing 9. Capacity allocation
    • Organizzazione delle aziende industriali (6 cfu)

      • Il corso si propone di esaminare le problematiche attinenti la competitività delle aziende industriali. In particolare il programma analizza: - lo scenario competitivo in cui operano le aziende industriali; - la Time Based Strategy e lo sviluppo di nuovi prodotti; - Il Just in Time e l’evoluzione dei rapporti con I fornitori; - Il Toyotismo e la Lean Production; - I cambiamenti nell’organizzazione del lavoro, l’automazione industriale, le professionalità del personale, la sicurezza del lavoro; - I rapporti tra qualità ed organizzazione: evoluzione dal controllo alla gestione della qualità, programmi di miglioramento, certificazione di qualità e sviluppo di sistemi integrati
    • Revisione contabile (9 cfu)


    • Sistemi informativi gestionali (6 cfu)

      • •Obiettivi formativi: Il corso ha lo scopo di approfondire gli aspetti relativi ai processi di integrazione informativa ed informatica per il controllo di gestione. Sono affrontate, in particolare, le modalità di integrazione, la natura delle informazioni, i modelli gestionali ed il ruolo degli strumenti informatici. •Syllabus - Approfondimenti sui livelli di automazione e sulle fasi di sviluppo dei sistemi informativi - L’integrazione tra le componenti informativo-contabili, le componenti informatiche e le componenti organizzative dei sistemi di controllo - Orientamento gestionale delle informazioni contabili - Orientamento gestionale del software contabile - Procedure informativo-contabili a garanzia della tempestività e dell’accuratezza delle rilevazioni elementari - L’integrazione delle informazioni contabili ed extra-contabili
    • Analisi dei processi e operations management (9 cfu)

      • Il corso descrive l’evoluzione dei principali modelli gestionali d’impresa. Si studieranno le teorie e gli strumenti pratici per la gestione delle cosiddette operations all’interno delle aziende produttrici di beni e servizi. Saranno in particolar modo analizzate le metodologie per la gestione della produzione, della logistica, delle scorte, della qualità di prodotto e processo. Sarà dato accenno alle tecniche di lean enterprises. Parte del corso sarà dedicata alle tecniche di modellazione, analisi e simulazione di processi aziendali con l’utilizzo di strumenti informatici BPMN.
  • Secondo anno

  • Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (1 cfu)


  • Prova finale (17 cfu)


  • A scelta dello studente (12 cfu)


  • Organizzazione aziendale e sistemi informativi (6 cfu)


  • Gestione risorse umane e sviluppo delle competenze (9 cfu)


  • Big data e sistemi informativi (9 cfu)


  • Organizzazione delle piccole e medie imprese (6 cfu)

    • Il corso si propone di analizzare le peculiari problematiche organizzative delle aziende di “minori” dimensioni, con specifico riferimento agli aspetti strutturali, alle determinanti della nascita, ai percorsi di crescita e sviluppo, al ruolo dell’imprenditore, al passaggio generazione, alla gestione delle risorse umane. Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di valutare punti di forza e di debolezza relativi ad orientamenti, modelli e pratiche organizzative più tipici delle aziende minori e analizzare con spirito critico e propositivo problemi di natura organizzativa. •Syllabus 'Analisi organizzativa per le PMI 'Punti di forza e di debolezza organizzativi della PMI 'Flessibilità, politiche della qualità e cultura organizzativa 'Nascita e crescita della PMI 'Analisi del ruolo imprenditoriale 'Strutture organizzative e dinamiche di gestione 'Gestione delle risorse umane 'Network e relazioni interoganizzative 'La successione imprenditoriale

  • Strategia e governo delle aziende

    Primo anno

  • Pianificazione e controllo gestionale (9 cfu)

    • •Obiettivi formativi: Il corso si propone di approfondire le caratteristiche della pianificazione e controllo evidenziando tanto l’evoluzione nella dottrina che nella strumentazione operativa a supporto del management.

      Syllabus

      - il sistema di controllo;
      - il processo, i meccanismi operativi e lo stile di controllo;
      - le variabili del controllo;
      - il processo di budgeting;
      - l'analisi degli scostamenti;
      - i contenuti ed il processo di reporting;
      - l'analisi reddituale e patrimoniale;
      - la leva operativa e la leva finanziaria;
      - la simulazione economico-finanziaria;
      - il processo di simulazione: le simulazioni di efficienza e di struttura;
      - gli aspetti evolutivi del budget;
      - il modello di previsione, simulazione e pianificazione SISMA;
      - casi aziendali;

  • Strategia e politica aziendale (9 cfu)

    • Il corso si propone di fornire concetti e schemi di analisi inerenti la gestione strategica dell’azienda. Dopo aver introdotto il tema del governo dell’azienda e la distinzione tra i concetti di politica e strategia, il corso focalizza la propria attenzione sull’analisi strategica dell’azienda lungo tre direttrici fondamentali: il sistema delle idee, il sistema delle relazioni azienda-ambiente e il sistema della produzione. Il corso affronta, infine, il tema del successo aziendale.

      •Syllabus

      'L'azienda come "sistema umano"
      'Il governo dell'azienda e la gestione strategica
      'La politica aziendale
      'La strategia aziendale
      'L’analisi strategica del "sistema aziendale delle idee"
      'L’analisi strategica del sistema delle relazioni azienda-ambiente
      'L’analisi strategica del sistema della produzione
      'Il successo dell'azienda

  • 12 cfu a scelta nel gruppo GR1_1anno materie economiche (comune)

    • 12 cfu a scelta fra
    • Economic ethics (6 cfu)

      • Il corso affronta temi di etica applicata che hanno a che fare con il mondo dell’economia. A questo scopo, in una prima parte viene presentata una panoramica delle principali teorie etiche contemporanee e della loro evoluzione storica, mentre nella seconda parte viene scelto di volta in volta un tema (ad esempio la povertà, la popolazione, lo sviluppo, il credito ecc.) del quale si discutono le implicazioni etiche con un approccio pluralista e interdisciplinare, con un’attenzione speciale alle riflessioni intorno a esso da parte degli economisti di oggi e di ieri. Programma - teorie etiche contemporanee - etica ed economia: da Smith al dibattito contemporaneo - lo sguardo dell’etica sui problemi economici di oggi Obiettivi formativi in Inglese The course deals with issues of applied ethics referring to the economic world. To this end, in a first part an overview of the main contemporary ethical theories is presented, with insights in its historical evolution, while in a second part a special theme is selected every year (for example, poverty, population, development, credit, etc.) and its ethical implications are discussed with a pluralist and interdisciplinary approach, with special attention paid to the reflections of present and past economists on it. Programme - contemporary ethical theories - ethics and economics: from Smith to the contemporary debate - the point of view of ethich on todays economic problems
    • Industrial organization e teoria dei giochi (12 cfu)

      • Approfondimenti dell'analisi economica dell’organizzazione industriale attraverso gli strumenti forniti dalla teoria dei giochi. Il corso si compone di tre parti. La prima parte presenta gli strumenti della Teoria dei Giochi al fine di fornire una metodologia di studio delle interazioni tra agenti economici, poi applicata all’analisi di problemi di organizzazione industriale. Nella seconda parte, dopo un richiamo dei temi principali dell'Economia Industriale, vengono studiati alcuni modelli economici su temi specifici (monopolio multiprodotto, brevetti, discriminazione di prezzo, relazioni tra imprese, differenziazione del prodotto, collusione). Infine, la terza parte del corso studia il ruolo degli incentivi nell’interazione tra agenti economici, con particolare riferimento alle applicazioni del modello Principale-Agente e dei modelli di incompletezza contrattuale.
    • Storia dell'impresa (6 cfu)

      • Obiettivi Il corso mira ad affrontare - con l'attenzione focalizzata sul nostro Paese - la nascita e la trasformazione dell’”impresa come soggetto storico” e come istituzione centrale dello sviluppo economico moderno dalla rivoluzione industriale ai giorni. Obiettivi formativi - Fornire agli studenti le conoscenze di base per comprendere il passaggio dal mondo preindustriale alla società industrializzata. - Approfondire la nascita e l’evoluzione dei diversi settori produttivi, delle principali imprese e il ruolo delle più significative figure imprenditoriali dall'Unità d'Italia ai nostri giorni. - Far emergere la complessità dei fatti e dei processi storici, la molteplicità delle cause, degli effetti e spesso delle differenti spiegazioni fornite dagli storici. Contenuti Nella prima parte del corso sono analizzati brevemente alcuni concetti fondamentali (quali, ad esempio, manifattura e fabbrica, prima rivoluzione industriale, sistema di fabbrica; seconda e terza rivoluzione industriale).Nella seconda viene esaminato il caso italiano, il carattere “bifronte” della nostra industria, “il tormentato sviluppo delle capacità organizzative fra Stato e famiglie”, il ruolo dei distretti industriali e la vitalità di un tessuto di piccola e media imprenditoria.
    • Economia dell’informazione (6 cfu)

      • Il corso intende offrire allo studente un'introduzione ai fattori strategici più rilevanti che caratterizzano il settore dell'informazione, analizzandone in dettaglio la struttura dei costi di produzione delle imprese, la formazione dei prezzi e le strutture di mercato. Saranno, inoltre, approfonditi i temi dell’economia di internet, dei brevetti e del copyright, dell'esternalità di rete e della regolamentazione del settore. •Programma 1. Introduzione all'economia dell'informazione 2. Domanda, offerta e strutture di mercato nel settore dell'informazione 3. Il prezzo dell'informazione ed il "versioning" 4. Individuazione e gestione del lock-in nel settore informativo 5. L'economia dei brevetti e del copyright e il management dei diritti di proprietà intellettuale 6. Le industrie di rete nel settore dell'informazione e i nuovi modelli di produzione e consumo 7. L’economia di internet 8. La regolamentazione del settore dell'informazione
    • Storia del management (6 cfu)

      • Il corso intende ricostruire la dinamica economica e sociale delle imprese, dal XIX° secolo fino ai nostri giorni, nel mutamento dalle imprese “famigliari” alle imprese “multidivisionali” organizzate e gestite dal management. Il ruolo crescente dei managers dalle big corporation statunitensi e internazionali alle aziende italiane, diviene oggetto di studio con precisi case history, fino all’affermazione del “capitalismo manageriale” quale protagonista dello sviluppo economico e finanziario.
    • Economia del risparmio e della previdenza (6 cfu)

      • Oggetto Il modulo verterà sull'esposizione delle teorie più recenti riguardanti il risparmio, sia dal punto di vista microeconomico che macroeconomico, e gli effetti della previdenza sul sistema economico. Si procederà altresì alla esposizione del modello italiano, con particolare riferimento ai fondi pensione. Apprendimento in termini di conoscenza Il modulo si pone come obiettivo quello di rendere gli studenti familiari con le definizioni ed i contenuti riguardanti l'economia del risparmio e con le definizioni, i meccanismi di funzionamento e le proprietà dei sistemi previdenziali. Altro obiettivo è quello di dare agli studenti un quadro sufficientemente approfondito riguardante il sistema previdenziale italiano, con particolare attenzione agli effetti della riforma del TFR del 2007. Programma 1) Teoria delle scelte intertemporali di Fisher 2) Teoria del ciclo di vita di Modigliani 3) Teoria del reddito permanente di Friedman 4) Definizioni e meccanismi di funzionamento dei sistemi previdenziali 5) Gli effetti economici dei sistemi previdenziali 6) Il modello italiano 7) I fondi pensione in Italia
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR2_1anno materie matematico-statistiche (comune)

    • 6 cfu a scelta fra
    • Survey Methods: Traditional and New Techniques in Official Statistics (6 cfu)

      • Course description and Objectives: Survey Sampling is an introductory course for graduate students who have not had a previous course in survey amplino and have the objective to improve the ability to criticize the main features of a strategy of statistical data collection and analysis. Course outline/summary: Overview, What is a Survey, Questionnaires and Interviews, The Survey Form: Questions, Scales, and Appearance, Sample Size and Response Rate: Who and How Many; Probability and Non Probability Sampling Methods; Nonresponse: Implementing a Sample Design Major Issues in Choosing a Strategy of Data Collection and in the Description of the Results. Learning methods: Lectures, readings (papers, chapters, case studies), class assignments in computer lab using worksheets.
    • Metodi per la valutazione e gestione del rischio (6 cfu)

      • La modellizzazione applicata all'analisi finanziaria può fornire strumenti di interpretazione capaci di guidare il processo decisionale. Il corso si propone di fornire agli studenti alcuni dei principali strumenti di analisi capaci di guidare il processo decisionale e valutarne l'efficienza e l'efficacia.
    • Metodi statistici per le decisioni aziendali (6 cfu)

      • Descrizione del corso ed obiettivi Il corso si propone di fornire gli strumenti metodologici di base per l'applicazione della statistica in campo aziendale. Apprendimento in termini di conoscenza Lo studente apprenderà gli aspetti teorici dei metodi statistici presentati nel corso e sarà in grado di applicare tali strumenti a specifici problemi decisionali di natura aziendale. Programma Studio delle fonti dei dati. L'obiettivo è quello di individuare le statistiche di base che consentono di inserire l'attività dell'azienda nei mercati in cui è inserita e del contesto macroeconomico in cui essa opera. Metodi statistici. Statistica descrittiva ed inferenziale, metodi di analisi dell’associazione tra variabili qualitative e quantitative, cenni alle tecniche di analisi multivariata e al controllo statistico di qualità. Modalità di apprendimento Il corso prevede lezioni frontali, letture, studi di caso ed esercitazioni individuali e/o di gruppo al personal computer.
  • 18 cfu a scelta nel gruppo GR4_1anno (curriculum SGA)

    • 18 cfu a scelta fra
    • Pianificazione e gestione delle aziende agrarie (6 cfu)

      • Scopo del corso è illustrare le principali caratteristiche che differenziano le aziende agrarie da quelle che operano in altri settori e di far comprendere come queste caratteristiche influenzano le problematiche di pianificazione e gestione delle aziende agrarie. Syllabus -nozione giuridica di attività agricola -analisi delle risorse aziendali -i problemi legati alla biologicità del ciclo produttivo -i problemi legati alla combinazione produttiva -i problemi legati agli elementi di struttura -i problemi legati al macroambiente di riferimento -i problemi legati al microambiente di riferimento -costi di produzione e valore equo di attività biologiche e prodotti agricoli
    • Management e controllo delle aziende sanitarie (6 cfu)

      • Il corso fornisce le competenze necessarie alla comprensione delle peculiarità connesse alla gestione delle aziende sanitarie in una prospettiva economico aziendale. Il sistema sanitario nazionale si caratterizza come un contesto regolamentato in cui operano diversi attori con differenti ruoli e specifiche funzioni. Il processo di aziendalizzazione ha modificato la funzionalità del sistema, spostando in chiave regionale la titolarità della funzione ed introducendo modalità differenziate nei processi di erogazione dei servizi innescando in tal modo meccanismi più o meno spinti di quasi-mercato. Il corso si articola in tre parti. La prima parte espone, in chiave comparativa, le caratteristiche dei sistemi sanitari internazionali evidenziando le modalità di finanziamento, le forme di accesso al servizio, le modalità di copertura dei beneficiari e i livelli di qualità percepiti. La seconda parte, di stampo istituzionale, esamina le modalità di funzionamento del sistema analizzando le riforme che sono intervenute e le implicazioni manageriali ad esse connesse in riferimento all’affermazione dei modelli regionali, alle forme di erogazione dei servizi e alla nascita dei quasi-mercati con le forme di rimborso a tariffa. L’ultima parte del corso esamina gli strumenti di pianificazione e controllo soffermandosi sugli strumenti di pianificazione strategica, sulle modalità di costruzione del budget e dei report, le modalità di determinazione dei costi e di valutazione e misurazione della performance
    • Strategie e governo dell’azienda familiare (9 cfu)

      • Obiettivi formativi Il corso affronta il tema della competitività delle aziende di piccole e medie dimensioni, con particolare riferimento alle aziende familiari, focalizzando l’attenzione sugli assetti istituzionali e strategico organizzativi. L’insegnamento verte sull’analisi e sulla comprensione delle condizioni di sviluppo e continuità delle aziende familiari, con approfondimenti sul tema della delega e del management aziendale; sul tema della progettazione della struttura di corporate governance; sul tema della crescita dimensionale e della pianificazione e gestione dei processi di transizione generazionale. La filosofia del corso si basa sul processo di continua interazione fra docente ed allievi. Il corso è orientato allo sviluppo di conoscenze pratiche, anche mediante la presentazione di casi aziendali, allo sviluppo di una mentalità orientata all'azione, anche mediante processi di simulazione decisionale, allo sviluppo di una capacità di elaborazione di scenari economici complessi. Syllabus Il corso affronta i modelli concettuali e le condizioni di funzionamento delle aziende familiari con particolare riguardo al Paese Italia. In particolare formano oggetto di approfondimento e studio i percorsi strategici che supportano lo sviluppo e, dunque, la continuità aziendale quale presupposto di longevità economica. Il corso è articolato nel modo seguente: 1. I modelli concettuali e le condizioni di funzionamento delle aziende familiari - Relativismo interpretativo del concetto di dimensione aziendale - Proprietà e controllo nell’azienda di famiglia: la relazione famiglia impresa - La funzione imprenditoriale e la funzione manageriale 2. Assetti istituzionali e governance nell’azienda familiare - Teorie e modelli di corporate governance - Il consiglio di amministrazione dell’azienda familiare: rilevanza funzionale, caratteri discriminanti e modalità di composizione 3. Continuità nel pensiero strategico e longevità aziendale - Le fasi e la gestione del ricambio generazionale - I sentimenti familiari e le ragioni economiche - La rilevanza del processo di formalizzazione e delega delle funzioni - La trasmissione del patrimonio di conoscenze 4. Elementi per la valutazione delle opzioni strategiche nell’azienda familiare - Analisi e comprensione della capacità cognitiva - Formula imprenditoriale ed orientamento strategico di fondo - Scenari strategici ed arene competitive del prossimo futuro All’interno del modulo sono previste testimonianze aziendali sul tema delle strategie di crescita delle imprese familiari.
    • Diritto delle Public Utilities (6 cfu)

      • Lo scopo del corso è quello: (a) di illustrare i principi e le regole normative italiane sulla produzione e sull’erogazione di servizi di utilità generale, nel contesto del diritto comunitario (b) di illustrare il modello italiano di organizzazione dei servizi sanitari, con particolare riferimento ai rapporti fra settore pubblico e impresa privata, ed alla dirigenza sanitaria. •Syllabus - Public Utilities - Servizi di interesse economico generale - Servizi pubblici locali - Affidamento dei servizi pubblici - Società in house - Organizzazione dei servizi sanitari - Dirigenza sanitaria
    • Organizzazione del governo e della pubblica amministrazione (6 cfu)

      • Lo scopo del corso è quello di illustrare i principi e le regole dell’organizzazione amministrativa dello stato, degli enti locali, delle amministrazioni pubbliche e dei soggetti comunque coinvolti nell’esercizio di funzioni pubbliche, con particolare riferimento alla dirigenza pubblica. •Syllabus - Organizzazione amministrativa - Governo e ministeri - Organizzazione delle regioni e degli enti locali - Società di diritto privato che esercitano funzioni di rilievo pubblico - Dirigenza pubblica - Responsabilità dei pubblici dipendenti - Rapporto politica-dirigenza-amministrazione
    • Analisi dei processi e operations management (9 cfu)

      • Il corso descrive l’evoluzione dei principali modelli gestionali d’impresa. Si studieranno le teorie e gli strumenti pratici per la gestione delle cosiddette operations all’interno delle aziende produttrici di beni e servizi. Saranno in particolar modo analizzate le metodologie per la gestione della produzione, della logistica, delle scorte, della qualità di prodotto e processo. Sarà dato accenno alle tecniche di lean enterprises. Parte del corso sarà dedicata alle tecniche di modellazione, analisi e simulazione di processi aziendali con l’utilizzo di strumenti informatici BPMN.
    • Management delle public utilities (6 cfu)

      • il corso approfondisce le tematiche di management relativamente alla aziende che gestiscono servizi pubblici a livello nazionale e locale.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR3_1anno materie giuridiche (comune)

    • 6 cfu a scelta fra
    • Corporate governance: profili giuridici (6 cfu)

      • Il corso ha ad oggetto l'approfondimento, anche alla luce delle tendenze legislative internazionali e della esperienza comparatistica, delle principali problematiche concernenti i profili organizzativi della gestione dell'impresa nella società per azioni. Il corso si propone di trasmettere un metodo d'indagine idoneo a consentire la soluzione di problemi giuridici concernenti la gestione dell'impresa azionaria.
    • Diritto tributario dell’impresa (6 cfu)

      • Il corso ha ad oggetto lo studio dell’imposizione diretta sull’impresa e, in generale, sulle persone giuridiche. Muovendo dall’analisi delle ragioni storico – culturali che hanno condotto all’introduzione, nel 2003, della nuova imposta sui redditi delle società (Ires), il corso propone l’approfondita disamina degli istituti che compongono il sistema di tassazione diretta degli imprenditori commerciali.
    • European Economic Law (6 cfu)

      • Obiettivi formativi. Il corso si propone di tracciare un quadro generale delle norme relative alla disciplina della concorrenza e della tutela del contraente-consumatore nell’ambito dell’ordinamento europeo. L’obiettivo è di fornire agli studenti gli strumenti per uno studio critico dell’attuale assetto normativo e la capacità di valutare eventuali futuri sviluppi del sistema. Programma Il corso si articola in due parti. La prima affronta l’esame delle norme comunitarie che disciplinano la concorrenza all’interno dell’Unione europea con attenzione particolare alla giurisprudenza della Corte di Giustizia La seconda si incentra sui riflessi delle politiche europee sul funzionamento del mercato e sugli equilibri contrattuali. Syllabus Concorrenza Mercato Contratto Consumatore
    • Diritto dell’informatica (6 cfu)

      • Il corso si propone di analizzare le principali problematiche giuridiche legate all’impiego delle tecnologie informatiche, fornendo indicazioni per la loro soluzione. Una specifica considerazione è rivolta al commercio elettronico, anche di prodotti finanziari e assicurativi, al regime delle informazioni e delle comunicazioni commerciali, al documento informatico, alla moneta elettronica, al trattamento dei dati personali, agli illeciti telematici e alla tutela giuridica dei c.d. nuovi beni.
  • Secondo anno

  • Corporate governance (6 cfu)

    • Lo scopo del corso è quello di approfondire le teorie ed i modelli di analisi della corporate governance delle aziende nonché i principali meccanismi attraverso i quali le aziende sono governate e controllate.
  • Strategie finanziarie per l'impresa (9 cfu)

    • Il corso approfondisce il ruolo della finanza come parte integrante dell’azione strategica
      volta ad ottenere un vantaggio competitivo e quindi a contribuire all’accrescimento del
      valore economico d’impresa.
      Durante il corso si analizzano le strategie finanziarie connesse alle politiche degli
      investimenti, dei finanziamenti, dei dividendi e delle azioni volte a sostenere
      l’acquisizione del valore.

      SYLLABUS
      -finanza d’impresa
      -valore economico
      -politiche degli investimenti, dei finanziamenti e dei dividendi

  • Valutazione d'azienda (9 cfu)

    • Il corso introduce ai fondamenti della valutazione d’azienda, fornendo agli studenti una panoramica delle principali logiche, metodologie e procedure di stima. La prima parte, a carattere istituzionale, verte sulle più diffuse metodologie di valutazione d'azienda; la seconda, di natura più applicativa, oltre ad approfondire lo studio del “processo di valutazione”, prende in esame casi particolari di stima.

      Syllabus

      Parte I
      1. Finalità e peculiarità della valutazione d’azienda
      2. Logiche di valutazione
      3. Configurazioni di valore aziendale
      4. La valutazione basata su «grandezze flusso»
      - Capitalizzazione e attualizzazione
      - Metodi reddituali e metodi finanziari
      - La previsione dei redditi e dei flussi monetari attesi
      - La determinazione del tasso di capitalizzazione/attualizzazione
      - La scelta dell’orizzonti temporali di riferimento
      5. La valutazione basata su «grandezze stock»
      - Metodo patrimoniale semplice
      - Metodo patrimoniale complesso
      6. I metodi misti patrimoniali-reddituali
      - Metodo misto con stima autonoma dell’avviamento
      - Metodo del valore medio
      - Metodo dell'Economic Value Added (EVA)
      7. Il metodo dei moltiplicatori

      Parte II
      1. Il processo di valutazione
      2. Casi particolari di valutazione
      - Rami d’azienda
      - Aziende in dissesto
      - Pacchetti azionari di controllo e di minoranza
      - Holding e gruppi aziendali
      - Aziende multidivisionali
      3. La valutazione delle acquisizioni: approfondimenti

  • Strategie di risanamento (6 cfu)

    • Oggetto del corso sono le strategie di risanamento aziendale. Durante il corso verranno approfondite le principali dimensioni di analisi delle strategie di risanamento, con particolare riferimento al riposizionamento competitivo ed agli aspetti finanziari e quelli riguardanti le risorse e le competenze. Il corso mira ad offrire una ampia conoscenza dei metodi di valutazione delle strategie di risanamento e delle modalità di comunicazione del piano di risanamento.


  • Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (1 cfu)


  • A scelta dello studente (12 cfu)


  • Prova finale (17 cfu)



  • Costi performance

    Primo anno

  • Pianificazione e controllo gestionale (9 cfu)

    • •Obiettivi formativi: Il corso si propone di approfondire le caratteristiche della pianificazione e controllo evidenziando tanto l’evoluzione nella dottrina che nella strumentazione operativa a supporto del management.

      Syllabus

      - il sistema di controllo;
      - il processo, i meccanismi operativi e lo stile di controllo;
      - le variabili del controllo;
      - il processo di budgeting;
      - l'analisi degli scostamenti;
      - i contenuti ed il processo di reporting;
      - l'analisi reddituale e patrimoniale;
      - la leva operativa e la leva finanziaria;
      - la simulazione economico-finanziaria;
      - il processo di simulazione: le simulazioni di efficienza e di struttura;
      - gli aspetti evolutivi del budget;
      - il modello di previsione, simulazione e pianificazione SISMA;
      - casi aziendali;

  • Strategia e politica aziendale (9 cfu)

    • Il corso si propone di fornire concetti e schemi di analisi inerenti la gestione strategica dell’azienda. Dopo aver introdotto il tema del governo dell’azienda e la distinzione tra i concetti di politica e strategia, il corso focalizza la propria attenzione sull’analisi strategica dell’azienda lungo tre direttrici fondamentali: il sistema delle idee, il sistema delle relazioni azienda-ambiente e il sistema della produzione. Il corso affronta, infine, il tema del successo aziendale.

      •Syllabus

      'L'azienda come "sistema umano"
      'Il governo dell'azienda e la gestione strategica
      'La politica aziendale
      'La strategia aziendale
      'L’analisi strategica del "sistema aziendale delle idee"
      'L’analisi strategica del sistema delle relazioni azienda-ambiente
      'L’analisi strategica del sistema della produzione
      'Il successo dell'azienda

  • 12 cfu a scelta nel gruppo GR1_1anno materie economiche (comune)

    • 12 cfu a scelta fra
    • Economic ethics (6 cfu)

      • Il corso affronta temi di etica applicata che hanno a che fare con il mondo dell’economia. A questo scopo, in una prima parte viene presentata una panoramica delle principali teorie etiche contemporanee e della loro evoluzione storica, mentre nella seconda parte viene scelto di volta in volta un tema (ad esempio la povertà, la popolazione, lo sviluppo, il credito ecc.) del quale si discutono le implicazioni etiche con un approccio pluralista e interdisciplinare, con un’attenzione speciale alle riflessioni intorno a esso da parte degli economisti di oggi e di ieri. Programma - teorie etiche contemporanee - etica ed economia: da Smith al dibattito contemporaneo - lo sguardo dell’etica sui problemi economici di oggi Obiettivi formativi in Inglese The course deals with issues of applied ethics referring to the economic world. To this end, in a first part an overview of the main contemporary ethical theories is presented, with insights in its historical evolution, while in a second part a special theme is selected every year (for example, poverty, population, development, credit, etc.) and its ethical implications are discussed with a pluralist and interdisciplinary approach, with special attention paid to the reflections of present and past economists on it. Programme - contemporary ethical theories - ethics and economics: from Smith to the contemporary debate - the point of view of ethich on todays economic problems
    • Industrial organization e teoria dei giochi (12 cfu)

      • Approfondimenti dell'analisi economica dell’organizzazione industriale attraverso gli strumenti forniti dalla teoria dei giochi. Il corso si compone di tre parti. La prima parte presenta gli strumenti della Teoria dei Giochi al fine di fornire una metodologia di studio delle interazioni tra agenti economici, poi applicata all’analisi di problemi di organizzazione industriale. Nella seconda parte, dopo un richiamo dei temi principali dell'Economia Industriale, vengono studiati alcuni modelli economici su temi specifici (monopolio multiprodotto, brevetti, discriminazione di prezzo, relazioni tra imprese, differenziazione del prodotto, collusione). Infine, la terza parte del corso studia il ruolo degli incentivi nell’interazione tra agenti economici, con particolare riferimento alle applicazioni del modello Principale-Agente e dei modelli di incompletezza contrattuale.
    • Storia dell'impresa (6 cfu)

      • Obiettivi Il corso mira ad affrontare - con l'attenzione focalizzata sul nostro Paese - la nascita e la trasformazione dell’”impresa come soggetto storico” e come istituzione centrale dello sviluppo economico moderno dalla rivoluzione industriale ai giorni. Obiettivi formativi - Fornire agli studenti le conoscenze di base per comprendere il passaggio dal mondo preindustriale alla società industrializzata. - Approfondire la nascita e l’evoluzione dei diversi settori produttivi, delle principali imprese e il ruolo delle più significative figure imprenditoriali dall'Unità d'Italia ai nostri giorni. - Far emergere la complessità dei fatti e dei processi storici, la molteplicità delle cause, degli effetti e spesso delle differenti spiegazioni fornite dagli storici. Contenuti Nella prima parte del corso sono analizzati brevemente alcuni concetti fondamentali (quali, ad esempio, manifattura e fabbrica, prima rivoluzione industriale, sistema di fabbrica; seconda e terza rivoluzione industriale).Nella seconda viene esaminato il caso italiano, il carattere “bifronte” della nostra industria, “il tormentato sviluppo delle capacità organizzative fra Stato e famiglie”, il ruolo dei distretti industriali e la vitalità di un tessuto di piccola e media imprenditoria.
    • Economia dell’informazione (6 cfu)

      • Il corso intende offrire allo studente un'introduzione ai fattori strategici più rilevanti che caratterizzano il settore dell'informazione, analizzandone in dettaglio la struttura dei costi di produzione delle imprese, la formazione dei prezzi e le strutture di mercato. Saranno, inoltre, approfonditi i temi dell’economia di internet, dei brevetti e del copyright, dell'esternalità di rete e della regolamentazione del settore. •Programma 1. Introduzione all'economia dell'informazione 2. Domanda, offerta e strutture di mercato nel settore dell'informazione 3. Il prezzo dell'informazione ed il "versioning" 4. Individuazione e gestione del lock-in nel settore informativo 5. L'economia dei brevetti e del copyright e il management dei diritti di proprietà intellettuale 6. Le industrie di rete nel settore dell'informazione e i nuovi modelli di produzione e consumo 7. L’economia di internet 8. La regolamentazione del settore dell'informazione
    • Storia del management (6 cfu)

      • Il corso intende ricostruire la dinamica economica e sociale delle imprese, dal XIX° secolo fino ai nostri giorni, nel mutamento dalle imprese “famigliari” alle imprese “multidivisionali” organizzate e gestite dal management. Il ruolo crescente dei managers dalle big corporation statunitensi e internazionali alle aziende italiane, diviene oggetto di studio con precisi case history, fino all’affermazione del “capitalismo manageriale” quale protagonista dello sviluppo economico e finanziario.
    • Economia del risparmio e della previdenza (6 cfu)

      • Oggetto Il modulo verterà sull'esposizione delle teorie più recenti riguardanti il risparmio, sia dal punto di vista microeconomico che macroeconomico, e gli effetti della previdenza sul sistema economico. Si procederà altresì alla esposizione del modello italiano, con particolare riferimento ai fondi pensione. Apprendimento in termini di conoscenza Il modulo si pone come obiettivo quello di rendere gli studenti familiari con le definizioni ed i contenuti riguardanti l'economia del risparmio e con le definizioni, i meccanismi di funzionamento e le proprietà dei sistemi previdenziali. Altro obiettivo è quello di dare agli studenti un quadro sufficientemente approfondito riguardante il sistema previdenziale italiano, con particolare attenzione agli effetti della riforma del TFR del 2007. Programma 1) Teoria delle scelte intertemporali di Fisher 2) Teoria del ciclo di vita di Modigliani 3) Teoria del reddito permanente di Friedman 4) Definizioni e meccanismi di funzionamento dei sistemi previdenziali 5) Gli effetti economici dei sistemi previdenziali 6) Il modello italiano 7) I fondi pensione in Italia
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR2_1anno materie matematico-statistiche (comune)

    • 6 cfu a scelta fra
    • Survey Methods: Traditional and New Techniques in Official Statistics (6 cfu)

      • Course description and Objectives: Survey Sampling is an introductory course for graduate students who have not had a previous course in survey amplino and have the objective to improve the ability to criticize the main features of a strategy of statistical data collection and analysis. Course outline/summary: Overview, What is a Survey, Questionnaires and Interviews, The Survey Form: Questions, Scales, and Appearance, Sample Size and Response Rate: Who and How Many; Probability and Non Probability Sampling Methods; Nonresponse: Implementing a Sample Design Major Issues in Choosing a Strategy of Data Collection and in the Description of the Results. Learning methods: Lectures, readings (papers, chapters, case studies), class assignments in computer lab using worksheets.
    • Metodi per la valutazione e gestione del rischio (6 cfu)

      • La modellizzazione applicata all'analisi finanziaria può fornire strumenti di interpretazione capaci di guidare il processo decisionale. Il corso si propone di fornire agli studenti alcuni dei principali strumenti di analisi capaci di guidare il processo decisionale e valutarne l'efficienza e l'efficacia.
    • Metodi statistici per le decisioni aziendali (6 cfu)

      • Descrizione del corso ed obiettivi Il corso si propone di fornire gli strumenti metodologici di base per l'applicazione della statistica in campo aziendale. Apprendimento in termini di conoscenza Lo studente apprenderà gli aspetti teorici dei metodi statistici presentati nel corso e sarà in grado di applicare tali strumenti a specifici problemi decisionali di natura aziendale. Programma Studio delle fonti dei dati. L'obiettivo è quello di individuare le statistiche di base che consentono di inserire l'attività dell'azienda nei mercati in cui è inserita e del contesto macroeconomico in cui essa opera. Metodi statistici. Statistica descrittiva ed inferenziale, metodi di analisi dell’associazione tra variabili qualitative e quantitative, cenni alle tecniche di analisi multivariata e al controllo statistico di qualità. Modalità di apprendimento Il corso prevede lezioni frontali, letture, studi di caso ed esercitazioni individuali e/o di gruppo al personal computer.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR3_1anno materie giuridiche (comune)

    • 6 cfu a scelta fra
    • Corporate governance: profili giuridici (6 cfu)

      • Il corso ha ad oggetto l'approfondimento, anche alla luce delle tendenze legislative internazionali e della esperienza comparatistica, delle principali problematiche concernenti i profili organizzativi della gestione dell'impresa nella società per azioni. Il corso si propone di trasmettere un metodo d'indagine idoneo a consentire la soluzione di problemi giuridici concernenti la gestione dell'impresa azionaria.
    • Diritto tributario dell’impresa (6 cfu)

      • Il corso ha ad oggetto lo studio dell’imposizione diretta sull’impresa e, in generale, sulle persone giuridiche. Muovendo dall’analisi delle ragioni storico – culturali che hanno condotto all’introduzione, nel 2003, della nuova imposta sui redditi delle società (Ires), il corso propone l’approfondita disamina degli istituti che compongono il sistema di tassazione diretta degli imprenditori commerciali.
    • European Economic Law (6 cfu)

      • Obiettivi formativi. Il corso si propone di tracciare un quadro generale delle norme relative alla disciplina della concorrenza e della tutela del contraente-consumatore nell’ambito dell’ordinamento europeo. L’obiettivo è di fornire agli studenti gli strumenti per uno studio critico dell’attuale assetto normativo e la capacità di valutare eventuali futuri sviluppi del sistema. Programma Il corso si articola in due parti. La prima affronta l’esame delle norme comunitarie che disciplinano la concorrenza all’interno dell’Unione europea con attenzione particolare alla giurisprudenza della Corte di Giustizia La seconda si incentra sui riflessi delle politiche europee sul funzionamento del mercato e sugli equilibri contrattuali. Syllabus Concorrenza Mercato Contratto Consumatore
    • Diritto dell’informatica (6 cfu)

      • Il corso si propone di analizzare le principali problematiche giuridiche legate all’impiego delle tecnologie informatiche, fornendo indicazioni per la loro soluzione. Una specifica considerazione è rivolta al commercio elettronico, anche di prodotti finanziari e assicurativi, al regime delle informazioni e delle comunicazioni commerciali, al documento informatico, alla moneta elettronica, al trattamento dei dati personali, agli illeciti telematici e alla tutela giuridica dei c.d. nuovi beni.
  • 18 cfu a scelta nel gruppo GR7_1 anno (curriculum CP)

    • 18 CFu a scelta tra
    • Management e controllo delle aziende sanitarie (6 cfu)

      • Il corso fornisce le competenze necessarie alla comprensione delle peculiarità connesse alla gestione delle aziende sanitarie in una prospettiva economico aziendale. Il sistema sanitario nazionale si caratterizza come un contesto regolamentato in cui operano diversi attori con differenti ruoli e specifiche funzioni. Il processo di aziendalizzazione ha modificato la funzionalità del sistema, spostando in chiave regionale la titolarità della funzione ed introducendo modalità differenziate nei processi di erogazione dei servizi innescando in tal modo meccanismi più o meno spinti di quasi-mercato. Il corso si articola in tre parti. La prima parte espone, in chiave comparativa, le caratteristiche dei sistemi sanitari internazionali evidenziando le modalità di finanziamento, le forme di accesso al servizio, le modalità di copertura dei beneficiari e i livelli di qualità percepiti. La seconda parte, di stampo istituzionale, esamina le modalità di funzionamento del sistema analizzando le riforme che sono intervenute e le implicazioni manageriali ad esse connesse in riferimento all’affermazione dei modelli regionali, alle forme di erogazione dei servizi e alla nascita dei quasi-mercati con le forme di rimborso a tariffa. L’ultima parte del corso esamina gli strumenti di pianificazione e controllo soffermandosi sugli strumenti di pianificazione strategica, sulle modalità di costruzione del budget e dei report, le modalità di determinazione dei costi e di valutazione e misurazione della performance
    • Revisione contabile (9 cfu)


    • Pianificazione e controllo delle aziende pubbliche (6 cfu)

      • Il corso analizza il processo di pianificazione e controllo nel settore pubblico. Esamina in modo critico ed illustra i modelli, i concetti e gli strumenti che il processo di aziendalizzazione della pubblica amministrazione ha reso disponibile per il management pubblico. Il corso trae il proprio fondamento teorico dal fatto che molte di questi strumenti si siano sviluppati in ambito privato e che il loro impiego in ambito pubblico debba necessariamente essere supportato da una intensa attività di declinazione. Il corso evidenzia pertanto le caratteristiche del management pubblico mostrandone i caratteri peculiari ed i connotati qualificanti prosegue quindi con l’analisi degli strumenti di pianificazione e controllo enfatizzando il legame che deve sussistere tra la formulazione degli obiettivi strategici e di quelli operativi in un contesto particolarmente complesso. Verrà illustrato il ruolo strumentale della contabilità analitica rispetto ai processi in oggetto e verranno evidenziate le metodologie per la commisurazione della performance pubblica. Gli ambiti di studio riguarderanno le amministrazioni centrali e locali e le aziende sanitarie. In particolare per quanto riguarda le aziende sanitarie verranno analizzate le caratteristiche di funzionamento evidenziando i le modalità di finanziamento, la struttura organizzativa ed il complesso sistema di pianificazione, controllo e valutazione della performance. Obiettivi del corso: •Far comprendere il ruolo e le caratteristiche del management pubblico; •Capacità di configurare ed analizzare un sistema di pianificazione e controllo in una amministrazione pubblica; •Comprendere la logica di impiego congiunto degli strumenti manageriali: budget, costing e reporting. •Conoscere alcuni strumenti di controllo strategico che hanno avuto applicazione in ambito pubblico: Balanced scorecard, performance prism; six sigma scorecard; quality compass; •Sviluppare le attitudini al problem solving e alla interpretazione critica Contenuti principali del corso: 1.I caratteri del management pubblico: condizioni di contesto; sistema pubblico, spazio id azione e concetto di valore pubblico; 2.Le metodologie di cost accounting declinate in ambito pubblico: contabilità per centri di costo, abc, analisi differenziale; 3.I sistemi di pianificazione e controllo nelle amministrazioni pubbliche: aspetti normativi, condizioni di impiego e sviluppo, criticità applicative; 4.Il controllo strategico e gli strumenti relativi 5.La valutazione della performance nel settore pubblico
    • Sistemi informativi gestionali (6 cfu)

      • •Obiettivi formativi: Il corso ha lo scopo di approfondire gli aspetti relativi ai processi di integrazione informativa ed informatica per il controllo di gestione. Sono affrontate, in particolare, le modalità di integrazione, la natura delle informazioni, i modelli gestionali ed il ruolo degli strumenti informatici. •Syllabus - Approfondimenti sui livelli di automazione e sulle fasi di sviluppo dei sistemi informativi - L’integrazione tra le componenti informativo-contabili, le componenti informatiche e le componenti organizzative dei sistemi di controllo - Orientamento gestionale delle informazioni contabili - Orientamento gestionale del software contabile - Procedure informativo-contabili a garanzia della tempestività e dell’accuratezza delle rilevazioni elementari - L’integrazione delle informazioni contabili ed extra-contabili
    • Bilancio e controllo dei gruppi aziendali (6 cfu)


    • Revisione delle aziende pubbliche (6 cfu)

      • Gli argomenti trattati nel corso saranno i seguenti: contabilità di enti locali e aziende pubbliche; composizione e funzioni del Collegio dei Revisori; la revisione del bilancio previsionale; la revisione sullo stato attuazione programmi; variazioni al bilancio e verifiche trimestrali di cassa; la revisione del bilancio previsionale: esercitazione. Pianificazione e programmazione: il PEG. Pianificazione e programmazione: esercitazione; la revisione sul bilancio consuntivo; la revisione gestionale; la revisione nelle aziende di servizi locali: il settore del trasporto pubblico. La revisione nelle aziende di servizi locali: il settore di igiene ambientale
    • Sistemi di gestione e audit della qualità (6 cfu)

      • Lo scopo del corso è quello di illustrare i requisiti e le modalità di progettazione dei sistemi di gestione della qualità in ambito aziendale e l’iter di certificazione e audit in conformità alle norme internazionali ISO 9001 e ISO 19011. •Syllabus - Sistema di gestione della qualità. - Struttura organizzativa. - Processi. - Procedure. - Risorse. - Certificazione: norme di riferimento e modalità applicative. - Procedure di audit
    • Analisi dei processi e operations management (9 cfu)

      • Il corso descrive l’evoluzione dei principali modelli gestionali d’impresa. Si studieranno le teorie e gli strumenti pratici per la gestione delle cosiddette operations all’interno delle aziende produttrici di beni e servizi. Saranno in particolar modo analizzate le metodologie per la gestione della produzione, della logistica, delle scorte, della qualità di prodotto e processo. Sarà dato accenno alle tecniche di lean enterprises. Parte del corso sarà dedicata alle tecniche di modellazione, analisi e simulazione di processi aziendali con l’utilizzo di strumenti informatici BPMN.
  • Secondo anno

  • A scelta dello studente (12 cfu)


  • Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (1 cfu)


  • Valutazione delle performance aziendali (6 cfu)

    • •Obiettivi formativi
      Il corso costituisce un approfondimento delle tematiche dell'Analisi Economico-Finanziaria e della Pianificazione e Controllo Gestionale. Il corso è articolato in 3 moduli principali a loro volta suddivisi in più sottoaree. Le giornate in aula alterneranno lezioni tradizionali a casi applicativi.

      Syllabus
      - 1. Il reporting economico-finanziario
      - La costruzione di un report economico-finanziario di utilità "gestionale"
      - L'analisi di bilancio per area strategica d'affari
      Il caso Autogrill
      - L'analisi delle performance economico-finanziarie per combinazione prodotto/mercato
      Il caso Teta
      - La variance analysis l'integrazione con il bilancio gestionale
      - Il caso Metal

      2. I Key Performance Indicator (KPI)
      - Il reporting multidimensionale (scorecarding)
      - Gli indici globali per la misurazione delle performance
      - Il modello con punteggi e pesi
      - Il modello Data Envelopment Analysis (DEA) per la valutazione dell'efficienza (cenni)
      - Casi ed applicazioni

      3. Check up del controllo di gestione
      - Il cambiamento del sistema di controllo
      - Il processo di check up
      -L'analisi preliminare
      - L'assessment del sistema di controllo
      - La progettazione ed il delivery
      - Il follow up
      .
  • Analisi e gestione dei costi (9 cfu)

    • Il corso ha lo scopo di approfondire alcuni aspetti della determinazione dei costi e di trattare le principali logiche e tecniche per la gestione dei costi a supporto delle decisioni.

      • Syllabus
      - Approfondimenti di Cost Accounting: i costi del personale, la capacità produttiva nella contabilità per centri di costo e nell’Activity-Based Costing, la gerarchia delle attività.
      - Time-Driven Activity-Based Costing
      - Sistemi ibridi di determinazione dei costi
      - Activity-Based Management
      - Target costing
      - Costi della qualità
      - Customer Profitability Analysis
      - Life Cycle Costing
      - I costi ambientali


  • Analisi economico-finanziaria (9 cfu)

    • Il corso approfondisce la materia dell’analisi di bilancio per indici e flussi, ai fini della valutazione della liquidità, solidità e redditività dell’azienda, soffermandosi sulle logiche e metodologie di conduzione dell’analisi, nonché sulle possibilità e sui limiti della stessa.

      Syllabus
      Analisi di Liquidità
      Analisi di Solidità
      Articolazione della gestione in aree
      Analisi di Redditività
      Flussi di Capitale circolante netto
      Flussi di Liquidità

  • Prova finale (17 cfu)


  • Risk management (6 cfu)

    • Il corso approfondisce la tematica del risk management con riferimento alla realtà delle aziende industriali e di servizi. Gli argomenti affrontati nell'ambito del corso riguardano le componenti dell'ERM, gli attori della gestione dei rischi, le tecniche di Control risk self assessment. Particolare attenzione è assegnata all'analisi di casi reali, alla relazione fra rischio e capitale economico ed alla comunicazione sui rischi.

      •Syllabus

      Il rischio nell'economia delle aziende
      Il modello dell'ERM
      Le tecniche di individuazione dei rischi
      Le metodologie e gli strumenti per il risk assessment
      Le modalità di fronteggiamento del rischio
      Il sistema di risk management: attori, processi e strumenti
      La comunicazione dei rischi
      Il Control risk self assessment
      La relazione fra rischio e capitale economico
      Modelli di valutazione delle performance risk based
      Analisi di casi reali

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa