Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

SCIENZE DEI BENI CULTURALI

Corso di laurea

Piano di Studi


Curricula:


Egittologia e Vicino Oriente antico: le civiltà dell’Egitto, Sudan e Vicino Oriente antichi, dall’età preistorica fino all’età medievale, inquadrate nel più ampio contesto mediterraneo ed europeo; le metodologie di studio e di elaborazione dei dati, i problemi inerenti la tutela, la valorizzazione e la gestione del patrimonio culturale proveniente dalle civiltà antiche dell’Egitto, del Sudan e del Vicino Oriente. Il progetto formativo si articola in una serie di attività che prevedono corsi e lezioni frontali, laboratori e stage presso Enti pubblici e privati.

Primo anno

  • Storia del Vicino Oriente antico (12 cfu)

    • Caratteri generali della storia del Vicino Oriente antico dalla rivoluzione urbana all'eta' ellenistica (c. 3000-100 a.C.).
  • Egittologia (6 cfu)

    • Il corso illustra le linee fondamentali della storia e della cultura dell’Egitto antico dal III millennio a.C. (con cenni sulla preistoria e l’età predinastica) fino alla conquista di Alessandro Magno (332 a.C.), fornendo gli strumenti e le metodologie necessarie per valutare criticamente gli aspetti fondamentali della ricostruzione storica dell'antico Egitto, integrando e approfondendo i manuali - aggiornandoli ove necessario - ed evidenziando le problematiche di interpretazione della documentazione disponibile.
  • Istituzioni di Storia greca (6 cfu)


  • Principi e storia della tutela dei Beni culturali (6 cfu)

    • Il corso illustra la normativa in materia di tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione dei Beni culturali. Programma: cenni di storia della legislazione dei beni culturali; le fonti del diritto; la Costituzione Italiana; il principio di sussidiarietà; il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio; bene culturale e patrimonio culturale; individuazione dei beni culturali; tutela e valorizzazione; Stato, Regioni, Enti locali; funzione pubblica e iniziativa privata.
  • Letteratura italiana (12 cfu)

    • Obiettivo del corso è fornire agli studenti le nozioni basilari sulla storia letteraria italiana e, attraverso esempi di lettura, avviarli all'uso di una serie di strumenti interpretativi che li rendano capaci in primo luogo di comprendere il significato letterale dei testi di cui si propone la lettura (antichi e moderni), in secondo luogo di compierne un'analisi critica e stilistica sufficientemente approfondita. In sede di verifica, gli studenti devono dimostrare di essere in grado anzitutto di individuare le coordinate storico-biografiche degli autori proposti, quindi di effettuare la parafrasi dei testi e di analizzarli criticamente (con notazioni sul genere letterario, sulla struttura dell'opera interessata, sulla lingua e sulle peculiarità stilistiche e retoriche e, nel caso di testi poetici, sulle caratteristiche metriche).
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Latino

    • 6 CFU a scelta tra: Letteratura latina, Cultura latina
    • Cultura latina (6 cfu)

      • Il corso illustra la Storia della letteratura latina nelle linee del suo sviluppo, con la lettura di singole opere in traduzione italiana. In tal modo intende fornire agli studenti la capacità di orientarsi attraverso le coordinate dei singoli generi letterari e dei modelli greci o romani di un'opera, stimolandoli a partecipare attivamente alle lezioni, con interventi e apporti personali.
    • Letteratura latina (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti la conoscenza complessiva della storia della letteratura latina e delle caratteristiche della lingua letteraria, la capacità di comprensione di un testo letterario latino sia sul piano linguistico che storico-culturale.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Lingue straniere

    • Laboratorio di lingua straniera
    • Laboratorio di lingua inglese C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo inglese.
    • Laboratorio di lingua inglese B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo inglese.
    • Laboratorio di lingua francese A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua francese C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo francese.
    • Laboratorio di lingua inglese A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua spagnola A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua tedesca A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua tedesca B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo tedesco.
    • Laboratorio di lingua tedesca C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo tedesco.
    • Laboratorio di lingua spagnola B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo spagnolo.
    • Laboratorio di lingua francese B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo francese.
    • Laboratorio di lingua spagnola C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo spagnolo.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Discipline geografiche e antropologiche

    • Un esame a scelta da 6 cfu tra quelli in elenco.
    • Antropologia culturale (6 cfu)

      • Conoscenza della storia, dei campi d’indagine principali e dei metodi dell’antropologia culturale. Acquisizione degli elementi di fondo della metodologia di ricerca antropologica attraverso lo studio di temi specifici
    • Geografia del paesaggio e dell'ambiente (6 cfu)

      • Le tematiche prese in considerazione verteranno soprattutto sui caratteri e sull’evoluzione dei paesaggi urbani e rurali e sugli sviluppi del concetto stesso di paesaggio (naturale, umanizzato, sensibile, razionale): in particolare si metteranno in evidenza le interrelazioni fra i diversi elementi del sistema territoriale, a partire ovviamente dai rapporti Uomo-Ambiente, che verranno ricostruiti in chiave storica ed epistemologica.
    • Antropologia della comunicazione (6 cfu)

      • Si intende fornire una preparazione nella ricerca antropologica riguardante i fenomeni della comunicazione, e, in particolare, nel campo dei mezzi di comunicazione di massa. Si punta ad approfondire i metodi di ricerca e i temi dell'antropologia dei media con particolare riguardo alle pratiche di uso e di fruizione delle tecnologie e dei contenuti della comunicazione.
  • Secondo anno

  • Civiltà Egee (6 cfu)

    • Il corso mira a fornire una preparazione di base nel campo dell’archeologia egea, tracciando i lineamenti dello sviluppo della civiltà minoica e di quella micenea con riferimenti anche all’evoluzione della civiltà cicladica. Tra gli aspetti che verranno trattati più specificatamente un rilievo particolare assumono il confronto tra i centri palaziali cretesi e quelli continentali, l’espansione culturale della civiltà minoica agli inizi del Tardo Bronzo ed i suoi riflessi nel processo di sviluppo della civiltà micenea, il commercio egeo nel Mediterraneo e la fine dei palazzi micenei nel complesso quadro della crisi mediterranea agli inizi del XII secolo a.C.
  • Archeologia egiziana (6 cfu)

    • Conoscere le linee essenziali dello sviluppo culturale dell’Egitto antico sulla base della documentazione archeologica .
      Essere in grado di riconoscere i monumenti e gli elementi caratterizzanti principali della cultura materiale dell'antico Egitto.
  • Archeologia e Storia dell'arte greca (12 cfu)

    • Il corso è finalizzato a fornire agli studenti le conoscenze di base della disciplina, nei suoi ambiti fondamentali: architettura, scultura, pittura, arti cosiddette minori, topografia, nell'arco di tempo compreso tra la metà dell'XI sec. a.C. e la metà del I sec. a.C. L'approfondimento di alcuni temi metterà gli studenti a stretto contatto con un argomenti specifici, insegnerà loro il metodo per affrontare ricerche più approfondite e per leggere criticamente gli strumenti bibliografici.
  • Metodologie della ricerca archeologica (6 cfu)

    • Il corso di propone di delineare una breve storia delle metodologie di scavo archeologico, con particolare attenzione a quelle che, nel secolo scorso, hanno portato alla messa a punto del metodo stratigrafico.
      Sarà quindi illustrata la teoria della stratigrafia archeologica:
      - le leggi che regolano la trasformazione del paesaggio nel corso del tempo, sotto l'azione congiunta dell'uomo e della natura,
      - i metodi per leggere nel terreno le tracce lasciate dalle attività umane del passato,
      - i metodi per risalire da quelle tracce alla storia e alla cultura delle comunità del passato: dalla ricomposizione della sequenza stratigrafica all'interpretazione delle evidenze in chiave storica.
  • Archeologia e storia dell'arte del Vicino Oriente antico (6 cfu)

    • Conoscere le linee essenziali dello sviluppo culturale del Vicino Oriente antico sulla base della documentazione archeologica e artistica. Essere in grado di distinguere i siti archeologici e i monumenti principali e le classi ceramiche diagnostiche del Vicino Oriente pre-classico.
  • Abilità informatiche (3 cfu)

    • Acquisizione di abilità informatiche certificate mediante il superamento di un modulo da 3 CFU tra quelli offerti dall'Università di Pisa nell'ambito del progetto SAI@UNIPI. Viene riconosciuta in alternativa la certificazione ECDL START.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo EVOA - Affini ed integrative II anno (cultura ebraica/Islamistica)

    • Un esame da 6 cfu a scelta (cultura ebraica/Islamistica).
    • Cultura e storia ebraica (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti di SBC una formazione di base sugli aspetti caratterizzanti della cultura ebraica e sulla storia dell'ebraismo, in particolare in Italia, al fine di potere riconoscere, interpretare e studiare beni culturali ebraici di tipo iconografico, librario, documentario.
    • Islamistica (6 cfu)


  • 12 cfu a scelta nel gruppo EVOA - Caratterizzanti II anno

    • 12 cfu a scelta. Caratterizzanti II anno, discipline relative ai beni storico-archeologici e artistici, archivistici e librari
    • Archeologia medievale (12 cfu)

      • Obiettivi formativi: Il corso intende fornire agli studenti le basi e gli strumenti conoscitivi per poter comprendere i temi affrontati dall’Archeologia medievale contemporanea. Il ciclo delle lezioni prevede una prima parte dedicata alla storia della disciplina in Italia e in Europa e una seconda rivolta all’illustrazione delle principali trasformazioni dei centri urbani e dell’insediamento rurale tra l’Età tardo antica e il Medioevo, attraverso esempi di scavi e ricerche topografiche. Durante lo svolgimento del corso gli studenti saranno coinvolti in lavori di gruppo su temi pertinenti alla disciplina.
    • Archeologia preistorica (12 cfu)

      • Il corso fornisce agli studenti la conoscenza dell'evoluzione dell'uomo e delle società durante la preistoria, con particolare attenzione agli aspetti della cultura materiale e delle manifestazioni artistiche e religiose, delle scelte economiche e insediamentali. Attraverso l'approfondimento di uno o più temi, il corso fornisce inoltre agli studenti una buona autonomia nell'interpretazione dei dati archeologici, la capacità di orientarsi nei risultati degli studi e gli strumenti per condurre una ricerca bibliografica nel settore.
    • Etruscologia e archeologia italica (12 cfu)

      • Il corso si propone di fornire allo studente un'informazione organica di base sulla civiltà etrusca, attraverso la trattazione integrata delle fonti letterarie, della documentazione archeologica e delle manifestazioni artistiche. Attraverso l'approfondimento di uno o più temi e il contatto diretto con i materiali e con la documentazione figurata, il corso mira ad indurre nello studente un comportamento attivo, improntato ad uno spirito di partecipazione e di collaborazione.
  • 3 cfu a scelta nel gruppo Laboratori

    • 3 cfu a scelta tra i laboratori in elenco
    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte medievale (1 cfu)


    • Laboratorio di archeologia funeraria (3 cfu)


    • Laboratorio di Topografia antica (3 cfu)

      • Il laboratorio si propone di fornire agli studenti conoscenze circa la documentazione e l'elaborazione dei dati di scavo e ricognizione (con particolare riferimento alle attività svolte dall’insegnamento di Topografia antica), le tipologie edilizie, le strutture ed infrastrutture antiche e relative tecniche costruttive, la metodologia e le tecniche per lo studio dei paesaggi, l'elaborazione di cartografia archeologica mediante GIS, la classificazione dei reperti archeologici a diffusione subregionale, regionale e mediterranea dall’età arcaica al tardo-antico. Gli studenti acquisiranno le metodologie di scavo e di ricognizione, di classificazione delle diverse tipologie insediative, monumentali e costruttive, di classificazione dei reperti archeologici, di interpretazione ed elaborazione dei dati di ricognizione e di scavo, di gestione dei dati territoriali mediante GIS.
    • Laboratorio di fonti letterarie storico-archeologiche e storico-artistiche dell'antichità (3 cfu)

      • Il laboratorio ha lo scopo di far conoscere agli studenti le fonti letterarie antiche più usate nella ricerca archeologica.
    • Laboratorio di elaborazione informatica di fonti storico-artistiche (2 cfu)

      • Il laboratorio è finalizzato all'acquisizione di abilità per il trattamento informatico di fonti storico-artistiche e la loro riproduzione in formato digitale. La produzione di tali documenti, oltre a consentire una più ampia e miglior fruizione dei testi, può indubbiamente garantire una maggior tutela e conservazione di materiali bibliografici di pregio. Il laboratorio è organizzato in due fasi: la prima è di contenuto prettamente teorico e intende fornire le conoscenze di base per l'analisi dei documenti che saranno oggetto di digitalizzazione, nonché le informazioni tecniche per l'utilizzo dell'attrezzatura informatica necessaria e per le procedure di acquisizione digitale e di archiviazione delle fonti stesse. La seconda fase è dedicata alla pratica e prevede la digitalizzazione di una o più fonti.
    • Laboratorio di Rilievo e valutazione del paesaggio (3 cfu)

      • Il laboratorio si pone l’obiettivo di fornire le basi tecniche e scientifiche per l’apprendimento di un metodo di analisi della città e della campagna finalizzato all'individuazione degli elementi paesaggistici di valore presenti sul territorio. Il metodo di studio proposto, detto della stratigrafia paesaggistica, si fonda sull’analisi storico critica dell’uso delle risorse ambientali e sulla capacità di persistenza delle strutture naturali ed antropiche, e delle relazioni materiali ed immateriali che caratterizzano i diversi contesti reali.
    • Laboratorio di Ricerca bibliografica in rete (1 cfu)

      • Il laboratorio è finalizzato a sviluppare le abilità informative necessarie ad un uso consapevole della biblioteca e dei suoi strumenti e a favorire un processo di disintermediazione degli studenti che consenta loro di utilizzare al meglio e in maniera indipendente le risorse necessarie al loro percorso di studi. Ogni studente infatti dovrebbe avere ben presenti quali sono le fonti e gli strumenti informativi di base, saper impostare le strategie di ricerca, essere in grado di localizzare e accedere alle risorse e infine di citare l’informazione. A tal fine, il laboratorio è strutturato secondo tre percorsi di approfondimento: 1) la biblioteca: risorse e servizi, 2) risorse elettroniche a pagamento e ad accesso libero, 3) norme essenziali per la citazione bibliografica.
    • Laboratorio per la ricerca storico-architettonica territoriale (3 cfu)

      • Il Laboratorio intende sviluppare praticamente negli studenti una prima lettura critica del costruito attraverso la conoscenza storica dell'architettura. La lettura interpretativa del costruito e la conoscenza della storia dell'architettura avviene attraverso il continuo confronto tra teoria e pratica, tra sapere e saper fare. Il laboratorio è il luogo della sperimentazione pratica e della verifica concreta delle conoscenze acquisite.
    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte moderna (1 cfu)


    • Laboratorio GIS (3 cfu)


    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte contemporanea (1 cfu)


    • Laboratorio Museia (3 cfu)

      • Il Laboratorio di cultura museale MUSEIA svolge attività di ricerca, formazione, Terza missione negli ambiti della conservazione, educazione, comunicazione, valorizzazione dei beni culturali in particolare storici-artistici. Lavora prevalentemente su progetti definiti e sostenuti con Convenzioni tra enti e Dipartimento o con finanziamenti a seguito di bandi, in forte sinergia con soggetti pubblici e privati del territorio (comuni, soprintendenze, diocesi, fondazioni ecc.). Da tale attività nasce l’offerta, oltre che di tirocini, di didattica laboratoriale e didattica integrativa legate ai corsi di Storia del collezionismo e del museo, Museologia e museografia, Comunicazione museale, finalizzata a un primo approccio anche concreto ai processi e prodotti del museo e del patrimonio culturale.
    • Laboratorio di lettura diretta di arte applicata (1 cfu)


  • Terzo anno

  • Cultura e materiali dell'antico Egitto (6 cfu)


  • Archeologia e Storia della penisola araba (6 cfu)


  • Archeologia e Storia dell'arte romana (12 cfu)

    • Il corso fornirà agli studenti le conoscenze di base nell'ambito dell'architettura, della topografia e della cultura figurativa del mondo romano, dalla fondazione di Roma al tardo impero. Attraverso l'analisi approfondita di un tema, gli studenti acquisiranno la capacità di leggere i documenti figurativi nelle loro caratteristiche funzionali e iconografiche, apprenderanno i metodi per una loro datazione e l'uso degli strumenti bibliografici di base, acquisendo la capacità di sviluppare ricerche individuali e di gruppo.
  • Attività a scelta dello studente (12 cfu)

    • Da scegliere tra tutte le attività didattiche (corsi e/o laboratori) offerte nei corsi di laurea triennali dell'Ateneo.
  • Tirocini, stage, laboratori (6 cfu)

    • I tirocini e gli stage, di durata variabile, sono esperienze in un'azienda o presso un Ente pubblico (con i quali il CDS ha stipulato un'apposita convenzione) intrapresi allo scopo di apprendimento e formazione, ma anche di contatto con il mondo del lavoro.

      Le convenzioni e i progetti formativi appositamente stipulati dal CDS specificano gli obiettivi formativi e la durata di tirocini e stage, il nome del tutor interno all'azienda o all'Ente che seguirà tirocinanti e stagisti, la modalità con cui tirocini o stage verranno condotti (compiti che l'azienda o l'Ente affideranno a tirocinanti e stagisti, modi con cui essi saranno seguiti nella loro espletazione). Di norma i tirocini hanno una durata di 150 ore corrispondenti a 6 cfu; in accordo con i tutor e presentando preventivamente l'apposita documentazione, lo studente ha la possibilità di prorogare lo stage di ulteriori 150 ore, per un massimo quindi di 300 ore. In questo caso gli ulteriori 6 cfu saranno collocati nel gruppo delle “Attività a libera scelta dello studente”.

      I laboratori sono invece attività formative in cui gli studenti sono direttamente coinvolti, svolte all'interno delle strutture didattiche dell'Ateneo e finalizzate all'acquisizione di competenze pratiche che non possono essere impartite con lezioni frontali.
  • Prova finale (6 cfu)

    • La prova finale consiste in una tesina, frutto di una ricerca individuale, svolta all’interno delle strutture dell’Università o presso Enti pubblici, aziende pubbliche o private ecc., con cui il CDS o la Facoltà hanno un rapporto convenzionato.
      La tesina deve avere la forma di un testo breve, ma strutturato, di carattere saggistico, articolato in paragrafi, con citazioni e riferimenti bibliografici appropriati e un'opportuna documentazione.
      Nella redazione della tesina, lo studente deve dimostrare di avere acquisito la capacità di:
      - organizzare e sintetizzare una bibliografia di riferimento;
      - scrivere autonomamente un elaborato in lingua italiana.
  • 12 cfu a scelta nel gruppo EVOA - Affini III anno

    • 12 cfu a scelta tra gli esami in elenco.
    • Istituzioni di Archivistica (6 cfu)

      • Il corso si propone di far conoscere agli studenti l’archivio come strumento di gestione amministrativa e come bene culturale, evidenziando la sua specificità rispetto alla biblioteca. Saranno esaminati i principi teorici che regolano la formazione, la gestione, la conservazione, l’ordinamento e l’uso degli archivi, la loro organizzazione e le normative che ne disciplinano l’attività; largo spazio sarà dedicato all’analisi del concetto di archivio e alla sua evoluzione nel corso del tempo, alla storia dell’Archivistica dalle origini fino ai giorni nostri, alle norme che assicurano la buona conservazione dei documenti e alla redazione dei mezzi di corredo che ne agevolano la consultazione.
    • Istituzioni di Storia medievale (6 cfu)


    • Istituzioni di Storia romana (6 cfu)


    • Metodologia della ricerca storico-artistica (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti conoscenze sulle problematiche relative ai metodi, agli strumenti e ai linguaggi della ricerca storico-artistica, in modo da metterli in grado di definire, analizzare e collocare storicamente un’opera d’arte e renderli consapevoli del complesso tessuto di relazioni che intercorrono tra un’opera d’arte e la società che la produce e la recepisce.
    • Archeologia funeraria (6 cfu)

      • L’archeologia funeraria analizza i contesti sepolcrali con metodo archeologico ed antropologico e li inquadra anche dal punto di vista culturale. Lo studente apprenderà le caratteristiche fondamentali delle pratiche funerarie attraverso l’analisi delle testimonianze materiali e contestualizzerà l’evento funerario nell’ambito ideologico e sociale delle popolazioni del passato. Imparerà ad utilizzare i dati provenienti dall’analisi dei resti umani per la ricostruzione del contesto culturale e della sua espressione funeraria. Parallelamente acquisirà una base teorica e pratica per affrontare lo scavo archeologico dei contesti funerari.
    • Storia dell'arte medievale in Italia e in Europa (12 cfu)

      • Il corso si propone di fornire una conoscenza di base della storia artistica del Medioevo italiano ed europeo dal IV al XV secolo. Lo studente verrà introdotto ai più significativi caratteri tipologici, tecnici, iconografici e stilistici dell'arte del periodo, vista nei suoi rapporti con le altre manifestazioni della cultura coeva. Particolare insistenza verrà posta sulla necessità di confrontarsi in maniera corretta con i monumenti artistici, la tradizione storico-critica ad essi relativa ed il difficile esercizio di comunicare con le parole i dati visuali propri della disciplina. Alcuni temi di particolare interesse saranno oggetto di approfondimento nella seconda parte del corso.
    • Cultura e storia ebraica (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti di SBC una formazione di base sugli aspetti caratterizzanti della cultura ebraica e sulla storia dell'ebraismo, in particolare in Italia, al fine di potere riconoscere, interpretare e studiare beni culturali ebraici di tipo iconografico, librario, documentario.
    • Archeometria (6 cfu)


    • Islamistica (6 cfu)


    • Comunicazione museale (6 cfu)


    • Storia delle religioni A (6 cfu)



  • Storia dell'arte: la storia delle arti visive, dell'architettura e dell'urbanistica dal Medioevo all'età contemporanea, le metodologie di indagine e i problemi concernenti la conservazione, la tutela e la gestione del patrimonio storico-artistico. Il progetto formativo si articola in una serie di attività che prevedono corsi e lezioni frontali, laboratori e stage presso Enti pubblici e privati, finalizzati a mettere gli studenti in diretto contatto con il mondo del lavoro.

    Primo anno

  • Istituzioni di Storia medievale (6 cfu)


  • Metodologia della ricerca storico-artistica (6 cfu)

    • Il corso si propone di fornire agli studenti conoscenze sulle problematiche relative ai metodi, agli strumenti e ai linguaggi della ricerca storico-artistica, in modo da metterli in grado di definire, analizzare e collocare storicamente un’opera d’arte e renderli consapevoli del complesso tessuto di relazioni che intercorrono tra un’opera d’arte e la società che la produce e la recepisce.
  • Letteratura italiana (12 cfu)

    • Obiettivo del corso è fornire agli studenti le nozioni basilari sulla storia letteraria italiana e, attraverso esempi di lettura, avviarli all'uso di una serie di strumenti interpretativi che li rendano capaci in primo luogo di comprendere il significato letterale dei testi di cui si propone la lettura (antichi e moderni), in secondo luogo di compierne un'analisi critica e stilistica sufficientemente approfondita. In sede di verifica, gli studenti devono dimostrare di essere in grado anzitutto di individuare le coordinate storico-biografiche degli autori proposti, quindi di effettuare la parafrasi dei testi e di analizzarli criticamente (con notazioni sul genere letterario, sulla struttura dell'opera interessata, sulla lingua e sulle peculiarità stilistiche e retoriche e, nel caso di testi poetici, sulle caratteristiche metriche).
  • Storia dell'arte medievale in Italia e in Europa (12 cfu)

    • Il corso si propone di fornire una conoscenza di base della storia artistica del Medioevo italiano ed europeo dal IV al XV secolo. Lo studente verrà introdotto ai più significativi caratteri tipologici, tecnici, iconografici e stilistici dell'arte del periodo, vista nei suoi rapporti con le altre manifestazioni della cultura coeva. Particolare insistenza verrà posta sulla necessità di confrontarsi in maniera corretta con i monumenti artistici, la tradizione storico-critica ad essi relativa ed il difficile esercizio di comunicare con le parole i dati visuali propri della disciplina. Alcuni temi di particolare interesse saranno oggetto di approfondimento nella seconda parte del corso.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Latino

    • 6 CFU a scelta tra: Letteratura latina, Cultura latina
    • Cultura latina (6 cfu)

      • Il corso illustra la Storia della letteratura latina nelle linee del suo sviluppo, con la lettura di singole opere in traduzione italiana. In tal modo intende fornire agli studenti la capacità di orientarsi attraverso le coordinate dei singoli generi letterari e dei modelli greci o romani di un'opera, stimolandoli a partecipare attivamente alle lezioni, con interventi e apporti personali.
    • Letteratura latina (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti la conoscenza complessiva della storia della letteratura latina e delle caratteristiche della lingua letteraria, la capacità di comprensione di un testo letterario latino sia sul piano linguistico che storico-culturale.
  • 12 cfu a scelta nel gruppo Storia dell'arte - disciplina archeologica

    • Un esame da 12 cfu o due esami da 6 CFU.
    • Istituzioni di archeologia medievale (6 cfu)

      • Obiettivi formativi: Il corso intende fornire agli studenti un’introduzione allo studio dei resti archeologici del mondo medievale. In particolare sarà affrontata la storia della disciplina in Europa, dalla nascita dell’interesse per le antichità medievali nell’Inghilterra del XVIII secolo fino alla definizione di una disciplina accademica nelle maggiori università italiane e straniere. Temi e argomenti del corso saranno illustrati attraverso le grandi scoperte e i più importanti cantieri di scavo archeologico che hanno contribuito allo sviluppo dell’archeologia medievale contemporanea.
    • Istituzioni di Etruscologia e archeologia italica (6 cfu)

      • L'insegnamento intende fornire le nozioni di base sulla civiltà etrusca sotto il profilo storico, topografico e artistico. Si prevedono anche eventuali eventuali approfondimenti su temi inerenti alla fortuna degli Etruschi in età rinascimentale, moderna e contemporanea.
    • Archeologia medievale (12 cfu)

      • Obiettivi formativi: Il corso intende fornire agli studenti le basi e gli strumenti conoscitivi per poter comprendere i temi affrontati dall’Archeologia medievale contemporanea. Il ciclo delle lezioni prevede una prima parte dedicata alla storia della disciplina in Italia e in Europa e una seconda rivolta all’illustrazione delle principali trasformazioni dei centri urbani e dell’insediamento rurale tra l’Età tardo antica e il Medioevo, attraverso esempi di scavi e ricerche topografiche. Durante lo svolgimento del corso gli studenti saranno coinvolti in lavori di gruppo su temi pertinenti alla disciplina.
    • Archeologia e Storia dell'arte greca (12 cfu)

      • Il corso è finalizzato a fornire agli studenti le conoscenze di base della disciplina, nei suoi ambiti fondamentali: architettura, scultura, pittura, arti cosiddette minori, topografia, nell'arco di tempo compreso tra la metà dell'XI sec. a.C. e la metà del I sec. a.C. L'approfondimento di alcuni temi metterà gli studenti a stretto contatto con un argomenti specifici, insegnerà loro il metodo per affrontare ricerche più approfondite e per leggere criticamente gli strumenti bibliografici.
    • Archeologia e Storia dell'arte romana (12 cfu)

      • Il corso fornirà agli studenti le conoscenze di base nell'ambito dell'architettura, della topografia e della cultura figurativa del mondo romano, dalla fondazione di Roma al tardo impero. Attraverso l'analisi approfondita di un tema, gli studenti acquisiranno la capacità di leggere i documenti figurativi nelle loro caratteristiche funzionali e iconografiche, apprenderanno i metodi per una loro datazione e l'uso degli strumenti bibliografici di base, acquisendo la capacità di sviluppare ricerche individuali e di gruppo.
    • Etruscologia e archeologia italica (12 cfu)

      • Il corso si propone di fornire allo studente un'informazione organica di base sulla civiltà etrusca, attraverso la trattazione integrata delle fonti letterarie, della documentazione archeologica e delle manifestazioni artistiche. Attraverso l'approfondimento di uno o più temi e il contatto diretto con i materiali e con la documentazione figurata, il corso mira ad indurre nello studente un comportamento attivo, improntato ad uno spirito di partecipazione e di collaborazione.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Discipline geografiche e antropologiche

    • Un esame a scelta da 6 cfu tra quelli in elenco.
    • Antropologia culturale (6 cfu)

      • Conoscenza della storia, dei campi d’indagine principali e dei metodi dell’antropologia culturale. Acquisizione degli elementi di fondo della metodologia di ricerca antropologica attraverso lo studio di temi specifici
    • Geografia del paesaggio e dell'ambiente (6 cfu)

      • Le tematiche prese in considerazione verteranno soprattutto sui caratteri e sull’evoluzione dei paesaggi urbani e rurali e sugli sviluppi del concetto stesso di paesaggio (naturale, umanizzato, sensibile, razionale): in particolare si metteranno in evidenza le interrelazioni fra i diversi elementi del sistema territoriale, a partire ovviamente dai rapporti Uomo-Ambiente, che verranno ricostruiti in chiave storica ed epistemologica.
    • Antropologia della comunicazione (6 cfu)

      • Si intende fornire una preparazione nella ricerca antropologica riguardante i fenomeni della comunicazione, e, in particolare, nel campo dei mezzi di comunicazione di massa. Si punta ad approfondire i metodi di ricerca e i temi dell'antropologia dei media con particolare riguardo alle pratiche di uso e di fruizione delle tecnologie e dei contenuti della comunicazione.
  • Secondo anno

  • Storia dell'arte contemporanea (12 cfu)

    • Il corso analizzerà una selezione del lavoro dei principali artisti e movimenti artistici dell'età contemporanea, ossia dalla Rivoluzione francese a oggi. Oltre ad un esame stilistico, tali opere saranno considerate nel contesto della storia politica, della cultura e della mentalità, nella convinzione che l’arte sia una modalità di porre esteticamente in essere questioni di identità politiche, sociali, nazionali, autobiografiche, sessuali ed etniche. Si discuteranno anche l’evoluzione della nozione di “valore” nell’arte, la caduta della gerarchia tra cultura alta e cultura popolare introdotti dall’avvento dell’industrializzazione, le ideologie di massa del XX secolo, il boom economico e la società dei consumi. Le lezioni in aula integrano – e non ricalcano semplicemente – i testi d’esame. Per questo la frequentazione del corso è raccomandata. Alcune lezioni potranno svolgersi fuori sede, nella forma di visite a mostre, collezioni permanenti di musei, e studi di artisti.
  • Istituzioni di Storia contemporanea (6 cfu)


  • Istituzioni di Storia moderna (6 cfu)


  • Abilità informatiche (3 cfu)

    • Acquisizione di abilità informatiche certificate mediante il superamento di un modulo da 3 CFU tra quelli offerti dall'Università di Pisa nell'ambito del progetto SAI@UNIPI. Viene riconosciuta in alternativa la certificazione ECDL START.
  • Storia dell'arte moderna in Italia e in Europa (12 cfu)

    • L'obiettivo formativo è fornire una conoscenza articolata della storia dell'arte italiana dal Quattrocento al primo Ottocento. Lo studente acquisirà capacità di riconoscimento dei diversi stili, oltre a modelli interpretativo-metodologici che gli permetteranno di affrontare autonomamente l'analisi di una gamma di problematiche storico-artistiche, anche in relazione alla conservazione e divulgazione dei Beni culturali. Uno o più temi di particolare interesse saranno oggetto di approfondimento nella seconda parte del corso.
  • 12 cfu a scelta nel gruppo Storia dell'arte - discipline caratterizzanti 2° anno

    • Due esami da 6 CFU a scelta.
    • Istituzioni di Storia dell'architettura e dell'urbanistica (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti le cognizioni di base sulla storia dell'architettura e dell'urbanistica, della quale si analizzeranno i principali canoni interpretativi. Gli studenti saranno avviati ad una prima lettura critica del costruito attraverso l'analisi degli elementi essenziali di scienza delle costruzioni. Sapranno inoltre orientarsi nel campo degli strumenti bibliografici e archivistici.
    • Storia delle tecniche artistiche (6 cfu)

      • Il corso intende offrire una conoscenza di base della natura materica, dei procedimenti esecutivi, delle conoscenze teoriche e tecniche in particolare della scultura (in legno, pietra, bronzo, stucco, terracotta), e della pittura (affresco, a olio, tempera), intesa come elemento importante del giudizio storico sui manufatti artistici. Le principali tecniche artistiche verranno esaminate nella loro evoluzione storica e nelle loro relazioni con i fenomeni di tradizione/innovazione e resistenza/acculturazione, con gli orientamenti culturali e le volontà espressive, con dati di contesto quali ruolo sociale dell’artista, organizzazione della produzione artistica, caratteristiche della committenza e del mercato. Il corso ripercorre inoltre i diversi atteggiamenti culturali verso le opere d'arte che, dal medioevo in poi, si sono tradotti in atti concreti di rifacimento, adattamento, integrazione o restauro. Affronta quindi la teoria del restauro di Cesare Brandi e i principali interventi da questo guidati, fino ai principali temi del dibattito in corso (prevenzione e manutenzione, Carta del rischio etc.). Approfondisce infine le procedure (diagnostica, materiali, tecniche etc.) del restauro contemporaneo in particolare di tele, tavole, affreschi, materiali lapidei. Obiettivi formativi: Conoscenza delle linee di trasformazione storica e culturale del concetto e – conseguentemente – degli interventi di conservazione, manutenzione, ripristino, restauro; conoscenza dei principali protagonisti di tale storia; conoscenza dei principali fattori di degrado, strumenti di diagnostica, problematiche, fasi e metodologie di intervento della conservazione e del restauro contemporaneo di manufatti artistici. Capacità di capire e analizzare le principali fonti storiche (trattati, manuali, letteratura artistica etc.) relative al restauro e di orientarsi nella bibliografia di settore; capacità di riconoscere e valutare criticamente un intervento di restauro storico e contemporaneo; capacità di analizzare lo stato di conservazione, le alterazioni, i degradi, i precedenti interventi di un manufatto e di elaborare in linea generale l’intervento di conservazione e restauro. Comportamenti: interesse per le vicende e gli aspetti materiali del manufatto artistico fino alla ricerca di esperienze concrete di restauro; atteggiamento critico verso gli interventi di restauro e la loro presentazione e comunicazione; attenzione alle problematiche attuali relative alla conservazione e alla tutela dei beni culturali e ambientali. Il corso si baserà sull’osservazione delle opere (in riproduzione e in originale), la lettura delle fonti (trattatistica, letteratura artistica, testimonianze etc.), l’esame delle indagini scientifiche (condotte soprattutto in occasione di restauri) e, se possibile, sulla visita a musei e laboratori artistici e di restauro. Obiettivi formativi: Conoscenza delle modalità di progettazione e realizzazione delle principali tipologie di manufatti artistici artistici; conoscenza del contesto culturale, di committenza, economico, produttivo e di mercato che influisce sulla scelta e sull’evoluzione delle tecniche. Capacità di riconoscere le principali tecniche artistiche; di leggere e analizzare le principali fonti storiche (contratti, trattati, manuali, letteratura artistica etc.) relative alle tecniche artistiche e di orientarsi nella bibliografia di settore; capacità di Comportamenti: consapevolezza e rispetto delle specificità materiche dei manufatti artistici; rivalutazione del “saper fare” e delle pratiche di artigianato artistico ancora esistenti.
    • Istituzioni di Storia della critica d'arte (6 cfu)

      • Il corso fornisce i lineamenti della storia della critica d’arte in Italia (con i necessari riferimenti europei) dalla fine del XIV al XX secolo, con particolare attenzione per gli approfondimenti metodologici e per la lettura delle fonti, in modo da fornire agli studenti le basi di una strumentazione critica.
    • Storia delle arti decorative e industriali (6 cfu)

      • Il corso prevede l'analisi storica delle arti decorative e delle loro trasformazioni tecnico-produttive a seguito della rivoluzione industriale e della conseguente nascita del design. Obiettivi formativi sono l'acquisizione da parte degli studenti di conoscenze sullo sviluppo storico delle arti decorative, sulle loro tecniche esecutive e i canoni formali che le hanno nel tempo caratterizzate, sul concetto di design, i suoi prodotti e la loro relazione con le arti visive contemporanee. Al termine gli studenti saranno in grado di analizzare tecnicamente e collocare storicamente un oggetto di arte decorativa e un prodotto di industrial design, con consapevolezza dell'identità di opera d'arte visiva degli oggetti di arte decorativa e dei prodotti del design, e della loro paritaria qualità di bene culturale artistico rispetto alle opere di pittura, scultura e architettura.
    • Storia della città (6 cfu)

      • La città, nella sua qualità di manufatto spaziale, intreccio di singole architetture e spazi non edificati, è il prodotto culturale di carattere dinamico dei gruppi sociali che l’hanno costituita o trasformata attraverso i secoli in un continuo processo di adattamento e riuso. Come rappresentazione materiale delle attività private (abitazione) o pubbliche (religione, politica) e più in generale del rapporto tra l’organizzazione dell’intera comunità e il luogo, la struttura della città documenta il percorso storico che in essa si è svolto. Il corso si propone di fornire gli elementi per una sua lettura critica.
  • 3 cfu a scelta nel gruppo Laboratori

    • 3 cfu a scelta tra i laboratori in elenco
    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte medievale (1 cfu)


    • Laboratorio di archeologia funeraria (3 cfu)


    • Laboratorio di Topografia antica (3 cfu)

      • Il laboratorio si propone di fornire agli studenti conoscenze circa la documentazione e l'elaborazione dei dati di scavo e ricognizione (con particolare riferimento alle attività svolte dall’insegnamento di Topografia antica), le tipologie edilizie, le strutture ed infrastrutture antiche e relative tecniche costruttive, la metodologia e le tecniche per lo studio dei paesaggi, l'elaborazione di cartografia archeologica mediante GIS, la classificazione dei reperti archeologici a diffusione subregionale, regionale e mediterranea dall’età arcaica al tardo-antico. Gli studenti acquisiranno le metodologie di scavo e di ricognizione, di classificazione delle diverse tipologie insediative, monumentali e costruttive, di classificazione dei reperti archeologici, di interpretazione ed elaborazione dei dati di ricognizione e di scavo, di gestione dei dati territoriali mediante GIS.
    • Laboratorio di fonti letterarie storico-archeologiche e storico-artistiche dell'antichità (3 cfu)

      • Il laboratorio ha lo scopo di far conoscere agli studenti le fonti letterarie antiche più usate nella ricerca archeologica.
    • Laboratorio di elaborazione informatica di fonti storico-artistiche (2 cfu)

      • Il laboratorio è finalizzato all'acquisizione di abilità per il trattamento informatico di fonti storico-artistiche e la loro riproduzione in formato digitale. La produzione di tali documenti, oltre a consentire una più ampia e miglior fruizione dei testi, può indubbiamente garantire una maggior tutela e conservazione di materiali bibliografici di pregio. Il laboratorio è organizzato in due fasi: la prima è di contenuto prettamente teorico e intende fornire le conoscenze di base per l'analisi dei documenti che saranno oggetto di digitalizzazione, nonché le informazioni tecniche per l'utilizzo dell'attrezzatura informatica necessaria e per le procedure di acquisizione digitale e di archiviazione delle fonti stesse. La seconda fase è dedicata alla pratica e prevede la digitalizzazione di una o più fonti.
    • Laboratorio di Rilievo e valutazione del paesaggio (3 cfu)

      • Il laboratorio si pone l’obiettivo di fornire le basi tecniche e scientifiche per l’apprendimento di un metodo di analisi della città e della campagna finalizzato all'individuazione degli elementi paesaggistici di valore presenti sul territorio. Il metodo di studio proposto, detto della stratigrafia paesaggistica, si fonda sull’analisi storico critica dell’uso delle risorse ambientali e sulla capacità di persistenza delle strutture naturali ed antropiche, e delle relazioni materiali ed immateriali che caratterizzano i diversi contesti reali.
    • Laboratorio di Ricerca bibliografica in rete (1 cfu)

      • Il laboratorio è finalizzato a sviluppare le abilità informative necessarie ad un uso consapevole della biblioteca e dei suoi strumenti e a favorire un processo di disintermediazione degli studenti che consenta loro di utilizzare al meglio e in maniera indipendente le risorse necessarie al loro percorso di studi. Ogni studente infatti dovrebbe avere ben presenti quali sono le fonti e gli strumenti informativi di base, saper impostare le strategie di ricerca, essere in grado di localizzare e accedere alle risorse e infine di citare l’informazione. A tal fine, il laboratorio è strutturato secondo tre percorsi di approfondimento: 1) la biblioteca: risorse e servizi, 2) risorse elettroniche a pagamento e ad accesso libero, 3) norme essenziali per la citazione bibliografica.
    • Laboratorio per la ricerca storico-architettonica territoriale (3 cfu)

      • Il Laboratorio intende sviluppare praticamente negli studenti una prima lettura critica del costruito attraverso la conoscenza storica dell'architettura. La lettura interpretativa del costruito e la conoscenza della storia dell'architettura avviene attraverso il continuo confronto tra teoria e pratica, tra sapere e saper fare. Il laboratorio è il luogo della sperimentazione pratica e della verifica concreta delle conoscenze acquisite.
    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte moderna (1 cfu)


    • Laboratorio GIS (3 cfu)


    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte contemporanea (1 cfu)


    • Laboratorio Museia (3 cfu)

      • Il Laboratorio di cultura museale MUSEIA svolge attività di ricerca, formazione, Terza missione negli ambiti della conservazione, educazione, comunicazione, valorizzazione dei beni culturali in particolare storici-artistici. Lavora prevalentemente su progetti definiti e sostenuti con Convenzioni tra enti e Dipartimento o con finanziamenti a seguito di bandi, in forte sinergia con soggetti pubblici e privati del territorio (comuni, soprintendenze, diocesi, fondazioni ecc.). Da tale attività nasce l’offerta, oltre che di tirocini, di didattica laboratoriale e didattica integrativa legate ai corsi di Storia del collezionismo e del museo, Museologia e museografia, Comunicazione museale, finalizzata a un primo approccio anche concreto ai processi e prodotti del museo e del patrimonio culturale.
    • Laboratorio di lettura diretta di arte applicata (1 cfu)


  • 6 cfu a scelta nel gruppo Lingue straniere

    • Laboratorio di lingua straniera
    • Laboratorio di lingua inglese C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo inglese.
    • Laboratorio di lingua inglese B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo inglese.
    • Laboratorio di lingua francese A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua francese C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo francese.
    • Laboratorio di lingua inglese A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua spagnola A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua tedesca A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua tedesca B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo tedesco.
    • Laboratorio di lingua tedesca C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo tedesco.
    • Laboratorio di lingua spagnola B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo spagnolo.
    • Laboratorio di lingua francese B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo francese.
    • Laboratorio di lingua spagnola C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo spagnolo.
  • Terzo anno

  • Tirocini, stage, laboratori (6 cfu)

    • I tirocini e gli stage, di durata variabile, sono esperienze in un'azienda o presso un Ente pubblico (con i quali il CDS ha stipulato un'apposita convenzione) intrapresi allo scopo di apprendimento e formazione, ma anche di contatto con il mondo del lavoro.

      Le convenzioni e i progetti formativi appositamente stipulati dal CDS specificano gli obiettivi formativi e la durata di tirocini e stage, il nome del tutor interno all'azienda o all'Ente che seguirà tirocinanti e stagisti, la modalità con cui tirocini o stage verranno condotti (compiti che l'azienda o l'Ente affideranno a tirocinanti e stagisti, modi con cui essi saranno seguiti nella loro espletazione). Di norma i tirocini hanno una durata di 150 ore corrispondenti a 6 cfu; in accordo con i tutor e presentando preventivamente l'apposita documentazione, lo studente ha la possibilità di prorogare lo stage di ulteriori 150 ore, per un massimo quindi di 300 ore. In questo caso gli ulteriori 6 cfu saranno collocati nel gruppo delle “Attività a libera scelta dello studente”.

      I laboratori sono invece attività formative in cui gli studenti sono direttamente coinvolti, svolte all'interno delle strutture didattiche dell'Ateneo e finalizzate all'acquisizione di competenze pratiche che non possono essere impartite con lezioni frontali.
  • Prova finale (6 cfu)

    • La prova finale consiste in una tesina, frutto di una ricerca individuale, svolta all’interno delle strutture dell’Università o presso Enti pubblici, aziende pubbliche o private ecc., con cui il CDS o la Facoltà hanno un rapporto convenzionato.
      La tesina deve avere la forma di un testo breve, ma strutturato, di carattere saggistico, articolato in paragrafi, con citazioni e riferimenti bibliografici appropriati e un'opportuna documentazione.
      Nella redazione della tesina, lo studente deve dimostrare di avere acquisito la capacità di:
      - organizzare e sintetizzare una bibliografia di riferimento;
      - scrivere autonomamente un elaborato in lingua italiana.
  • Attività a scelta dello studente (12 cfu)

    • Da scegliere tra tutte le attività didattiche (corsi e/o laboratori) offerte nei corsi di laurea triennali dell'Ateneo.
  • Principi e storia della tutela dei Beni culturali (6 cfu)

    • Il corso illustra la normativa in materia di tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione dei Beni culturali. Programma: cenni di storia della legislazione dei beni culturali; le fonti del diritto; la Costituzione Italiana; il principio di sussidiarietà; il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio; bene culturale e patrimonio culturale; individuazione dei beni culturali; tutela e valorizzazione; Stato, Regioni, Enti locali; funzione pubblica e iniziativa privata.
  • 18 cfu a scelta nel gruppo Storia dell'arte - discipline affini e integrative

    • Un es. da 12 e uno da 6 CFU, o tre esami da 6 CFU.
    • Antropologia culturale (6 cfu)

      • Conoscenza della storia, dei campi d’indagine principali e dei metodi dell’antropologia culturale. Acquisizione degli elementi di fondo della metodologia di ricerca antropologica attraverso lo studio di temi specifici
    • Storia e critica del cinema (12 cfu)


    • Istituzioni di Archeologia e Storia dell'arte greca (6 cfu)

      • Il corso intende fornire agli studenti le conoscenze di base della disciplina, nei suoi ambiti fondamentali: architettura, scultura, pittura, arti cosiddette minori, topografia, nell'arco di tempo compreso tra la metà dell'XI sec. a.C. e la metà del I sec. a.C.
    • Storia della scenografia (6 cfu)


    • Storia della radio, della TV e delle arti elettroniche (12 cfu)


    • Istituzioni di Archeologia e Storia dell'arte romana (6 cfu)

      • Il corso fornirà agli studenti le conoscenze di base nell'ambito dell'architettura, della topografia e della cultura figurativa del mondo romano, dalla fondazione di Roma al tardo impero.
    • Storia del teatro e dello spettacolo (12 cfu)

      • Si forniranno conoscenze su lineamenti e problemi della storia dello spettacolo teatrale e nozioni metodologiche per l’esame dell’evento scenico, dal testo drammatico a quello performativo. La "comunicazione" del teatro ed i suoi codici saranno affrontati attraverso esempi storico-critici, tesi ad individuarne funzioni e linguaggi nelle diverse epoche. L'analisi si baserà sul rapporto con la drammaturgia, sull'esame del copione, sulla videoregistrazione, sulle testimonianze esistenti, anche di carattere iconografico.
    • Istituzioni di Storia della stampa e dell'editoria (6 cfu)


    • Istituzioni di Archivistica (6 cfu)

      • Il corso si propone di far conoscere agli studenti l’archivio come strumento di gestione amministrativa e come bene culturale, evidenziando la sua specificità rispetto alla biblioteca. Saranno esaminati i principi teorici che regolano la formazione, la gestione, la conservazione, l’ordinamento e l’uso degli archivi, la loro organizzazione e le normative che ne disciplinano l’attività; largo spazio sarà dedicato all’analisi del concetto di archivio e alla sua evoluzione nel corso del tempo, alla storia dell’Archivistica dalle origini fino ai giorni nostri, alle norme che assicurano la buona conservazione dei documenti e alla redazione dei mezzi di corredo che ne agevolano la consultazione.
    • Letteratura italiana contemporanea (12 cfu)


    • Storia della fotografia (6 cfu)

      • Il corso illustra sinteticamente la storia della fotografia, dalle origini a oggi, e la storia del dibattito teorico sullo statuto della fotografia come espressione artistica. The course overviews the history of photography, from its origins to current times, and the history of the theoretical debate about photography as a medium of artistic expression.
    • Storia delle tecniche artistiche (6 cfu)

      • Il corso intende offrire una conoscenza di base della natura materica, dei procedimenti esecutivi, delle conoscenze teoriche e tecniche in particolare della scultura (in legno, pietra, bronzo, stucco, terracotta), e della pittura (affresco, a olio, tempera), intesa come elemento importante del giudizio storico sui manufatti artistici. Le principali tecniche artistiche verranno esaminate nella loro evoluzione storica e nelle loro relazioni con i fenomeni di tradizione/innovazione e resistenza/acculturazione, con gli orientamenti culturali e le volontà espressive, con dati di contesto quali ruolo sociale dell’artista, organizzazione della produzione artistica, caratteristiche della committenza e del mercato. Il corso ripercorre inoltre i diversi atteggiamenti culturali verso le opere d'arte che, dal medioevo in poi, si sono tradotti in atti concreti di rifacimento, adattamento, integrazione o restauro. Affronta quindi la teoria del restauro di Cesare Brandi e i principali interventi da questo guidati, fino ai principali temi del dibattito in corso (prevenzione e manutenzione, Carta del rischio etc.). Approfondisce infine le procedure (diagnostica, materiali, tecniche etc.) del restauro contemporaneo in particolare di tele, tavole, affreschi, materiali lapidei. Obiettivi formativi: Conoscenza delle linee di trasformazione storica e culturale del concetto e – conseguentemente – degli interventi di conservazione, manutenzione, ripristino, restauro; conoscenza dei principali protagonisti di tale storia; conoscenza dei principali fattori di degrado, strumenti di diagnostica, problematiche, fasi e metodologie di intervento della conservazione e del restauro contemporaneo di manufatti artistici. Capacità di capire e analizzare le principali fonti storiche (trattati, manuali, letteratura artistica etc.) relative al restauro e di orientarsi nella bibliografia di settore; capacità di riconoscere e valutare criticamente un intervento di restauro storico e contemporaneo; capacità di analizzare lo stato di conservazione, le alterazioni, i degradi, i precedenti interventi di un manufatto e di elaborare in linea generale l’intervento di conservazione e restauro. Comportamenti: interesse per le vicende e gli aspetti materiali del manufatto artistico fino alla ricerca di esperienze concrete di restauro; atteggiamento critico verso gli interventi di restauro e la loro presentazione e comunicazione; attenzione alle problematiche attuali relative alla conservazione e alla tutela dei beni culturali e ambientali. Il corso si baserà sull’osservazione delle opere (in riproduzione e in originale), la lettura delle fonti (trattatistica, letteratura artistica, testimonianze etc.), l’esame delle indagini scientifiche (condotte soprattutto in occasione di restauri) e, se possibile, sulla visita a musei e laboratori artistici e di restauro. Obiettivi formativi: Conoscenza delle modalità di progettazione e realizzazione delle principali tipologie di manufatti artistici artistici; conoscenza del contesto culturale, di committenza, economico, produttivo e di mercato che influisce sulla scelta e sull’evoluzione delle tecniche. Capacità di riconoscere le principali tecniche artistiche; di leggere e analizzare le principali fonti storiche (contratti, trattati, manuali, letteratura artistica etc.) relative alle tecniche artistiche e di orientarsi nella bibliografia di settore; capacità di Comportamenti: consapevolezza e rispetto delle specificità materiche dei manufatti artistici; rivalutazione del “saper fare” e delle pratiche di artigianato artistico ancora esistenti.
    • Storia della Chiesa medievale (6 cfu)


    • Cartografia (6 cfu)

      • Oltre a ripercorrere per sommi capi la storia della cartografia, il corso punta ad illustrare le principali tecniche cartografiche e a fornire agli studenti le chiavi fondamentali di lettura ed interpretazione della carta geografica. In particolare si insisterà soprattutto sul concetto stesso di carta geografica e sui suoi elementi caratterizzanti (scala, proiezione, simbologia), oltre a sottolinearne l'utilità didattica e scientifica.
    • Egittologia (6 cfu)

      • Il corso illustra le linee fondamentali della storia e della cultura dell’Egitto antico dal III millennio a.C. (con cenni sulla preistoria e l’età predinastica) fino alla conquista di Alessandro Magno (332 a.C.), fornendo gli strumenti e le metodologie necessarie per valutare criticamente gli aspetti fondamentali della ricostruzione storica dell'antico Egitto, integrando e approfondendo i manuali - aggiornandoli ove necessario - ed evidenziando le problematiche di interpretazione della documentazione disponibile.
    • Basi di dati e sistemi informativi (6 cfu)

      • Il corso illustra le metodologie di progettazione di sistemi informativi, con introduzioni ai sistemi di gestione di basi di dati (con particolare riguardo ai sistemi relazionali), ai sistemi di recupero dell’informazione e utilizzo dei motori di ricerca. Saranno definiti i criteri per la progettazione di ipertesti e siti Web, anche attraverso esperienze pratiche di realizzazione di basi di dati e pagine Web coordinate.
    • Il Cinema e le Arti (6 cfu)


    • Archeometria (12 cfu)

      • Il corso si prefigge di fornire un quadro sufficientemente ampio delle problematiche relative ai campi di indagine propri dell'archeometria, trattando anche alcuni aspetti di base della conservazione, del restauro e dell'informatica per i beni culturali. In tal modo gli studenti potranno avere una sufficiente conoscenza e competenza sulle ricerche archeometriche e la capacità di valutare gli ambiti ed i limiti di applicabilità di tali metodologie (metodiche e tecniche fisiche, chimiche, mineralogico-petrografiche, naturalistiche e informatiche innovative necessarie allo studio e alla conservazione dei Beni culturali). Attraverso l'illustrazione di diversi casi studio, il corso intende inoltre fornire agli studenti alcuni esempi di linee di ricerca nel campo della diagnostica dei Beni culturali, dei metodi di datazione e provenienza, nonché della caratterizzazione dei materiali utilizzati nel settore dei Beni culturali.
    • Storia della scienza e delle tecniche (12 cfu)

      • Il corso avrà un carattere introduttivo generale. Sarà spiegata l'evoluzione delle scienze nei suoi momenti principali, dall'antichità al Novecento. L'evoluzione delle scienze mostra che esse sono nate dentro il loro contesto storico e quindi non sono mai separate nettamente dagli altri aspetti della vita sociale ed artistica. Saranno effettuati confronti tra le scienze occidentali europee e quelle orientali asiatiche.
    • Linguistica generale (12 cfu)

      • L'insegnamento si propone di fornire le competenze linguistiche e di scrittura fondamentali che riguardano i principi della comunicazione.
    • Istituzioni di Biblioteconomia (6 cfu)

      • Il corso introduce criticamente alla conoscenza delle biblioteche (con particolare attenzione alla loro tipologia, funzione e assetto istituzionale, in Italia e sul piano internazionale) e delle principali attività e servizi che esse svolgono. Obiettivo del corso è la comprensione delle finalità, dell'evoluzione e dei principi della biblioteconomia come disciplina, della conoscenza delle biblioteche come istituti che svolgono una pluralità di funzioni nel tempo e in diversi assetti istituzionali e organizzativi, e della conoscenza delle principali attività biblioteconomiche (dai criteri di formazione delle raccolte ai metodi di valutazione dell'efficacia e dei benefici dei servizi). Il corso intende sviluppare la capacità degli studenti di presentare e discutere saggi e interventi sui temi trattati e di raccogliere, elaborare, presentare e discutere informazioni e dati riguardanti istituti bibliotecari e loro servizi e attività.
    • Storia bizantina (6 cfu)


    • Chimica dei Beni culturali (6 cfu)

      • Il corso introduce allo studio dei parametri chimici e chimico-fisici che riguardano l’ambiente e la chimica dell'inquinamento, fornendo conoscenze chimiche e tecnologiche per la caratterizzazione, la conservazione, il restauro e il recupero dei Beni culturali. Verranno illustrate le caratteristiche dei prodotti chimici naturali e di sintesi e del loro impatto sull’ambiente e sui Beni culturali.
    • Esegesi delle fonti storiche medievali (6 cfu)

      • Il corso intende fornire, attraverso l'applicazione dei principi fondamentali del metodo storico, i principali strumenti per l'analisi, l'utilizzazione e la comprensione delle diverse fonti storiche medievali, con particolare riferimento a quelle narrative e documentarie.
    • Storia e critica del cinema II: analisi del film (DISCO) (6 cfu)

      • Il corso, per cui occorre aver sostenuto l'esame di Storia e critica del cinema di DISCO (6 cfu), prevede un approfondimento analitico della struttura formale del testo filmico. Tale approfondimento, basato su una rosa di esempi, è volto all'assimilazione di metodologie e modelli di lettura e di costruzione del testo filmico.
    • Storia e critica del cinema (DISCO) (6 cfu)

      • Lineamenti e problemi della storia del cinema dalle origini ai nostri giorni, relativamente ai modi di produzione, ai generi, ai movimenti, ai modi della rappresentazione e della narrazione, in modo da fornire il supporto di conoscenze storiche e strutturali, necessario presupposto anche per la formazione di una competenza di tipo operativo.
    • Grafica 3D per i beni culturali (6 cfu)

      • Obiettivo del corso è fornire agli studenti una panoramica dei diversi approcci possibili per ottenere modelli tridimensionali partendo da dati "reali" (come misurazioni o fotografie). Gli studenti verranno a contatto con le tecnologie di scansione 3D e con le emergenti alternative "low-cost" (modellazione e generazione di geometria da immagini). Il corso sarà principalmente applicativo: insieme a nozioni di tipo teorico saranno sperimentati una serie di strumenti software (principalmente freeware e open-source) che permetteranno agli studenti di poter continuare a usare parte delle tecnonlogie anche a corso ultimato. Il corso si occuperà di ricostruzione 3D automatica o assistita: non saranno trattate pertante le tecniche di modellazione 3D classica.
    • Antropologia della comunicazione (6 cfu)

      • Si intende fornire una preparazione nella ricerca antropologica riguardante i fenomeni della comunicazione, e, in particolare, nel campo dei mezzi di comunicazione di massa. Si punta ad approfondire i metodi di ricerca e i temi dell'antropologia dei media con particolare riguardo alle pratiche di uso e di fruizione delle tecnologie e dei contenuti della comunicazione.
    • Cultura e materiali dell'antico Egitto (6 cfu)


    • Comunicazione museale (6 cfu)


  • 12 cfu a scelta nel gruppo Storia dell'arte - discipline caratterizzanti 3° anno

    • Due esame da 6 cfu a scelta
    • Museologia e museografia (6 cfu)

      • Il corso analizza il museo d’arte della seconda metà del ‘900, fino alle esperienze più recenti, con particolare attenzione a modalità di esposizione (architettura, ordinamento, allestimento ecc), gestione, normativa, funzioni e comunicazione.
    • Storia delle tecniche artistiche (6 cfu)

      • Il corso intende offrire una conoscenza di base della natura materica, dei procedimenti esecutivi, delle conoscenze teoriche e tecniche in particolare della scultura (in legno, pietra, bronzo, stucco, terracotta), e della pittura (affresco, a olio, tempera), intesa come elemento importante del giudizio storico sui manufatti artistici. Le principali tecniche artistiche verranno esaminate nella loro evoluzione storica e nelle loro relazioni con i fenomeni di tradizione/innovazione e resistenza/acculturazione, con gli orientamenti culturali e le volontà espressive, con dati di contesto quali ruolo sociale dell’artista, organizzazione della produzione artistica, caratteristiche della committenza e del mercato. Il corso ripercorre inoltre i diversi atteggiamenti culturali verso le opere d'arte che, dal medioevo in poi, si sono tradotti in atti concreti di rifacimento, adattamento, integrazione o restauro. Affronta quindi la teoria del restauro di Cesare Brandi e i principali interventi da questo guidati, fino ai principali temi del dibattito in corso (prevenzione e manutenzione, Carta del rischio etc.). Approfondisce infine le procedure (diagnostica, materiali, tecniche etc.) del restauro contemporaneo in particolare di tele, tavole, affreschi, materiali lapidei. Obiettivi formativi: Conoscenza delle linee di trasformazione storica e culturale del concetto e – conseguentemente – degli interventi di conservazione, manutenzione, ripristino, restauro; conoscenza dei principali protagonisti di tale storia; conoscenza dei principali fattori di degrado, strumenti di diagnostica, problematiche, fasi e metodologie di intervento della conservazione e del restauro contemporaneo di manufatti artistici. Capacità di capire e analizzare le principali fonti storiche (trattati, manuali, letteratura artistica etc.) relative al restauro e di orientarsi nella bibliografia di settore; capacità di riconoscere e valutare criticamente un intervento di restauro storico e contemporaneo; capacità di analizzare lo stato di conservazione, le alterazioni, i degradi, i precedenti interventi di un manufatto e di elaborare in linea generale l’intervento di conservazione e restauro. Comportamenti: interesse per le vicende e gli aspetti materiali del manufatto artistico fino alla ricerca di esperienze concrete di restauro; atteggiamento critico verso gli interventi di restauro e la loro presentazione e comunicazione; attenzione alle problematiche attuali relative alla conservazione e alla tutela dei beni culturali e ambientali. Il corso si baserà sull’osservazione delle opere (in riproduzione e in originale), la lettura delle fonti (trattatistica, letteratura artistica, testimonianze etc.), l’esame delle indagini scientifiche (condotte soprattutto in occasione di restauri) e, se possibile, sulla visita a musei e laboratori artistici e di restauro. Obiettivi formativi: Conoscenza delle modalità di progettazione e realizzazione delle principali tipologie di manufatti artistici artistici; conoscenza del contesto culturale, di committenza, economico, produttivo e di mercato che influisce sulla scelta e sull’evoluzione delle tecniche. Capacità di riconoscere le principali tecniche artistiche; di leggere e analizzare le principali fonti storiche (contratti, trattati, manuali, letteratura artistica etc.) relative alle tecniche artistiche e di orientarsi nella bibliografia di settore; capacità di Comportamenti: consapevolezza e rispetto delle specificità materiche dei manufatti artistici; rivalutazione del “saper fare” e delle pratiche di artigianato artistico ancora esistenti.
    • Storia del collezionismo e del Museo (6 cfu)

      • Il corso ripercorre episodi, forme, caratteristiche, significati delle raccolte e dei musei d’arte e d’antichità dal XIII al XX secolo, in Italia e in Europa, con particolare attenzione alle fonti letterarie e iconografiche.
    • Istituzioni di Storia della critica d'arte (6 cfu)

      • Il corso fornisce i lineamenti della storia della critica d’arte in Italia (con i necessari riferimenti europei) dalla fine del XIV al XX secolo, con particolare attenzione per gli approfondimenti metodologici e per la lettura delle fonti, in modo da fornire agli studenti le basi di una strumentazione critica.

  • Archeologia: i resti delle civiltà antiche del Mediterraneo e dell'Europa, dall'età preistorica fino all'età medievale, le metodologie di studio e di elaborazione dei dati, i problemi inerenti la tutela, la valorizzazione e la gestione dei Beni archeologici. Il progetto formativo si articola in una serie di attività che prevedono corsi e lezioni frontali, laboratori e attività pratiche sul campo.

    Primo anno

  • Metodologie della ricerca archeologica (6 cfu)

    • Il corso di propone di delineare una breve storia delle metodologie di scavo archeologico, con particolare attenzione a quelle che, nel secolo scorso, hanno portato alla messa a punto del metodo stratigrafico.
      Sarà quindi illustrata la teoria della stratigrafia archeologica:
      - le leggi che regolano la trasformazione del paesaggio nel corso del tempo, sotto l'azione congiunta dell'uomo e della natura,
      - i metodi per leggere nel terreno le tracce lasciate dalle attività umane del passato,
      - i metodi per risalire da quelle tracce alla storia e alla cultura delle comunità del passato: dalla ricomposizione della sequenza stratigrafica all'interpretazione delle evidenze in chiave storica.
  • Tirocini, stage, laboratori (3 cfu)

    • I tirocini e gli stage, di durata variabile, sono esperienze in un'azienda o presso un Ente pubblico (con i quali il CDS ha stipulato un'apposita convenzione) intrapresi allo scopo di apprendimento e formazione, ma anche di contatto con il mondo del lavoro.

      Le convenzioni e i progetti formativi appositamente stipulati dal CDS specificano gli obiettivi formativi e la durata di tirocini e stage, il nome del tutor interno all'azienda o all'Ente che seguirà tirocinanti e stagisti, la modalità con cui tirocini o stage verranno condotti (compiti che l'azienda o l'Ente affideranno a tirocinanti e stagisti, modi con cui essi saranno seguiti nella loro espletazione). Di norma i tirocini hanno una durata di 150 ore corrispondenti a 6 cfu; in accordo con i tutor e presentando preventivamente l'apposita documentazione, lo studente ha la possibilità di prorogare lo stage di ulteriori 150 ore, per un massimo quindi di 300 ore. In questo caso gli ulteriori 6 cfu saranno collocati nel gruppo delle “Attività a libera scelta dello studente”.

      I laboratori sono invece attività formative in cui gli studenti sono direttamente coinvolti, svolte all'interno delle strutture didattiche dell'Ateneo e finalizzate all'acquisizione di competenze pratiche che non possono essere impartite con lezioni frontali.
  • Archeologia preistorica (12 cfu)

    • Il corso fornisce agli studenti la conoscenza dell'evoluzione dell'uomo e delle società durante la preistoria, con particolare attenzione agli aspetti della cultura materiale e delle manifestazioni artistiche e religiose, delle scelte economiche e insediamentali. Attraverso l'approfondimento di uno o più temi, il corso fornisce inoltre agli studenti una buona autonomia nell'interpretazione dei dati archeologici, la capacità di orientarsi nei risultati degli studi e gli strumenti per condurre una ricerca bibliografica nel settore.
  • Letteratura italiana (12 cfu)

    • Obiettivo del corso è fornire agli studenti le nozioni basilari sulla storia letteraria italiana e, attraverso esempi di lettura, avviarli all'uso di una serie di strumenti interpretativi che li rendano capaci in primo luogo di comprendere il significato letterale dei testi di cui si propone la lettura (antichi e moderni), in secondo luogo di compierne un'analisi critica e stilistica sufficientemente approfondita. In sede di verifica, gli studenti devono dimostrare di essere in grado anzitutto di individuare le coordinate storico-biografiche degli autori proposti, quindi di effettuare la parafrasi dei testi e di analizzarli criticamente (con notazioni sul genere letterario, sulla struttura dell'opera interessata, sulla lingua e sulle peculiarità stilistiche e retoriche e, nel caso di testi poetici, sulle caratteristiche metriche).
  • Archeologia e Storia dell'arte greca (12 cfu)

    • Il corso è finalizzato a fornire agli studenti le conoscenze di base della disciplina, nei suoi ambiti fondamentali: architettura, scultura, pittura, arti cosiddette minori, topografia, nell'arco di tempo compreso tra la metà dell'XI sec. a.C. e la metà del I sec. a.C. L'approfondimento di alcuni temi metterà gli studenti a stretto contatto con un argomenti specifici, insegnerà loro il metodo per affrontare ricerche più approfondite e per leggere criticamente gli strumenti bibliografici.
  • Istituzioni di Storia romana (6 cfu)


  • Istituzioni di Storia greca (6 cfu)


  • 6 cfu a scelta nel gruppo Latino

    • 6 CFU a scelta tra: Letteratura latina, Cultura latina
    • Cultura latina (6 cfu)

      • Il corso illustra la Storia della letteratura latina nelle linee del suo sviluppo, con la lettura di singole opere in traduzione italiana. In tal modo intende fornire agli studenti la capacità di orientarsi attraverso le coordinate dei singoli generi letterari e dei modelli greci o romani di un'opera, stimolandoli a partecipare attivamente alle lezioni, con interventi e apporti personali.
    • Letteratura latina (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire agli studenti la conoscenza complessiva della storia della letteratura latina e delle caratteristiche della lingua letteraria, la capacità di comprensione di un testo letterario latino sia sul piano linguistico che storico-culturale.
  • Secondo anno

  • Archeologia medievale (12 cfu)

    • Obiettivi formativi: Il corso intende fornire agli studenti le basi e gli strumenti conoscitivi per poter comprendere i temi affrontati dall’Archeologia medievale contemporanea. Il ciclo delle lezioni prevede una prima parte dedicata alla storia della disciplina in Italia e in Europa e una seconda rivolta all’illustrazione delle principali trasformazioni dei centri urbani e dell’insediamento rurale tra l’Età tardo antica e il Medioevo, attraverso esempi di scavi e ricerche topografiche. Durante lo svolgimento del corso gli studenti saranno coinvolti in lavori di gruppo su temi pertinenti alla disciplina.
  • Tirocini, stage, laboratori (3 cfu)

    • I tirocini e gli stage, di durata variabile, sono esperienze in un'azienda o presso un Ente pubblico (con i quali il CDS ha stipulato un'apposita convenzione) intrapresi allo scopo di apprendimento e formazione, ma anche di contatto con il mondo del lavoro.

      Le convenzioni e i progetti formativi appositamente stipulati dal CDS specificano gli obiettivi formativi e la durata di tirocini e stage, il nome del tutor interno all'azienda o all'Ente che seguirà tirocinanti e stagisti, la modalità con cui tirocini o stage verranno condotti (compiti che l'azienda o l'Ente affideranno a tirocinanti e stagisti, modi con cui essi saranno seguiti nella loro espletazione). Di norma i tirocini hanno una durata di 150 ore corrispondenti a 6 cfu; in accordo con i tutor e presentando preventivamente l'apposita documentazione, lo studente ha la possibilità di prorogare lo stage di ulteriori 150 ore, per un massimo quindi di 300 ore. In questo caso gli ulteriori 6 cfu saranno collocati nel gruppo delle “Attività a libera scelta dello studente”.

      I laboratori sono invece attività formative in cui gli studenti sono direttamente coinvolti, svolte all'interno delle strutture didattiche dell'Ateneo e finalizzate all'acquisizione di competenze pratiche che non possono essere impartite con lezioni frontali.
  • Etruscologia e archeologia italica (12 cfu)

    • Il corso si propone di fornire allo studente un'informazione organica di base sulla civiltà etrusca, attraverso la trattazione integrata delle fonti letterarie, della documentazione archeologica e delle manifestazioni artistiche. Attraverso l'approfondimento di uno o più temi e il contatto diretto con i materiali e con la documentazione figurata, il corso mira ad indurre nello studente un comportamento attivo, improntato ad uno spirito di partecipazione e di collaborazione.
  • Archeologia e Storia dell'arte romana (12 cfu)

    • Il corso fornirà agli studenti le conoscenze di base nell'ambito dell'architettura, della topografia e della cultura figurativa del mondo romano, dalla fondazione di Roma al tardo impero. Attraverso l'analisi approfondita di un tema, gli studenti acquisiranno la capacità di leggere i documenti figurativi nelle loro caratteristiche funzionali e iconografiche, apprenderanno i metodi per una loro datazione e l'uso degli strumenti bibliografici di base, acquisendo la capacità di sviluppare ricerche individuali e di gruppo.
  • Istituzioni di Storia medievale (6 cfu)


  • 12 cfu a scelta nel gruppo Archeologia - discipline affini e integrative 2° anno

    • Un es. da 12 cfu oppure due esami da 6 cfu a scelta.
    • Topografia antica (6 cfu)

      • Il corso prevede lo studio della città, degli insediamenti minori, del territorio e delle infrastrutture nell'antichità. Verranno presi in esame fonti, strumenti e metodologia d'indagine. Saranno analizzati la tipologia degli insediamenti, le strutture agrarie e le attività produttive, la viabilità. Verranno inoltre illustrate le modalità di individuazione, rilievo ed analisi dei siti e dei monumenti, anche subacquei, nonché del relativo contesto territoriale, con l'utilizzo delle più moderne tecnologie (fotogrammetria, aerofotografia e aerofotointerpretazione, elaborazione di cartografia tematica).
    • Linguistica generale (6 cfu)

      • L'insegnamento si propone di fornire le competenze linguistiche e di scrittura fondamentali che riguardano i principi della comunicazione.
    • Glottologia (6 cfu)

      • Il corso intende fornire le nozioni basilari di linguistica, con un'introduzione alla linguistica storica, specie per quanto attiene la ricostruzione linguistica e le teorie del mutamento linguistico. Nella seconda parte, il corso tratterà la linguistica indoeuropea e la ricostruzione linguistica, con particolare riguardo ai dialetti dell’Italia e della Grecia antiche.
    • Cartografia (6 cfu)

      • Oltre a ripercorrere per sommi capi la storia della cartografia, il corso punta ad illustrare le principali tecniche cartografiche e a fornire agli studenti le chiavi fondamentali di lettura ed interpretazione della carta geografica. In particolare si insisterà soprattutto sul concetto stesso di carta geografica e sui suoi elementi caratterizzanti (scala, proiezione, simbologia), oltre a sottolinearne l'utilità didattica e scientifica.
    • Egittologia (6 cfu)

      • Il corso illustra le linee fondamentali della storia e della cultura dell’Egitto antico dal III millennio a.C. (con cenni sulla preistoria e l’età predinastica) fino alla conquista di Alessandro Magno (332 a.C.), fornendo gli strumenti e le metodologie necessarie per valutare criticamente gli aspetti fondamentali della ricostruzione storica dell'antico Egitto, integrando e approfondendo i manuali - aggiornandoli ove necessario - ed evidenziando le problematiche di interpretazione della documentazione disponibile.
    • Archeologia funeraria (6 cfu)

      • L’archeologia funeraria analizza i contesti sepolcrali con metodo archeologico ed antropologico e li inquadra anche dal punto di vista culturale. Lo studente apprenderà le caratteristiche fondamentali delle pratiche funerarie attraverso l’analisi delle testimonianze materiali e contestualizzerà l’evento funerario nell’ambito ideologico e sociale delle popolazioni del passato. Imparerà ad utilizzare i dati provenienti dall’analisi dei resti umani per la ricostruzione del contesto culturale e della sua espressione funeraria. Parallelamente acquisirà una base teorica e pratica per affrontare lo scavo archeologico dei contesti funerari.
    • Letteratura greca (12 cfu)

      • Il corso delineerà le principali linee dello sviluppo della letteratura greca, fornendo agli studenti la capacità di analizzare testi di autori greci, con particolare riguardo agli aspetti letterari e al referente storico.
    • Linguistica generale (12 cfu)

      • L'insegnamento si propone di fornire le competenze linguistiche e di scrittura fondamentali che riguardano i principi della comunicazione.
    • Esegesi delle fonti storiche medievali (6 cfu)

      • Il corso intende fornire, attraverso l'applicazione dei principi fondamentali del metodo storico, i principali strumenti per l'analisi, l'utilizzazione e la comprensione delle diverse fonti storiche medievali, con particolare riferimento a quelle narrative e documentarie.
    • Archeometria (6 cfu)


    • Georisorse per i beni culturali (6 cfu)


    • Civiltà Egee (6 cfu)

      • Il corso mira a fornire una preparazione di base nel campo dell’archeologia egea, tracciando i lineamenti dello sviluppo della civiltà minoica e di quella micenea con riferimenti anche all’evoluzione della civiltà cicladica. Tra gli aspetti che verranno trattati più specificatamente un rilievo particolare assumono il confronto tra i centri palaziali cretesi e quelli continentali, l’espansione culturale della civiltà minoica agli inizi del Tardo Bronzo ed i suoi riflessi nel processo di sviluppo della civiltà micenea, il commercio egeo nel Mediterraneo e la fine dei palazzi micenei nel complesso quadro della crisi mediterranea agli inizi del XII secolo a.C.
    • Grafica 3D per i beni culturali (6 cfu)

      • Obiettivo del corso è fornire agli studenti una panoramica dei diversi approcci possibili per ottenere modelli tridimensionali partendo da dati "reali" (come misurazioni o fotografie). Gli studenti verranno a contatto con le tecnologie di scansione 3D e con le emergenti alternative "low-cost" (modellazione e generazione di geometria da immagini). Il corso sarà principalmente applicativo: insieme a nozioni di tipo teorico saranno sperimentati una serie di strumenti software (principalmente freeware e open-source) che permetteranno agli studenti di poter continuare a usare parte delle tecnonlogie anche a corso ultimato. Il corso si occuperà di ricostruzione 3D automatica o assistita: non saranno trattate pertante le tecniche di modellazione 3D classica.
    • Comunicazione museale (6 cfu)


    • Istituzioni di lingua e letteratura greca (6 cfu)


  • 6 cfu a scelta nel gruppo Discipline geografiche e antropologiche

    • Un esame a scelta da 6 cfu tra quelli in elenco.
    • Antropologia culturale (6 cfu)

      • Conoscenza della storia, dei campi d’indagine principali e dei metodi dell’antropologia culturale. Acquisizione degli elementi di fondo della metodologia di ricerca antropologica attraverso lo studio di temi specifici
    • Geografia del paesaggio e dell'ambiente (6 cfu)

      • Le tematiche prese in considerazione verteranno soprattutto sui caratteri e sull’evoluzione dei paesaggi urbani e rurali e sugli sviluppi del concetto stesso di paesaggio (naturale, umanizzato, sensibile, razionale): in particolare si metteranno in evidenza le interrelazioni fra i diversi elementi del sistema territoriale, a partire ovviamente dai rapporti Uomo-Ambiente, che verranno ricostruiti in chiave storica ed epistemologica.
    • Antropologia della comunicazione (6 cfu)

      • Si intende fornire una preparazione nella ricerca antropologica riguardante i fenomeni della comunicazione, e, in particolare, nel campo dei mezzi di comunicazione di massa. Si punta ad approfondire i metodi di ricerca e i temi dell'antropologia dei media con particolare riguardo alle pratiche di uso e di fruizione delle tecnologie e dei contenuti della comunicazione.
  • Terzo anno

  • Abilità informatiche (3 cfu)

    • Acquisizione di abilità informatiche certificate mediante il superamento di un modulo da 3 CFU tra quelli offerti dall'Università di Pisa nell'ambito del progetto SAI@UNIPI. Viene riconosciuta in alternativa la certificazione ECDL START.
  • Principi e storia della tutela dei Beni culturali (6 cfu)

    • Il corso illustra la normativa in materia di tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione dei Beni culturali. Programma: cenni di storia della legislazione dei beni culturali; le fonti del diritto; la Costituzione Italiana; il principio di sussidiarietà; il Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio; bene culturale e patrimonio culturale; individuazione dei beni culturali; tutela e valorizzazione; Stato, Regioni, Enti locali; funzione pubblica e iniziativa privata.
  • Attività a scelta dello studente (12 cfu)

    • Da scegliere tra tutte le attività didattiche (corsi e/o laboratori) offerte nei corsi di laurea triennali dell'Ateneo.
  • Prova finale (6 cfu)

    • La prova finale consiste in una tesina, frutto di una ricerca individuale, svolta all’interno delle strutture dell’Università o presso Enti pubblici, aziende pubbliche o private ecc., con cui il CDS o la Facoltà hanno un rapporto convenzionato.
      La tesina deve avere la forma di un testo breve, ma strutturato, di carattere saggistico, articolato in paragrafi, con citazioni e riferimenti bibliografici appropriati e un'opportuna documentazione.
      Nella redazione della tesina, lo studente deve dimostrare di avere acquisito la capacità di:
      - organizzare e sintetizzare una bibliografia di riferimento;
      - scrivere autonomamente un elaborato in lingua italiana.
  • 3 cfu a scelta nel gruppo Laboratori

    • 3 cfu a scelta tra i laboratori in elenco
    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte medievale (1 cfu)


    • Laboratorio di archeologia funeraria (3 cfu)


    • Laboratorio di Topografia antica (3 cfu)

      • Il laboratorio si propone di fornire agli studenti conoscenze circa la documentazione e l'elaborazione dei dati di scavo e ricognizione (con particolare riferimento alle attività svolte dall’insegnamento di Topografia antica), le tipologie edilizie, le strutture ed infrastrutture antiche e relative tecniche costruttive, la metodologia e le tecniche per lo studio dei paesaggi, l'elaborazione di cartografia archeologica mediante GIS, la classificazione dei reperti archeologici a diffusione subregionale, regionale e mediterranea dall’età arcaica al tardo-antico. Gli studenti acquisiranno le metodologie di scavo e di ricognizione, di classificazione delle diverse tipologie insediative, monumentali e costruttive, di classificazione dei reperti archeologici, di interpretazione ed elaborazione dei dati di ricognizione e di scavo, di gestione dei dati territoriali mediante GIS.
    • Laboratorio di fonti letterarie storico-archeologiche e storico-artistiche dell'antichità (3 cfu)

      • Il laboratorio ha lo scopo di far conoscere agli studenti le fonti letterarie antiche più usate nella ricerca archeologica.
    • Laboratorio di elaborazione informatica di fonti storico-artistiche (2 cfu)

      • Il laboratorio è finalizzato all'acquisizione di abilità per il trattamento informatico di fonti storico-artistiche e la loro riproduzione in formato digitale. La produzione di tali documenti, oltre a consentire una più ampia e miglior fruizione dei testi, può indubbiamente garantire una maggior tutela e conservazione di materiali bibliografici di pregio. Il laboratorio è organizzato in due fasi: la prima è di contenuto prettamente teorico e intende fornire le conoscenze di base per l'analisi dei documenti che saranno oggetto di digitalizzazione, nonché le informazioni tecniche per l'utilizzo dell'attrezzatura informatica necessaria e per le procedure di acquisizione digitale e di archiviazione delle fonti stesse. La seconda fase è dedicata alla pratica e prevede la digitalizzazione di una o più fonti.
    • Laboratorio di Rilievo e valutazione del paesaggio (3 cfu)

      • Il laboratorio si pone l’obiettivo di fornire le basi tecniche e scientifiche per l’apprendimento di un metodo di analisi della città e della campagna finalizzato all'individuazione degli elementi paesaggistici di valore presenti sul territorio. Il metodo di studio proposto, detto della stratigrafia paesaggistica, si fonda sull’analisi storico critica dell’uso delle risorse ambientali e sulla capacità di persistenza delle strutture naturali ed antropiche, e delle relazioni materiali ed immateriali che caratterizzano i diversi contesti reali.
    • Laboratorio di Ricerca bibliografica in rete (1 cfu)

      • Il laboratorio è finalizzato a sviluppare le abilità informative necessarie ad un uso consapevole della biblioteca e dei suoi strumenti e a favorire un processo di disintermediazione degli studenti che consenta loro di utilizzare al meglio e in maniera indipendente le risorse necessarie al loro percorso di studi. Ogni studente infatti dovrebbe avere ben presenti quali sono le fonti e gli strumenti informativi di base, saper impostare le strategie di ricerca, essere in grado di localizzare e accedere alle risorse e infine di citare l’informazione. A tal fine, il laboratorio è strutturato secondo tre percorsi di approfondimento: 1) la biblioteca: risorse e servizi, 2) risorse elettroniche a pagamento e ad accesso libero, 3) norme essenziali per la citazione bibliografica.
    • Laboratorio per la ricerca storico-architettonica territoriale (3 cfu)

      • Il Laboratorio intende sviluppare praticamente negli studenti una prima lettura critica del costruito attraverso la conoscenza storica dell'architettura. La lettura interpretativa del costruito e la conoscenza della storia dell'architettura avviene attraverso il continuo confronto tra teoria e pratica, tra sapere e saper fare. Il laboratorio è il luogo della sperimentazione pratica e della verifica concreta delle conoscenze acquisite.
    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte moderna (1 cfu)


    • Laboratorio GIS (3 cfu)


    • Laboratorio di lettura diretta di opere d'arte contemporanea (1 cfu)


    • Laboratorio Museia (3 cfu)

      • Il Laboratorio di cultura museale MUSEIA svolge attività di ricerca, formazione, Terza missione negli ambiti della conservazione, educazione, comunicazione, valorizzazione dei beni culturali in particolare storici-artistici. Lavora prevalentemente su progetti definiti e sostenuti con Convenzioni tra enti e Dipartimento o con finanziamenti a seguito di bandi, in forte sinergia con soggetti pubblici e privati del territorio (comuni, soprintendenze, diocesi, fondazioni ecc.). Da tale attività nasce l’offerta, oltre che di tirocini, di didattica laboratoriale e didattica integrativa legate ai corsi di Storia del collezionismo e del museo, Museologia e museografia, Comunicazione museale, finalizzata a un primo approccio anche concreto ai processi e prodotti del museo e del patrimonio culturale.
    • Laboratorio di lettura diretta di arte applicata (1 cfu)


  • 6 cfu a scelta nel gruppo Lingue straniere

    • Laboratorio di lingua straniera
    • Laboratorio di lingua inglese C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo inglese.
    • Laboratorio di lingua inglese B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo inglese.
    • Laboratorio di lingua francese A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua francese C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo francese.
    • Laboratorio di lingua inglese A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua spagnola A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua tedesca A (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello di base.
    • Laboratorio di lingua tedesca B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo tedesco.
    • Laboratorio di lingua tedesca C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo tedesco.
    • Laboratorio di lingua spagnola B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo spagnolo.
    • Laboratorio di lingua francese B (6 cfu)

      • Il corso intende fornire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello intermedio. Gli obiettivi del corso consistono nel fornire agli studenti, mediante un approfondimento e un ampliamento delle competenze linguistiche, gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo francese.
    • Laboratorio di lingua spagnola C (6 cfu)

      • Il corso intende approfondire la conoscenza delle strutture morfo-sintattiche e lessicali che consentono la comprensione di un testo scritto, nonché la comunicazione orale ad un livello avanzato. Gli obiettivi del corso mirano ad approfondire ed ampliare le competenze linguistiche e gli strumenti atti a rendere in italiano corretto le singole parti del discorso, al fine di agevolare la resa scorrevole, nella lingua di arrivo, di un testo spagnolo.
  • 12 cfu a scelta nel gruppo Archeologia - disciplina storico-artistica

    • Due esami da 6 cfu, oppure uno da 12 cfu.
    • Istituzioni di Storia dell'arte moderna in Italia e in Europa (6 cfu)

      • L'obiettivo formativo è fornire una conoscenza articolata della storia dell'arte italiana dal Quattrocento al primo Ottocento. Lo studente acquisirà capacità di riconoscimento dei diversi stili, oltre a modelli interpretativo-metodologici che gli permetteranno di affrontare autonomamente l'analisi di una gamma di problematiche storico-artistiche, anche in relazione alla conservazione e divulgazione dei Beni culturali.
    • Istituzioni di Storia dell'arte medievale in Italia e in Europa (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire una conoscenza di base della storia artistica del Medioevo italiano ed europeo dal IV al XV secolo. Lo studente verrà introdotto ai più significativi caratteri tipologici, tecnici, iconografici e stilistici dell'arte del periodo, vista nei suoi rapporti con le altre manifestazioni della cultura coeva. Particolare insistenza verrà posta sulla necessità di confrontarsi in maniera corretta con i monumenti artistici, la tradizione storico-critica ad essi relativa ed il difficile esercizio di comunicare con le parole i dati visuali propri della disciplina.
    • Storia del collezionismo e del Museo (6 cfu)

      • Il corso ripercorre episodi, forme, caratteristiche, significati delle raccolte e dei musei d’arte e d’antichità dal XIII al XX secolo, in Italia e in Europa, con particolare attenzione alle fonti letterarie e iconografiche.
    • Storia dell'arte medievale in Italia e in Europa (12 cfu)

      • Il corso si propone di fornire una conoscenza di base della storia artistica del Medioevo italiano ed europeo dal IV al XV secolo. Lo studente verrà introdotto ai più significativi caratteri tipologici, tecnici, iconografici e stilistici dell'arte del periodo, vista nei suoi rapporti con le altre manifestazioni della cultura coeva. Particolare insistenza verrà posta sulla necessità di confrontarsi in maniera corretta con i monumenti artistici, la tradizione storico-critica ad essi relativa ed il difficile esercizio di comunicare con le parole i dati visuali propri della disciplina. Alcuni temi di particolare interesse saranno oggetto di approfondimento nella seconda parte del corso.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Archeologia - discipline affini e integrative - 3° anno

    • Un esame a scelta da 6 crediti, ad esclusione, ovviamente, degli esami già sostenuti al secondo anno.
    • Topografia antica (6 cfu)

      • Il corso prevede lo studio della città, degli insediamenti minori, del territorio e delle infrastrutture nell'antichità. Verranno presi in esame fonti, strumenti e metodologia d'indagine. Saranno analizzati la tipologia degli insediamenti, le strutture agrarie e le attività produttive, la viabilità. Verranno inoltre illustrate le modalità di individuazione, rilievo ed analisi dei siti e dei monumenti, anche subacquei, nonché del relativo contesto territoriale, con l'utilizzo delle più moderne tecnologie (fotogrammetria, aerofotografia e aerofotointerpretazione, elaborazione di cartografia tematica).
    • Linguistica generale (6 cfu)

      • L'insegnamento si propone di fornire le competenze linguistiche e di scrittura fondamentali che riguardano i principi della comunicazione.
    • Glottologia (6 cfu)

      • Il corso intende fornire le nozioni basilari di linguistica, con un'introduzione alla linguistica storica, specie per quanto attiene la ricostruzione linguistica e le teorie del mutamento linguistico. Nella seconda parte, il corso tratterà la linguistica indoeuropea e la ricostruzione linguistica, con particolare riguardo ai dialetti dell’Italia e della Grecia antiche.
    • Cartografia (6 cfu)

      • Oltre a ripercorrere per sommi capi la storia della cartografia, il corso punta ad illustrare le principali tecniche cartografiche e a fornire agli studenti le chiavi fondamentali di lettura ed interpretazione della carta geografica. In particolare si insisterà soprattutto sul concetto stesso di carta geografica e sui suoi elementi caratterizzanti (scala, proiezione, simbologia), oltre a sottolinearne l'utilità didattica e scientifica.
    • Egittologia (6 cfu)

      • Il corso illustra le linee fondamentali della storia e della cultura dell’Egitto antico dal III millennio a.C. (con cenni sulla preistoria e l’età predinastica) fino alla conquista di Alessandro Magno (332 a.C.), fornendo gli strumenti e le metodologie necessarie per valutare criticamente gli aspetti fondamentali della ricostruzione storica dell'antico Egitto, integrando e approfondendo i manuali - aggiornandoli ove necessario - ed evidenziando le problematiche di interpretazione della documentazione disponibile.
    • Archeologia funeraria (6 cfu)

      • L’archeologia funeraria analizza i contesti sepolcrali con metodo archeologico ed antropologico e li inquadra anche dal punto di vista culturale. Lo studente apprenderà le caratteristiche fondamentali delle pratiche funerarie attraverso l’analisi delle testimonianze materiali e contestualizzerà l’evento funerario nell’ambito ideologico e sociale delle popolazioni del passato. Imparerà ad utilizzare i dati provenienti dall’analisi dei resti umani per la ricostruzione del contesto culturale e della sua espressione funeraria. Parallelamente acquisirà una base teorica e pratica per affrontare lo scavo archeologico dei contesti funerari.
    • Esegesi delle fonti storiche medievali (6 cfu)

      • Il corso intende fornire, attraverso l'applicazione dei principi fondamentali del metodo storico, i principali strumenti per l'analisi, l'utilizzazione e la comprensione delle diverse fonti storiche medievali, con particolare riferimento a quelle narrative e documentarie.
    • Civiltà Egee (6 cfu)

      • Il corso mira a fornire una preparazione di base nel campo dell’archeologia egea, tracciando i lineamenti dello sviluppo della civiltà minoica e di quella micenea con riferimenti anche all’evoluzione della civiltà cicladica. Tra gli aspetti che verranno trattati più specificatamente un rilievo particolare assumono il confronto tra i centri palaziali cretesi e quelli continentali, l’espansione culturale della civiltà minoica agli inizi del Tardo Bronzo ed i suoi riflessi nel processo di sviluppo della civiltà micenea, il commercio egeo nel Mediterraneo e la fine dei palazzi micenei nel complesso quadro della crisi mediterranea agli inizi del XII secolo a.C.
    • Grafica 3D per i beni culturali (6 cfu)

      • Obiettivo del corso è fornire agli studenti una panoramica dei diversi approcci possibili per ottenere modelli tridimensionali partendo da dati "reali" (come misurazioni o fotografie). Gli studenti verranno a contatto con le tecnologie di scansione 3D e con le emergenti alternative "low-cost" (modellazione e generazione di geometria da immagini). Il corso sarà principalmente applicativo: insieme a nozioni di tipo teorico saranno sperimentati una serie di strumenti software (principalmente freeware e open-source) che permetteranno agli studenti di poter continuare a usare parte delle tecnonlogie anche a corso ultimato. Il corso si occuperà di ricostruzione 3D automatica o assistita: non saranno trattate pertante le tecniche di modellazione 3D classica.
    • Comunicazione museale (6 cfu)


    • Istituzioni di lingua e letteratura greca (6 cfu)


Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa