Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

SCIENZE E TECNOLOGIE DELLE PRODUZIONI ANIMALI

Corso di laurea magistrale

Piano di Studi


Curricula:


Multifunzionalità agrozootecnica e interazione uomo-animale

Primo anno

  • Epidemiologia e profilassi delle malattie infettive (6 cfu)

    • Il corso ha come obiettivo quello di fornire agli studenti I concetti principali riguardanti l’epidemiologia e la trasmissione delle più importanti zoonosi.
      Durante il corso saranno trattate le forme di malattia nell’uomo e negli animali e particolare attenzione verrà riservata alla trasmissione attraverso il contatto diretto con gli animali e attraverso gli alimenti di origine animale.
      Un altro aspetto di fondamentale importanza sarà il capitolo riguardante le misure di profilassi e di biosicurezza da adottare per ogni specifica malattia.

  • Tecnica mangimistica, nutrigenomica e sistemi foraggeri estensivi (12 cfu)

    • L’insegnamento intende fornire la conoscenza delle tecniche di formulazione e produzione di mangimi a livello industriale e aziendale finalizzate alla sicurezza alimentare. Nel corso saranno affrontati e approfonditi i seguenti argomenti: a)caratteristiche delle materie prime b) additivi; c) mangimi medicati; d) trattamenti; e) approfondimenti legislativi relativi agli argomenti trattati; f) acquisizione di tecniche di formulazione di mangimi composti. Saranno inoltre affrontati gli aspetti relativi alle principali patologie nutrizionali e alla loro prevenzione e le proprietà nutraceutiche degli alimenti. Il corso inoltre intende fornire le conoscenze necessarie in merito ad alcuni aspetti legati alla produzione di alimenti in relazione a tecniche di allevamento estensivo, semi-estensivo, integrato e biologico

  • Allevamenti estensivi e profilassi delle malattie parassitarie (9 cfu)

    • Il corso intende fornire agli studenti informazioni relative all’allevamento estensivo e biologico degli animali in produzione zootecnica, con particolare riferimento alle specie ed alle razze più idonee, nell’ottica del rispetto ambientale e del benessere animale. Il corso si propone inoltre di ampliare le conoscenze relative agli ungulati di interesse faunistico venatorio, di approfondire le nozioni in merito l’allevamento ed il mantenimento in cattività di tali specie. Saranno affrontati inoltre aspetti relativi alla gestione degli animali nei loro habitat naturali ed al loro censimento.
      Il corso intende inoltre approfondire le conoscenze relative all’eziopatogenesi, epidemiologia, e profilassi delle patologie parassitarie degli animali in produzione zootecnica dedicando particolare attenzione alle malattie trasmesse da artropodi.


  • Allevamento e gestione della piccola fauna selvatica (6 cfu)

    • L'obiettivo formativo del corso è quello: di fornire un inquadramento generale sulla biologia delle specie appartenenti alla piccola fauna selvatica (galliformi e lagomorfi), di apprendere le tecniche necessarie per effettuare la gestione delle popolazioni naturali, di apprendere le metodiche per valutare le consistenze faunistiche e per programmare piani di cattura, di far acquisire capacità progettuali nell'ambito della pianificazione faunistica-ambientale in base alla normativa vigente, di apprendere le tecniche di allevamento di tali specie.


  • Topografia e costruzioni (6 cfu)

    • L’insegnamento intende fornire le conoscenze relative ai compiti e alle suddivisioni della topografia, le conoscenze inerenti gli strumenti topografici, i metodi di rilevamento planimetrico e altimetrico, saper effettuare semplici rilievi di piccole porzioni di territorio, far conoscere i problemi della rappresentazione cartografica, le deformazioni
      introdotte e le principali proiezioni adottate, saper leggere le carte topografiche UTM e nazionali. Saper effettuare una restituzione cartografica mediante strumenti GIS e relativi programmi applicativi. Far conoscere gli elementi di base per la progettazione di un ricovero zootecnico e di un locale per la trasformazione delle produzioni, le reazioni degli animali all’ambiente confinato, le condizioni ambientali di massima resa, l’analisi funzionale delle zone necessarie alla conduzione di un allevamento confinato, l’analisi delle più comuni forme dei fabbricati zootecnici per l’allevamento di bovini e suini, la previsione degli impianti tecnici necessari, gli impianti di climatizzazione ( ventilazione, raffrescamento e riscaldamento) gli impianti e le strutture per la conservazione e depurazione dei reflui e il loro dimensionamento, la legislazione vigente sull’impiego degli effluenti zootecnici, saper applicare la metodologia dell’analisi funzionale per il progetto o la verifica di ricoveri per l’allevamento animale. Fornire nozioni di base di disegno tecnico per la restituzione grafica della progettazione dei fabbricati zootecnici e annessi, e dei locali di trasformazione delle produzioni. Saper utilizzare gli strumenti informatici a supporto del disegno progettuale, quali ad esempio AutoCAD.

  • Tossicologia, legislazione zootecnica e benessere animale (9 cfu)

    • Vengono illustrati i principali concetti di tossicologia utili alla conoscenza degli effetti tossici di sostanze di notevole pericolosità ambientale e alimentare e del loro impatto su organi e sistemi. Sulla base delle conoscenze acquisite lo studente può essere in grado di valutare il rischio tossicologico correlato alla presenza di contaminanti chimici nei diversi comparti ambientali: acqua, aria, suolo, sedimenti e biomassa. Saranno inoltre approfonditi gli aspetti relativi ai residui di xenobiotici negli alimenti di origine animale e le metodiche analitiche relative alla loro ricerca.
      Inoltre l'insegnamento intende fornire conoscenze teoriche sulle norme relative alla gestione degli animali da reddito e del cavallo.

  • Seminari per l'inserimento nel mondo del lavoro (3 cfu)

    • Verranno organizzati seminari con esperti di diversi settori per illustrare agli studenti le realtà produttive ed fornire gli strumenti idonei alla propria valorizzazione per l'inserimento nel mondo del lavoro.
  • 9 cfu a scelta nel gruppo GR1

    • Libera scelta
    • Corso avanzato in teoria dello sviluppo rurale sostenibile (3 cfu)

      • The course will ensure knowledge on main assets and resources in rural development and for rural development paythways for change A specific focus will be on the value creation process in the frame of sustanability.The concept of social innovation, transition and transition management will be explored. Trends in Rural development and societal challanges Rural development • Livelihood, sustainability, resilience and prosperity basic concept for Rural development • Rural resources (material immaterial) Human and social capital • Innovative value creation and territorial approach in rural development • Community based paths for change • Social innovation and Transition in rural areas
    • Corso avanzato di Sistemi di certificazione nel settore Agro-alimentare (3 cfu)

      • The course aims to introduce students to the knowledge of certification tools adopted in agro-food value chains. At the end of the course the student will: understand why the certification has become increasingly important in agro-food value chain; distinguish between different types of certification at international and european level; analyse the impact of certification in developed and developing countries
    • Corso avanzato di Strumenti e Metodi dello Sviluppo Rurale (3 cfu)

      • The course will ensure knowledge on main tools and methods for fostering rural development by mobilazing local resources with community lead based approaches, as described below • Collaborative and partecipatory approaches in rural development: objectives and limits • Specific tools in Rural development o World cafe o Eurpean Awareness Scenario Workshop o Participatory Rapid rural appraisal o Participatory Technology Development o Evaluation and assessment methods o Project cycle management
    • Sistemi di allevamento di specie zootecniche alternative (3 cfu)

      • Il corso fornirà le conoscenze sui sistemi e sulle tecniche di allevamento utilizzate per specie zootecniche non convenzionali quali bufalini, camelidi (cammello, dromedario, lama ed alpaca) ed ungulati selvatici (suidi, cervidi). Inoltre, verranno fornite le conoscenze circa l'incidenza dei fattori genetici, fisiologici ed ambientali sulle produzioni di tali specie. Alla fine del percorso, lo studente sarà in grado di gestire l'organizzazione di aziende che allevano specie zootecniche alternative andando ad individuare, analizzare e risolvere eventuali problematiche ad esse relative, effettuando anche collegamenti con materie affini.
    • Sistemi di allevamento di piccole specie non convenzionali (3 cfu)

      • The aim of the course is to provide basic and practical knowledge on rearing techniques of small non-conventional animals, such as edible insects and snails (also known as minilivestock). In particular, the student will be able to deal with the management aspects of the production system, the breeding environment, the different stages of animals' feeding and the problems associated with the national and Community regulatory framework. In addition, the student will be able to understand the principles that can be used for the study and design new products.
    • Tutela del benessere dell’animale da laboratorio (3 cfu)

      • Fornire un’approfondita conoscenza della gestione degli animali utilizzati a fini sperimentali (conigli, ratti, topi e cavie) secondo l’attuale normativa italiana ed europea, al fine di permettere la tutela del loro benessere durante tutte le fasi del protocollo sperimentale. Il corso potrà essere riconosciuto valido per ottenere la certificazione FELASA per le categorie C ed A
    • Etica e tutela del benessere animale nella relazione con l’essere umano (3 cfu)

      • Il corso ha la finalità di fornire allo studente approfondite conoscenze riguardanti la valutazione del benessere animale nelle diverse condizioni di vita degli animali domestici. Sarà inoltre esaminata la relazione che esiste tra uomo ed animale, fornendo elementi significativi per una sua gestione eticamente corretta.
    • Microbiologia lattiero-casearia (3 cfu)

      • Il presente corso avanzato di microbiologia lattiero-casearia ha lo scopo di fornire ai futuri laureati gli strumenti per gestire i microrganismi dannosi e utili e nella produzione di alimenti lattiero-caseari fermentati e non, al fine di garantire un’elevata qualità microbiologica dei prodotti.
    • SCELTA (3 cfu)

      • Lo studente potrà acquisire conoscenze complementari che gli permetteranno una migliore comprensione degli argomenti svolti nei diversi corsi.
    • Fisiopatologia della riproduzione (6 cfu)

      • Il corso intende fornire agli studenti competenze specialistiche relative alla riproduzione degli animali di interesse zootecnico, fornendo nozioni relative ai cicli sessuali, al condizionamento, alla programmazione della riproduzione ed infine al parto. Verranno inoltre trattati i maschi, il prelievo, la valutazione macro e microscopica e la conservazione del seme e la preparazione delle dosi inseminanti. La valutazione dei riproduttori e le principali patologie degli apparati riproduttori maschili e femminili e le applicazioni di metodiche per l’inseminazione artificiale.
  • Secondo anno

  • Agricoltura sociale e apidologia (9 cfu)

    • Il corso di Agricoltura sociale ha come obiettivo quello di introdurre al tema dell’agricoltura sociale in coerenza con la normativa di riferimento nel campo specifico, con l’evoluzione comunitaria del ruolo multifunzionale delle attività agro-zootecniche e con l’organizzazione dei sistemi di welfare nazionali. Il corso intende fornire conoscenze e buone pratiche di agricoltura sociale nelle singole realtà aziendali e nell’organizzazione delle reti locali in accordo con soggetti del terzo settore, pubblici e con i mercati di consumo basati sulla reputazione. Il corso, inoltre, individua i principi di sostenibilità economica delle attività di agricoltura sociale nell’ambito dei temi dell’economia civile, di forme innovative di welfare basate sulla sussidiarietà e sulla co-produzione.

      L’obiettivo del corso di Apidologia integrata all’ambiente e al sociale è quello di fornire agli studenti conoscenze utili inerenti l’apidologia generale, le tecniche apistiche e le produzioni apistiche e di far capire come questi temi si relazionino fortemente alla modalità di allevamento a scopi produttivi, ecologici e sociali.
      Particolare attenzione verrà posta al ruolo della apidologia sociale nei suoi aspetti di inserimento sociale/socioterapico e ludico/educativo.
      Inoltre verranno approfonditi aspetti professionali legati al concetto di versatilità e adattamento alle mutevoli condizioni socio-culturali-ambientali a livello locale.


  • Etologia e gestione degli animali negli IAA (13 cfu)

    • L’insegnamento intende fornire conoscenze teorico-pratiche sulla gestione sanitaria degli animali impiegati negli IAA. Inoltre intende fornire conoscenze sulle tecniche di gestione degli animali utilizzati a scopi sociali. Nel corso saranno fornite nozioni di etologia delle specie animali più frequentemente utilizzate negli interventi assistiti con gli animali e le tecniche impiegate per le attività educative, ricreative, terapeutiche.
      Saranno inoltre affrontati gli aspetti relativi alla normativa nazionale che regola le attività che prevedono interazioni con gli animali.
      Il corso intende avvicinare gli studenti al nuovo ruolo assegnato all'attività zootecnica dalla società moderna nell'ambito della multifunzionalità, fornendo conoscenze inerenti le tecniche di allevamento a basso impatto ambientale di grosse specie in produzione zootecnica. Il corso intende fornire inoltre approfondimenti delle conoscenze sull’interazione animale-uomo, tramite interventi multidisciplinari da parte di diverse figure di operatori coinvolti in percorsi sociali.
      Il corso si propone inoltre di fornire conoscenze relative alla gestione della relazione uomo-animale con la finalità di favorirne l’inserimento nel contesto sociale.



  • PROVA FINALE (12 cfu)

    • Per essere ammesso all'esame di Laurea lo studente deve aver acquisito i crediti (CFU) relativi a tutte le attività formative previste nel piano di studio. La prova finale consiste nella discussione di un elaborato scritto su un argomento concordato con un docente del Corso di Laurea, anche attinente alle attività svolte dallo studente durante il tirocinio. Alla prova finale sono attribuiti 15 CFU.
  • Estimo rurale e contabilità (6 cfu)

    • Il corso si pone come obiettivo quello di sviluppare le conoscenze di immediata e pratica applicazione nell’ambito dell’attività estimativa realizzata da professionisti iscritti all’albo dei dottori agronomi e forestali.

  • TIROCINIO (12 cfu)

    • All’interno del Corso di Laurea è previsto il Tirocinio pratico-formativo da svolgere presso una o più strutture, il cui obiettivo è quello di far prendere diretta visione allo studente di ciò che verrà poi trattato nell'elaborato finale.
      La durata del tirocinio è espressa in giorni effettivi, per cui dal calcolo devono essere escluse le domeniche, ogni festività riconosciuta dal calendario vigente e, elle strutture che osservano un orario lavorativo di 5 giorni settimanali, anche il sabato.
  • Multifunzionalità agrozootecnica e produzioni alimentari (8 cfu)

    • Il corso intende avvicinare gli studenti al nuovo ruolo assegnato all'attività zootecnica dalla società moderna nell'ambito della multifunzionalità, fornendo conoscenze inerenti le tecniche di allevamento a basso impatto ambientale di piccole e grosse specie in produzione zootecnica, adatte ad essere impiegate nelle attività sociali, terapeutiche ed educative.
      Particolare attenzione verrà posta sugli aspetti professionali che permettono di ottenere prodotti e beni in grado di generare occupazione favorendo l’inserimento sociale.
      Il corso intende fornire inoltre approfondimenti delle conoscenze sull’interazione animale-uomo, tramite interventi multidisciplinari da parte di diverse figure di operatori coinvolti in percorsi sociali.


  • Qualità e valorizzazione dei prodotti di origine animale

    Primo anno

  • Topografia e costruzioni (6 cfu)

    • L’insegnamento intende fornire le conoscenze relative ai compiti e alle suddivisioni della topografia, le conoscenze inerenti gli strumenti topografici, i metodi di rilevamento planimetrico e altimetrico, saper effettuare semplici rilievi di piccole porzioni di territorio, far conoscere i problemi della rappresentazione cartografica, le deformazioni
      introdotte e le principali proiezioni adottate, saper leggere le carte topografiche UTM e nazionali. Saper effettuare una restituzione cartografica mediante strumenti GIS e relativi programmi applicativi. Far conoscere gli elementi di base per la progettazione di un ricovero zootecnico e di un locale per la trasformazione delle produzioni, le reazioni degli animali all’ambiente confinato, le condizioni ambientali di massima resa, l’analisi funzionale delle zone necessarie alla conduzione di un allevamento confinato, l’analisi delle più comuni forme dei fabbricati zootecnici per l’allevamento di bovini e suini, la previsione degli impianti tecnici necessari, gli impianti di climatizzazione ( ventilazione, raffrescamento e riscaldamento) gli impianti e le strutture per la conservazione e depurazione dei reflui e il loro dimensionamento, la legislazione vigente sull’impiego degli effluenti zootecnici, saper applicare la metodologia dell’analisi funzionale per il progetto o la verifica di ricoveri per l’allevamento animale. Fornire nozioni di base di disegno tecnico per la restituzione grafica della progettazione dei fabbricati zootecnici e annessi, e dei locali di trasformazione delle produzioni. Saper utilizzare gli strumenti informatici a supporto del disegno progettuale, quali ad esempio AutoCAD.

  • Allevamenti estensivi e profilassi delle malattie parassitarie (9 cfu)

    • Il corso intende fornire agli studenti informazioni relative all’allevamento estensivo e biologico degli animali in produzione zootecnica, con particolare riferimento alle specie ed alle razze più idonee, nell’ottica del rispetto ambientale e del benessere animale. Il corso si propone inoltre di ampliare le conoscenze relative agli ungulati di interesse faunistico venatorio, di approfondire le nozioni in merito l’allevamento ed il mantenimento in cattività di tali specie. Saranno affrontati inoltre aspetti relativi alla gestione degli animali nei loro habitat naturali ed al loro censimento.
      Il corso intende inoltre approfondire le conoscenze relative all’eziopatogenesi, epidemiologia, e profilassi delle patologie parassitarie degli animali in produzione zootecnica dedicando particolare attenzione alle malattie trasmesse da artropodi.


  • Tossicologia, legislazione zootecnica e benessere animale (9 cfu)

    • Vengono illustrati i principali concetti di tossicologia utili alla conoscenza degli effetti tossici di sostanze di notevole pericolosità ambientale e alimentare e del loro impatto su organi e sistemi. Sulla base delle conoscenze acquisite lo studente può essere in grado di valutare il rischio tossicologico correlato alla presenza di contaminanti chimici nei diversi comparti ambientali: acqua, aria, suolo, sedimenti e biomassa. Saranno inoltre approfonditi gli aspetti relativi ai residui di xenobiotici negli alimenti di origine animale e le metodiche analitiche relative alla loro ricerca.
      Inoltre l'insegnamento intende fornire conoscenze teoriche sulle norme relative alla gestione degli animali da reddito e del cavallo.

  • Epidemiologia e profilassi delle malattie infettive (6 cfu)

    • Il corso ha come obiettivo quello di fornire agli studenti I concetti principali riguardanti l’epidemiologia e la trasmissione delle più importanti zoonosi.
      Durante il corso saranno trattate le forme di malattia nell’uomo e negli animali e particolare attenzione verrà riservata alla trasmissione attraverso il contatto diretto con gli animali e attraverso gli alimenti di origine animale.
      Un altro aspetto di fondamentale importanza sarà il capitolo riguardante le misure di profilassi e di biosicurezza da adottare per ogni specifica malattia.

  • Allevamento e gestione della piccola fauna selvatica (6 cfu)

    • L'obiettivo formativo del corso è quello: di fornire un inquadramento generale sulla biologia delle specie appartenenti alla piccola fauna selvatica (galliformi e lagomorfi), di apprendere le tecniche necessarie per effettuare la gestione delle popolazioni naturali, di apprendere le metodiche per valutare le consistenze faunistiche e per programmare piani di cattura, di far acquisire capacità progettuali nell'ambito della pianificazione faunistica-ambientale in base alla normativa vigente, di apprendere le tecniche di allevamento di tali specie.


  • Tecnica mangimistica, nutrigenomica e sistemi foraggeri estensivi (12 cfu)

    • L’insegnamento intende fornire la conoscenza delle tecniche di formulazione e produzione di mangimi a livello industriale e aziendale finalizzate alla sicurezza alimentare. Nel corso saranno affrontati e approfonditi i seguenti argomenti: a)caratteristiche delle materie prime b) additivi; c) mangimi medicati; d) trattamenti; e) approfondimenti legislativi relativi agli argomenti trattati; f) acquisizione di tecniche di formulazione di mangimi composti. Saranno inoltre affrontati gli aspetti relativi alle principali patologie nutrizionali e alla loro prevenzione e le proprietà nutraceutiche degli alimenti. Il corso inoltre intende fornire le conoscenze necessarie in merito ad alcuni aspetti legati alla produzione di alimenti in relazione a tecniche di allevamento estensivo, semi-estensivo, integrato e biologico

  • Seminari per l'inserimento nel mondo del lavoro (3 cfu)

    • Verranno organizzati seminari con esperti di diversi settori per illustrare agli studenti le realtà produttive ed fornire gli strumenti idonei alla propria valorizzazione per l'inserimento nel mondo del lavoro.
  • 9 cfu a scelta nel gruppo GR1

    • Libera scelta
    • Corso avanzato in teoria dello sviluppo rurale sostenibile (3 cfu)

      • The course will ensure knowledge on main assets and resources in rural development and for rural development paythways for change A specific focus will be on the value creation process in the frame of sustanability.The concept of social innovation, transition and transition management will be explored. Trends in Rural development and societal challanges Rural development • Livelihood, sustainability, resilience and prosperity basic concept for Rural development • Rural resources (material immaterial) Human and social capital • Innovative value creation and territorial approach in rural development • Community based paths for change • Social innovation and Transition in rural areas
    • Corso avanzato di Sistemi di certificazione nel settore Agro-alimentare (3 cfu)

      • The course aims to introduce students to the knowledge of certification tools adopted in agro-food value chains. At the end of the course the student will: understand why the certification has become increasingly important in agro-food value chain; distinguish between different types of certification at international and european level; analyse the impact of certification in developed and developing countries
    • Corso avanzato di Strumenti e Metodi dello Sviluppo Rurale (3 cfu)

      • The course will ensure knowledge on main tools and methods for fostering rural development by mobilazing local resources with community lead based approaches, as described below • Collaborative and partecipatory approaches in rural development: objectives and limits • Specific tools in Rural development o World cafe o Eurpean Awareness Scenario Workshop o Participatory Rapid rural appraisal o Participatory Technology Development o Evaluation and assessment methods o Project cycle management
    • Sistemi di allevamento di specie zootecniche alternative (3 cfu)

      • Il corso fornirà le conoscenze sui sistemi e sulle tecniche di allevamento utilizzate per specie zootecniche non convenzionali quali bufalini, camelidi (cammello, dromedario, lama ed alpaca) ed ungulati selvatici (suidi, cervidi). Inoltre, verranno fornite le conoscenze circa l'incidenza dei fattori genetici, fisiologici ed ambientali sulle produzioni di tali specie. Alla fine del percorso, lo studente sarà in grado di gestire l'organizzazione di aziende che allevano specie zootecniche alternative andando ad individuare, analizzare e risolvere eventuali problematiche ad esse relative, effettuando anche collegamenti con materie affini.
    • Sistemi di allevamento di piccole specie non convenzionali (3 cfu)

      • The aim of the course is to provide basic and practical knowledge on rearing techniques of small non-conventional animals, such as edible insects and snails (also known as minilivestock). In particular, the student will be able to deal with the management aspects of the production system, the breeding environment, the different stages of animals' feeding and the problems associated with the national and Community regulatory framework. In addition, the student will be able to understand the principles that can be used for the study and design new products.
    • Tutela del benessere dell’animale da laboratorio (3 cfu)

      • Fornire un’approfondita conoscenza della gestione degli animali utilizzati a fini sperimentali (conigli, ratti, topi e cavie) secondo l’attuale normativa italiana ed europea, al fine di permettere la tutela del loro benessere durante tutte le fasi del protocollo sperimentale. Il corso potrà essere riconosciuto valido per ottenere la certificazione FELASA per le categorie C ed A
    • Etica e tutela del benessere animale nella relazione con l’essere umano (3 cfu)

      • Il corso ha la finalità di fornire allo studente approfondite conoscenze riguardanti la valutazione del benessere animale nelle diverse condizioni di vita degli animali domestici. Sarà inoltre esaminata la relazione che esiste tra uomo ed animale, fornendo elementi significativi per una sua gestione eticamente corretta.
    • Microbiologia lattiero-casearia (3 cfu)

      • Il presente corso avanzato di microbiologia lattiero-casearia ha lo scopo di fornire ai futuri laureati gli strumenti per gestire i microrganismi dannosi e utili e nella produzione di alimenti lattiero-caseari fermentati e non, al fine di garantire un’elevata qualità microbiologica dei prodotti.
    • SCELTA (3 cfu)

      • Lo studente potrà acquisire conoscenze complementari che gli permetteranno una migliore comprensione degli argomenti svolti nei diversi corsi.
    • Fisiopatologia della riproduzione (6 cfu)

      • Il corso intende fornire agli studenti competenze specialistiche relative alla riproduzione degli animali di interesse zootecnico, fornendo nozioni relative ai cicli sessuali, al condizionamento, alla programmazione della riproduzione ed infine al parto. Verranno inoltre trattati i maschi, il prelievo, la valutazione macro e microscopica e la conservazione del seme e la preparazione delle dosi inseminanti. La valutazione dei riproduttori e le principali patologie degli apparati riproduttori maschili e femminili e le applicazioni di metodiche per l’inseminazione artificiale.
  • Secondo anno

  • TIROCINIO (12 cfu)

    • All’interno del Corso di Laurea è previsto il Tirocinio pratico-formativo da svolgere presso una o più strutture, il cui obiettivo è quello di far prendere diretta visione allo studente di ciò che verrà poi trattato nell'elaborato finale.
      La durata del tirocinio è espressa in giorni effettivi, per cui dal calcolo devono essere escluse le domeniche, ogni festività riconosciuta dal calendario vigente e, elle strutture che osservano un orario lavorativo di 5 giorni settimanali, anche il sabato.
  • Estimo rurale e contabilità (6 cfu)

    • Il corso si pone come obiettivo quello di sviluppare le conoscenze di immediata e pratica applicazione nell’ambito dell’attività estimativa realizzata da professionisti iscritti all’albo dei dottori agronomi e forestali.

  • Controllo e certificazione della qualità degli alimenti di O.A. (6 cfu)

    • L’insegnamento intende avvicinare gli studenti alla conoscenza dei metodi e strumenti adottati dalle imprese produttrici di beni e servizi per gestire la propria organizzazione aziendale e quindi acquisire: conoscenze sulla struttura organizzativa, sui processi, sulle procedure e risorse che costituiscono un sistema di gestione; conoscenze sui soggetti e sui principi sui quali si basa la certificazione di un sistema di gestione; conoscenze sulla gestione delle verifiche ispettive; capacità di redigere la documentazione che accompagna la creazione di un sistema di gestione; capacità di lettura della legislazione che regolamenta l’implementazione di un sistema di gestione; acquisire flessibilità e disponibilità al confronto.

  • Tracciabilità e valutazione della qualità delle produzioni animali (9 cfu)

    • Lo scopo del corso è quello di fornire agli studenti gli elementi necessari per esprimere un giudizio di qualità sulle carcasse e sulle carni da esse derivate. Verranno prese in considerazione le trasformazioni che avvengono in seguito alla morte dell’animale e che portano all’ottenimento del prodotto carne e le differenze tra le varie specie .
      Saranno analizzati i principali fattori intrinseci ed estrinseci all’animale che influiscono sulla qualità della carne. Verranno definiti e descritti i parametri qualitativi di maggior importanza per il consumatore. Si presenteranno le metodologie analitiche più utilizzate per la definizione delle caratteristiche qualitative della carne; le stesse metodologie saranno messe a punto durante le ore di esercitazione in laboratorio. A fine corso pertanto lo studente avrà un’approfondita conoscenza della filiera che porta alla produzione di carne e sarà in grado di effettuare le principali analisi di laboratorio per la definizione dei parametri . Il corso intende inoltre fornire agli studenti nozioni relative alla qualità nutrizionale del latte con particolare attenzione alla differenze esistenti tra le varie specie, alle caratteristiche tecnologiche ed a quelle organolettiche. In particolare verranno valutate le proteine del latte ed il loro polimorfismo, il profilo acidico del grasso del latte e l’attitudine alla caseificazione di quest’ultimo.
      Inoltre Il corso intende fornire allo studente gli elementi specifici di conoscenza dello studio di metodiche molecolari applicate alla tracciabilità ed alla certificazione dei prodotti di origine animale.


  • Tecniche di auditing, sistemi di certificazione e marketing (9 cfu)

    • Il corso si propone di avvicinare gli studenti alla conoscenza dei metodi e strumenti certificativi adottati dalle imprese agro-alimentari per gestire la propria organizzazione aziendale e di fornire competenze nel campo del marketing volte alla valorizzazione dei prodotti alimentari.

  • PROVA FINALE (12 cfu)

    • Per essere ammesso all'esame di Laurea lo studente deve aver acquisito i crediti (CFU) relativi a tutte le attività formative previste nel piano di studio. La prova finale consiste nella discussione di un elaborato scritto su un argomento concordato con un docente del Corso di Laurea, anche attinente alle attività svolte dallo studente durante il tirocinio. Alla prova finale sono attribuiti 15 CFU.
  • Tecnologie alimentari (6 cfu)

    • L’insegnamento è finalizzato all’approfondimento delle conoscenze relative ai processi di produzione e alle caratteristiche dei singoli prodotti nel comparto lattiero-caseario, sia di tipologia industriale che tradizionale, ed inoltre conoscenze relative alla tecnologia di produzione delle carni e dei prodotti derivati, con particolare riguardo ai prodotti di salumeria tradizionali toscani, ponendo l’attenzione, per entrambi i processi, agli aspetti applicativi correlati all’ottenimento di elevati standard igienici e qualitativi.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa