Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

PRODUZIONI AGROALIMENTARI E GESTIONE DEGLI AGROECOSISTEMI

Corso di laurea magistrale

Piano di Studi


Primo anno

  • Apidologia e apicoltura (6 cfu)

    • Acquisizione di conoscenze sistematiche di base su insetti pronubi appartenenti alla superfamiglia Apoidea, con particolare riferimento alla famiglia Apidae, genere Apis. Comprensione del concetto di cella pedotrofica negli Imenotteri Apoidei e descrizione delle peculiarità morfo-bio-etologiche dell'ape mellifica, per la comprensione dei meccanismi che portano alla formazione del miele. Presentazione dell’alveare come sede della società dell’ape mellifica e descrizione delle tecniche per un suo allevamento, finalizzato alla produzione di miele ed altri prodotti (pappa reale, polline, propoli). Presentazione delle principali problematiche connesse all'impollinazione entomofila delle piante
  • Miglioramento genetico delle piante coltivate (6 cfu)

    • In una agricoltura che tende necessariamente alla riduzione del carico ambientale, l’approccio genetico per il miglioramento della quantità e qualità della produzione e per la conservazione della biodiversità delle piante coltivate risulta fondamentale. Il Corso fornisce informazioni sui principali metodi di miglioramento genetico basati sull’incrocio e sulla selezione, sia classici che innovativi, e sulla applicazione delle tecniche di biologia molecolare a tali metodi.
  • Lingua straniera dell'UE (livello B2 o B1 di altra lingua diversa dal primo livello) (3 cfu)

    • Fornire la capacità di comunicazione scritta ed orale a livello tecnico-specialistico in una lingua dell’Unione Europea.
  • Fitoiatria (6 cfu)

    • Dinamiche di popolazione degli agenti patogeni. I princìpi della difesa. I decreti di lotta obbligatoria (studio di un caso). Mezzi di difesa agronomici, chimici, biologici, fisici, genetici e legislativi. Il quadro normativo in vigore.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Gruppo dei lavori guidati

    • Lo studente deve sostenere durante i 2 anni di corso di studio 4 lavori guidati nell'ambito di quelli attivati
    • Sicurezza degli ambienti di lavoro (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Allo studente saranno fornite le conoscenze in merito alla sicurezza sul lavoro secondo la legge D.L. 81/08, per poter svolgere la propria tesi in pieno campo e/o in un laboratorio chimico e/o biologico nell’ambito delle discipline impartite nel Corso di Laurea Magistrale.
    • Aggiornamento professionale - Competenze professionali del Dottore agronomo (lavoro guidato) (3 cfu)

      • L'attività riguarderà l'approfondimento di argomenti necessari al superamento dell'esame di stato per Dottori Agronomi e Dottori Forestali.
    • Monitoraggio e gestione della risorsa idrica (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Consolidare le attuali e innovative competenze nel monitoraggio e nella gestione delle risorse idriche in agricoltura di precisione. Fornire competenze nel campo del dimensionamento idrologico-idraulico degli impianti irrigui aziendali. Prendere consapevolezza del nesso energia-acqua-cibo e dell’importanza che questo assume nella massimizzazione dell’efficienza idrica ed energetica.
    • Career labs (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Lo studente avrà la possibilità di partecipare a laboratori, organizzati dall’ateneo, strutturati in una modalità interattiva ed esperienziale: partendo da principi teorici i partecipanti saranno stimolati a sperimentare direttamente quanto appreso a livello cognitivo. L’attività in aula, che si avvale di schede, modelli, test e video, comprende coaching personalizzato e lavoro di gruppo. Le tematiche affrontate sono: il lavoro che vuoi fare, le soft skill più richieste dal mondo del lavoro, parlare in pubblico con sicurezza, il CV e la lettera di presentazione, i processi di selezione del personale
    • Laboratorio CAD (lavoro guidato) (3 cfu)

      • L’insegnamento affronta le modalità di utilizzo dei programmi di progettazione assistita attraverso esemplificazioni e attività pratiche che permettano allo studente di prendere la necessaria confidenza con uno strumento indispensabile per il moderno progettista.
    • Valutazione dell’impatto degli allevamenti zootecnici e della fauna selvatica sul paesaggio e sull’ambiente (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Con il lavoro guidato lo studente apprenderà gli strumenti per applicare una valutazione di tipo LCA e per riconoscere gli elementi del paesaggio associati ai sistemi di allevamento e faunistici.
    • Gestione e sicurezza delle alberature urbane (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Acquisizione delle informazioni di base per la gestione e la valutazione della sicurezza delle piante arboree in contesti urbani. Il lavoro guidato tratterà esempi pratici di alberature urbane (alberi singoli, viali, piccoli parchi) individuando le idonee tecniche di gestione e fornendo informazioni relative alla loro stabilità e messa in sicurezza.
    • Applicazioni di agricoltura di precisione (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Fornire competenze sui principali sistemi di monitoraggio remoto e prossimale per la realizzazione di mappe di prescrizione e sui sensori idonei per l’applicazione di trattamenti a intensità variabile in tempo reale. Far conoscere le tecnologie necessarie per l’agricoltura di precisione, le macchine funzionanti con la tecnologia a rateo variabile ed i sistemi di guida automatici.
    • Impatto della gestione selvicolturale sul territorio e sul paesaggio (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Acquisizione delle informazioni di base per l’analisi e la gestione di arboreti e boschi, con particolare enfasi sulle coperture vegetali più diffuse nell’Italia centrale. Il lavoro guidato tende ad evidenziare gli aspetti specifici, anche normativi, delle comunità vegetali arboree rispetto a quelle costituite prevalentemente da specie erbacee sia coltivate che spontanee. Il lavoro si completa con l’analisi e la descrizione di: funzioni del bosco; fasi storiche della selvicoltura; popolamenti forestali; successioni; struttura dei popolamenti; tipi fondamentali di struttura; origine dei popolamenti (governo); modo di trattamento (taglio); il governo a ceduo; le fustaie; principali atti normativi di riferimento.
    • Valutazione agro-ecologica della flora infestante (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Con il sostegno del docente gli studenti si cimenteranno in problemi pratici relativi al riconoscimento delle specie infestanti presenti in ambienti agricoli o urbani, e alla loro classificazione biologica e ecofisiologica attraverso le quali (i) risalire alle condizioni ambientali ed agronomiche che hanno determinato la composizione floristica analizzata e (ii) individuare le soluzioni più corrette per la relativa gestione.
  • 12 cfu a scelta nel gruppo Gruppo delle discipline a scelta libera

    • La coerenza è automaticamente verificata per le attività indicate nel gruppo delle discipline a scelta libera e per quelle all’interno dei gruppi a scelta guidata, per le discipline caratterizzanti, scelti dallo studente. Il CdS valuterà annualmente l'attivazione delle attività del gruppo previa verifica della numerosità delle richieste..
    • Sistemi agricoli integrati e biologici (6 cfu)

      • Il corso intende portare a conoscenza degli allievi i principi fondamentali delle diverse forme di “agricoltura alternativa” con particolare riferimento a quelli dell’agricoltura “integrata” e “biologica” e fornire informazioni sulle relative tecniche di produzione delle più importanti colture erbacee di pieno campo.
    • Olive growing and viticulture (6 cfu)

      • Introdurre lo studente alle specificità della coltivazione dell’olivo e della vite e dei rispettivi prodotti in modo da poter gestire tali sistemi colturali secondo criteri moderni e di elevatà qualità delle produzioni.
    • Fisiologia della produzione e della post-raccolta (6 cfu)

      • Conoscere gli aspetti applicativi della fisiologia della pianta; in particolare si approfondiscono i metodi per la modifica dei fenomeni fisiologici più legati alla produzione, sia tramite intervento chimico che tramite modifica dei parametri fisici. Vengono ripresi quegli aspetti di fisiologia vegetale del differenziamento, trattati in precedenza, ma non approfonditi.
    • Controllo biologico e integrato (6 cfu)

      • Obiettivo del corso è quello di fornire le basi teoriche e applicative del controllo biologico di insetti dannosi approfondendo lo studio eco-etologico degli entomofagi e dei metodi della loro utilizzazione, nell’ambito della strategia della difesa integrata delle colture.
    • Certificazione fitovirologica e ambientale (6 cfu)

      • Certificazione fitovirologica: sintomatologia, biologia ed epidemiologia dei principali agenti virali e fitoplasmali. Le principali tecniche diagnostiche di riferimento. La certificazione fitovirologica di vite, drupacee, olivo e colture ortofloricole in Italia ed Europa. Certificazione ambientale: Teoria e pratica del monitoraggio biologico degli inquinanti aerodispersi. Normativa di riferimento (ambiti CEN, AIA).
    • Advanced food policy (6 cfu)

      • Il corso punta a dare allo studente strumenti teorici e metodologici necessari all'analisi, al disegno e alla valutazione delle politiche alimentari
    • Elementi di tossicologia delle piante officinali (6 cfu)

      • Diverse piante destinate all'uso officinale contengono numerosi metaboliti secondari, dotati di significativa attività biologica e - in molti casi - di potenziale tossicità per l'uomo. Attività professionali che contemplino un frequente contatto con specie vegetali ad elevato potenziale nocivo possono dunque esporre ad un non trascurabile livello di rischio. È pertanto opportuno che il laureato possieda: a) un’adeguata conoscenza delle specie vegetali più tossiche, b) dei composti tossici in esse contenuti e dei meccanismi di tossicità da esse indotti, c) delle modalità con cui si può verificare l'intossicazione (contatto, ingestione, inalazione, ecc.) e delle precauzioni per evitarla, d) delle misure più idonee da adoperare in caso di intossicazione, in attesa che avvenga l'intervento di personale sanitario specializzato.
  • 18 cfu a scelta nel gruppo Gruppo a scelta guidata

    • Scegliere tra il GR1-Percorso PRODUZIONE, il GR2-Percorso BIOLOGICO o il GR3-Percorso PIANTE OFFICINALI/NON ALIMENTARI a seconda del percorso prescelto
  • Secondo anno

  • Prova finale (16 cfu)

    • Consiste nell’acquisizione di specifiche competenze in linea con gli obiettivi formativi del Corso dl Laurea, nonché nella redazione e discussione di un elaborato.
  • Estimo rurale e ambientale (6 cfu)

    • Il corso ha l’obiettivo di fornire agli studenti una adeguata preparazione metodologica per affrontare le problematiche legate alla realizzazione della valutazione e delle stime in ambito rurale ed ambientale. Dopo aver ripreso i concetti di base della Matematica Finanziaria, dell’Economia agraria, dell’ambiente e delle risorse naturali, l’attenzione verrà rivolta alla tematiche di estimo generale (stima dei fondi, stima dei fabbricati, stima delle colture poliannuali in ambito agrario e forestale, stima delle piante ornamentali e stima dei fruttipendenti), legale (stima dei danni, usufrutto, servitù ed espropriazioni ) ed ambientale (valore economico totale, stima dei danni ambientali) per impostare correttamente e rispondere pienamente ai quesiti di stima di beni pubblici e privati che possono venire richiesti nella pratica professionale.
  • Abilità informatiche 2 (2 cfu)

    • Acquisizione di abilità informatiche certificate mediante il superamento di uno dei moduli da 2 CFU offerti dall'Università di Pisa nell'ambito del progetto SAI@UNIPI oppure da moduli erogati dal Dipartimento. Viene riconosciuta in alternativa la certificazione ECDL FULL.
  • Tirocinio (9 cfu)


  • Trasformazione e conservazione dei prodotti alimentari (6 cfu)

    • Il corso intende fornire allo studente nozioni di base e strumenti atti a consentirgli di gestire con competenza i più ricorrenti quesiti professionali in tema di conservazione e trasformazione dei prodotti alimentari.
      In particolare, verranno analizzate alcune tra le principali tecnologie alimentari sia tradizionali che innovative, evidenziandone l’influenza esercitata sulla qualità e sulla sicurezza d’uso degli alimenti.
      Parallelamente, verranno fornite indicazioni in merito ai più diffusi metodi di conservazione degli alimenti in confronto con le Mild Technologies e le tecnologie di conservazione più innovative che si stanno via via affacciando nel panorama dell’industria alimentare.
      Infine, si proporrà qualche accenno anche ai temi del Packaging tradizionale e innovativo, strumento fondamentale per il prolungamento della shelf life dei prodotti alimentari.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Gruppo dei lavori guidati

    • Lo studente deve sostenere durante i 2 anni di corso di studio 4 lavori guidati nell'ambito di quelli attivati
    • Sicurezza degli ambienti di lavoro (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Allo studente saranno fornite le conoscenze in merito alla sicurezza sul lavoro secondo la legge D.L. 81/08, per poter svolgere la propria tesi in pieno campo e/o in un laboratorio chimico e/o biologico nell’ambito delle discipline impartite nel Corso di Laurea Magistrale.
    • Aggiornamento professionale - Competenze professionali del Dottore agronomo (lavoro guidato) (3 cfu)

      • L'attività riguarderà l'approfondimento di argomenti necessari al superamento dell'esame di stato per Dottori Agronomi e Dottori Forestali.
    • Monitoraggio e gestione della risorsa idrica (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Consolidare le attuali e innovative competenze nel monitoraggio e nella gestione delle risorse idriche in agricoltura di precisione. Fornire competenze nel campo del dimensionamento idrologico-idraulico degli impianti irrigui aziendali. Prendere consapevolezza del nesso energia-acqua-cibo e dell’importanza che questo assume nella massimizzazione dell’efficienza idrica ed energetica.
    • Career labs (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Lo studente avrà la possibilità di partecipare a laboratori, organizzati dall’ateneo, strutturati in una modalità interattiva ed esperienziale: partendo da principi teorici i partecipanti saranno stimolati a sperimentare direttamente quanto appreso a livello cognitivo. L’attività in aula, che si avvale di schede, modelli, test e video, comprende coaching personalizzato e lavoro di gruppo. Le tematiche affrontate sono: il lavoro che vuoi fare, le soft skill più richieste dal mondo del lavoro, parlare in pubblico con sicurezza, il CV e la lettera di presentazione, i processi di selezione del personale
    • Laboratorio CAD (lavoro guidato) (3 cfu)

      • L’insegnamento affronta le modalità di utilizzo dei programmi di progettazione assistita attraverso esemplificazioni e attività pratiche che permettano allo studente di prendere la necessaria confidenza con uno strumento indispensabile per il moderno progettista.
    • Valutazione dell’impatto degli allevamenti zootecnici e della fauna selvatica sul paesaggio e sull’ambiente (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Con il lavoro guidato lo studente apprenderà gli strumenti per applicare una valutazione di tipo LCA e per riconoscere gli elementi del paesaggio associati ai sistemi di allevamento e faunistici.
    • Gestione e sicurezza delle alberature urbane (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Acquisizione delle informazioni di base per la gestione e la valutazione della sicurezza delle piante arboree in contesti urbani. Il lavoro guidato tratterà esempi pratici di alberature urbane (alberi singoli, viali, piccoli parchi) individuando le idonee tecniche di gestione e fornendo informazioni relative alla loro stabilità e messa in sicurezza.
    • Applicazioni di agricoltura di precisione (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Fornire competenze sui principali sistemi di monitoraggio remoto e prossimale per la realizzazione di mappe di prescrizione e sui sensori idonei per l’applicazione di trattamenti a intensità variabile in tempo reale. Far conoscere le tecnologie necessarie per l’agricoltura di precisione, le macchine funzionanti con la tecnologia a rateo variabile ed i sistemi di guida automatici.
    • Impatto della gestione selvicolturale sul territorio e sul paesaggio (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Acquisizione delle informazioni di base per l’analisi e la gestione di arboreti e boschi, con particolare enfasi sulle coperture vegetali più diffuse nell’Italia centrale. Il lavoro guidato tende ad evidenziare gli aspetti specifici, anche normativi, delle comunità vegetali arboree rispetto a quelle costituite prevalentemente da specie erbacee sia coltivate che spontanee. Il lavoro si completa con l’analisi e la descrizione di: funzioni del bosco; fasi storiche della selvicoltura; popolamenti forestali; successioni; struttura dei popolamenti; tipi fondamentali di struttura; origine dei popolamenti (governo); modo di trattamento (taglio); il governo a ceduo; le fustaie; principali atti normativi di riferimento.
    • Valutazione agro-ecologica della flora infestante (lavoro guidato) (3 cfu)

      • Con il sostegno del docente gli studenti si cimenteranno in problemi pratici relativi al riconoscimento delle specie infestanti presenti in ambienti agricoli o urbani, e alla loro classificazione biologica e ecofisiologica attraverso le quali (i) risalire alle condizioni ambientali ed agronomiche che hanno determinato la composizione floristica analizzata e (ii) individuare le soluzioni più corrette per la relativa gestione.
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Gruppo a scelta guidata

    • Scegliere tra il gruppo delle discipline economico-gestionali per i PERCORSI PRODUZIONE AGROALIMENTARI E AGRICOLTURA BIOLOGICA oppure il gruppo delle discipline piante officinali per il PERCORSO PIANTE OFFICINALI/NON ALIMENTARI
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Discipline della fertilità e conservazione del suolo - per TUTTI E 3 I PERCORSI

    • Lo studente deve scegliere 1 esame all'interno di questo gruppo. Qualora lo studente volesse sostenere un numero maggiore di esami nell’ambito di ciascun gruppo a scelta guidata, gli esami in più rispetto all’obbligo previsto dal gruppo saranno automaticamente considerati a scelta libera senza necessità di approvazioni da parte del corso di studio.
    • Uso e riciclo delle biomasse (6 cfu)

      • Il corso si prefigge di fornire agli studenti strumenti concettuali per l’analisi dei problemi di carattere tecnico-pratico connessi alle strategie volte alla valorizzazione e al riciclo agronomico delle biomasse municipali, agrarie e agro-industriali, nel rispetto della vigente normativa. La trasformazione di rifiuti in risorse deve costituire l’obiettivo primario di una gestione integrata e sostenibile delle differenti attività umane.
    • Microbiologia e fertilità biologica del suolo (6 cfu)

      • Fornire conoscenze sull’ecologia dei microrganismi, sull’intervento dei microrganismi nei processi produttivi primari, sulla relazione tra attività microbica nel suolo e nutrienti minerali delle piante, e sull’impiego dei microrganismi per la nutrizione sostenibile delle piante e la tutela della qualità dell’ambiente.
    • Ecologia chimica (6 cfu)

      • Il corso è finalizzato alla comprensione dell’origine, della funzione e del significato delle molecole chimiche naturali che mediano l’interazione tra e con gli organismi viventi con particolare riguardo anche al risvolto evoluzionario di queste interazioni. Il corso sarà focalizzato sulla biochimica dell’ecologia e le molecole o gruppi di molecole appartenenti al metabolismo primario e secondario direttamente coinvolte nell’interazione degli organismi viventi con l’ambiente in cui vivono con particolare rifermento alle piante verso le altre piante e verso altri organismi viventi (insetti, erbivori, nematodi, microrganismi).
  • 6 cfu a scelta nel gruppo Discipline della ingegneria agraria - per TUTTI E 3 I PERCORSI

    • Lo studente deve scegliere 1 esame all'interno di questo gruppo. Qualora lo studente volesse sostenere un numero maggiore di esami nell’ambito di ciascun gruppo a scelta guidata, gli esami in più rispetto all’obbligo previsto dal gruppo saranno automaticamente considerati a scelta libera senza necessità di approvazioni da parte del corso di studio.
    • Meccanizzazione in agricoltura biologica (6 cfu)

      • Trattrici cingolate, a 2 ed a 4 RM: criteri di scelta, di gestione e di corretto impiego in diversi scenari con riferimento all’agricoltura biologica. Strategie e macchine operatrici specifiche utilizzabili in agricoltura biologica per la gestione del terreno e l’impianto delle colture: criteri di scelta, di gestione e di corretto impiego. Strategie e macchine operatrici specifiche utilizzabili in agricoltura biologica per la gestione della distribuzione dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari ad azione fungicida, insetticida, etc.: criteri di scelta, di gestione e di corretto impiego. Strategie e macchine operatrici specifiche utilizzabili in agricoltura biologica per la gestione fisica della flora spontanea e della disinfezione del terreno: criteri di scelta, di gestione e di corretto impiego. Macchine ed impianti per la produzione e la distribuzione di fertilizzanti organici: criteri di scelta, di gestione e di corretto impiego.
    • Topografia, cartografia e progettazione delle opere a verde (6 cfu)

      • Conoscenze di base sul rilievo del territorio e la sua lettura cartografica. Strumenti per il rilievo altimetrico e planimetrico di terreni e manufatti anche con tecnologie avanzate. Principi di progettazione delle opere a verde. Influenza del progetto delle aree verdi sull'ambiente e sugli aspetti socio economici ed ecologici. Progetto degli interventi sui parchi storici, ricreativi, costieri e di vicinato. Regole dei contratti di appalto delle opere pubbliche.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa