Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

INGEGNERIA ELETTRONICA

Corso di laurea

Piano di Studi


Primo anno

  • Fisica Generale I (12 cfu)

    • L'insegnamento ha lo scopo di descrivere le principali leggi e teoremi della meccanica
      del punto e dei sistemi, dell’elettrostatica e della magnetostatica nello spazio vuoto. Nel corso vengono analizzati esempi ed applicazioni, con particolare cura alle
      schematizzazioni dei problemi di fisica sperimentale.
  • Algebra Lineare e Analisi Matematica II (12 cfu)

    • Modulo “Algebra Lineare”
      Fornire conoscenze relative agli spazi vettoriali, alle applicazioni lineari, alle matrici, al
      calcolo del determinante e degli autovalori di una matrice. Studiare i sistemi lineari e le
      proprietà delle loro soluzioni.
      Sviluppare la capacità dello studente all'utilizzo corretto e consapevole degli strumenti
      matematici introdotti, in vista del loro impiego nello studio, nell’analisi e
      nell’approfondimento dei fenomeni fisici e chimici, e nella risoluzione dei problemi dell’Ingegneria.

      Modulo “Analisi Matematica II”
      Fornire conoscenze sugli spazi euclidei, sul calcolo differenziale ed integrale di funzioni
      in più variabili, sul calcolo di integrali curvilinei e superficiali, sulle forme differenziali
      e sulle formule di Gauss-Green.
      Sviluppare la capacità dello studente all'utilizzo corretto e consapevole degli strumenti
      matematici introdotti, in vista del loro impiego nello studio, nell’analisi e nell’approfondimento dei fenomeni fisici e chimici, e nella risoluzione dei problemi dell’Ingegneria.
  • Economia e Organizzazione Aziendale (6 cfu)

    • Link a Regolamento Didattico della Facoltà (allegato Corsi Comuni settore dell’Informazione)
  • Analisi Matematica I (12 cfu)

    • Fornire conoscenze di base sulla teoria delle funzioni di una variabile reale: struttura dei
      numeri reali, continuità, limiti, calcolo differenziale ed integrale, sull'algebra dei numeri
      complessi, sulla teoria elementare delle equazioni differenziali e delle serie numeriche
      e di potenze.
      Sviluppare la capacità dello studente all'utilizzo corretto e consapevole degli strumenti
      matematici introdotti, in vista del loro impiego nello studio, nell’analisi e nell’approfondimento dei fenomeni fisici e chimici, e nella risoluzione dei problemi dell’Ingegneria.
  • Chimica (6 cfu)

    • L'insegnamento ha lo scopo di fornire le conoscenze di base di chimica per la comprensione della relazione struttura-proprietà della materia. Saranno trattati la struttura dell’atomo, i legami chimici, lo stato gassoso e gli stati condensati della materia, le soluzioni, gli equilibri chimici, l’elettrochimica.
  • Fondamenti di Informatica e Calcolatori (12 cfu)

    • Modulo “Fondamenti di Informatica”
      Link a Regolamento Didattico della Facoltà (allegato Corsi Comuni settore dell’Informazione)
      Modulo Calcolatori: Il modulo si propone di analizzare alcuni aspetti dei linguaggi di programmazione ad alto livello con riferimento al linguaggio C++, per la sua ampia diffusione nello specifico settore produttivo e industriale. La materia viene illustrata mediante largo ricorso ad esempi. Vengono inoltre presentati alcuni aspetti fondamentali dell’architettura di un calcolatore e dei supporti architetturali per sistemi operativi e linguaggi. I concetti di base e la struttura dei sistemi operativi sono illustrati con particolare riferimento alle funzionalità di nucleo, di virtualizzazione della memoria e di gestione dei dispositivi.
  • Secondo anno

  • Segnali deterministici (9 cfu)

    • Il corso affronterà lo studio dei segnali deterministici con lo scopo fondamentale di illustrare le tecniche di analisi dei segnali a tempo continuo e di quelli a tempo discreto, di tipo periodico e non periodico, basate sulla trasformata di Fourier. Tali concetti verranno utilizzati per fornire le nozioni elementari di analisi dei sistemi monodimensionali a tempo continuo e a tempo discreto, con particolare enfasi sulle applicazioni nel campo dell’elaborazione (analogica e digitale) dei segnali per i sistemi di telecomunicazione.
  • Fisica Tecnica (6 cfu)

    • L'insegnamento ha lo scopo di fornire i concetti di base della termodinamica, della fisica statistica e della trasmissione del calore.
  • Architetture dei Sistemi Elettronici (9 cfu)

    • L'insegnamento ha lo scopo di fornire gli strumenti di base per comprendere e descrivere le architetture dei sistemi elettronici integrati. In particolare viene presentata l'algebra di Boole e la sua applicazione alla sintesi di reti logiche. Vengono fornite conoscenze sul funzionamento e la sintesi di reti combinatorie e sequenziali e sul funzionamento, a livello di sistema, delle memorie. Viene presentata una architettura sequenziale complessa, esemplificando le tematiche relative facendo riferimento a un semplice microcontrollore reale.
  • Elettrotecnica (9 cfu)

    • L’insegnamento si propone di fornire le conoscenze fondamentali per l’analisi dei
      circuiti elettrici a parametri concentrati, con ottica orientata alle applicazioni nel settore
      dell’ingegneria dell’informazione. Verranno trattati gli argomenti principali inerenti i
      teoremi e i metodi di analisi di circuiti lineari in regime continuo, sinusoidale, periodico
      ed in transitorio. Verranno inoltre trattati, seppure in forma introduttiva, il funzionamento dei trasformatori e di alcune tipologie di macchine elettriche.
  • Dispositivi Elettronici (9 cfu)

    • Il corso fornisce le nozioni di base necessarie alla comprensione del funzionamento dei dispositivi microelettronici a stato solido, discreti e integrati, con particolare riguardo a quelli in silicio. Lo scopo è duplice: i) spiegare i meccanismi fisici su cui sono basati i modelli in continua e per piccoli segnali dei dispositivi utilizzati come componenti circuitali attivi e passivi; ii) introdurre i problemi che si incontrano quando le dimensioni dei dispositivi vengono drasticamente ridotte e i vantaggi che ne derivano in termini di prestazioni.
  • Fisica Generale II (6 cfu)

    • L’insegnamento ha lo scopo di descrivere le leggi dell’induzione elettromagnetica, e di studiare le equazioni di Maxwell in forma differenziale sia nello spazio vuoto che nei materiali dielettrici e magnetici. Nella parte finale del corso vengono descritti i fenomeni ondulatori, con particolare riferimento alla propagazione delle onde elettromagnetiche
  • Automatica (6 cfu)

    • L'insegnamento ha lo scopo di fornire gli strumenti per l’analisi e la sintesi di sistemi dinamici con particolare riferimento ai sistemi reazionati e alla loro stabilità. Verranno introdotti i metodi più usati per il controllo di sistemi dinamici.
  • Calcolo numerico (6 cfu)

    • Fornire conoscenze relative alla risoluzione numerica di sistemi lineari e di equazioni
      non lineari, al calcolo di integrali definiti, alla approssimazione di funzioni mediante
      polinomi interpolanti ed alla approssimazione degli autovalori di una matrice.
      Sviluppare la capacità dello studente all'utilizzo corretto e consapevole degli strumenti
      matematici introdotti, in vista del loro impiego nello studio, nell’analisi e nell’approfondimento dei fenomeni fisici e chimici, e nella risoluzione dei problemi dell’Ingegneria.
  • Terzo anno

  • Segnali aleatori (6 cfu)

    • Nel corso vengono trattati i segnali aleatori. In particolare, l'insegnamento introduce alla teoria della probabilità, alle variabili aleatorie e ai processi stocastici.
      Lo scopo è quello di far acquisire allo studente familiarità con la descrizione probabilistica di fenomeni non deterministici e mostrare le potenzialità della teoria dei processi aleatori nelle applicazioni di interesse per un ingegnere elettronico.
  • Elettronica (9 cfu)

    • L'insegnamento ha lo scopo di fornire allo studente le conoscenze per effettuare l’analisi e la sintesi di semplici circuiti analogici a componenti discreti e di circuiti lineari e non lineari basati su amplificatori operazionali integrati. Verrà affrontato lo studio della risposta in frequenza degli amplificatori elettronici.
      Verrà inoltre presentata la teoria della retroazione con lo studio delle principali caratteristiche degli amplificatori retroazionati in relazione al tipo di reazione presente.
  • Prova di lingua Inglese (3 cfu)

    • I laureati in Ingegneria Elettronica dovranno possedere una conoscenza della lingua Inglese scritta assimilabile al Livello B2, secondo il quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue. Il livello richiesto potrà essere
      attestato tramite apposito certificato prodotto dal Centro Linguistico Interdipartimentale (CLI) di Ateneo previo superamento della relativa prova scritta o con la produzione di idonea certificazione rilasciata da enti certificati ALTE diversi dal CLI.
  • Elettronica Digitale (6 cfu)

    • L’insegnamento di Elettronica Digitale ha lo scopo di far conoscere il comportamento della principale componentistica elettronica usata per la realizzazione di reti digitali. Vengono presentati i modelli dei dispositivi e una metodologia di analisi sufficiente alla comprensione del funzionamento delle principali famiglie logiche. Vengono prese in esame architetture e caratteristiche di memorie di vario tipo. Sono illustrate soluzioni circuitali elementari per l’alimentazione dei circuiti logici e la generazione del segnale di sincronismo. Lo studente acquista competenze sufficienti a studiare e a comprendere il comportamento di sistemi digitali di bassa complessità, comprensivi dei circuiti elettronici ausiliari.
  • Prova Finale (3 cfu)

    • I caratteri della prova finale sono i seguenti.
      1. La prova finale mira a valutare la capacità del candidato di svolgere in completa autonomia:
      a. l’approfondimento di uno degli insegnamenti del Corso di Laurea, oppure l’integrazione di attività curriculare assegnata dal Corso;
      b. l’illustrazione autonoma in forma di presentazione orale e/o scritta del lavoro svolto.
      2. Alla prova finale, e quindi all’attività ad essa corrispondente, sono attribuiti 3 CFU pari a 75 ore complessive.
      3. In un anno accademico sono previste 6 sessioni di laurea (Art. 25 Regolamento Didattico di Ateneo) da tenersi prima delle relative proclamazioni ufficiali.
      4. Il giudizio sulla prova finale è affidato ad una Commissione di Laurea designata dal Preside (a norma dell’Art. 25 del Regolamento Didattico di Ateneo), su proposta del Corso di Studio. Tale commissione, valutata la prova finale, provvede a determinare il voto di laurea.

  • Attività a libera scelta (18 cfu)

    • Il Consiglio di CdS verificherà la coerenza delle attività scelte con il progetto formativo. La coerenza è automaticamente verificata per le attività presenti nel gruppo "Attività consigliate per la libera scelta".
  • Laboratorio di Elettronica (6 cfu)

    • L'insegnamento ha valenza strettamente di laboratorio sperimentale e ha l'obiettivo di fornire allo studente:
      a) la conoscenza dei principali strumenti assistiti da calcolatore per la analisi e caratterizzazione di circuiti elettronici analogici e digitali;
      b) le capacità di utilizzare i principali strumenti di laboratorio elettronico per la misura e la caratterizzazione di circuiti elettronici analogici e digitali.
  • Misure Elettroniche e Strumentazione (9 cfu)

    • Obiettivo del corso è l'apprendimento, da parte dello studente, delle tecniche per la misura delle principali grandezze elettriche (tensioni, correnti, resistenze). A questo scopo verranno presentati il principio di funzionamento e le applicazioni degli strumenti elettronici impiegati per la misura di grandezze continue, dei parametri caratteristici di tensioni e correnti variabili nel tempo (frequenza, periodo, valore efficace, spettro, ecc.) e di grandezze non elettriche misurabili, previa opportuna conversione, mediante strumenti elettronici. Le lezioni frontali sono completate da esercitazioni sperimentali in laboratorio.

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa