Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

DIRITTO DELL'INNOVAZIONE PER L'IMPRESA E LE ISTITUZIONI

Corso di laurea magistrale

Descrizione del corso


Il corso di laurea magistrale in Diritto dell'Innovazione per l'Impresa e le Istituzioni si propone di formare un giurista d'impresa nella dimensione internazionale e un giurista delle istituzioni, nazionali e sovranazionali, dai tratti rinnovati, capace di orientare e di assistere, con specifiche competenze e capacità decisionali, imprese e gruppi di imprese attive non solo nel settore hi-tech, nonché di operare in enti, profit e non profit, agenzie e autorità.  Per soddisfare le esigenze legate alla crescente digitalizzazione e alla profonda trasformazione del mondo del lavoro, si rende opportuno formare una figura giuridica ad elevata specializzazione, con una solida padronanza delle fondamentali categorie privatistiche e pubblicistiche, non solo in ambito nazionale ma anche con riferimento allo spazio giuridico europeo e internazionale, che acquisisca competenze critiche e analitiche interdisciplinari anche in prospettiva comparatistica. I laureati del corso dovranno sapere innovare i contesti privati e pubblici in forte cambiamento in cui si inseriscono e mostrare elevata capacità di soluzione dei conflitti che la trasformazione genera. Grazie a una formazione integrata di carattere multidisciplinare, estesa anche a discipline di carattere ingegneristico e informatico, il Cdl intende costruire figure professionali capaci di fornire un apporto altamente qualificato nella regolazione dei fenomeni connessi con la pervasiva diffusione di tecnologie dell'innovazione, specie digitale, e nella soluzione dei problemi e dei conflitti conseguenti.  Il corso è articolato in due curricula: il primo è volto a fornire competenze per un Giurista di impresa operante nel contesto internazionale, tramite conoscenze avanzate proprie soprattutto del campo del diritto civile, commerciale e lavoristico e l'acquisizione di specifiche cognizioni di tipo economico-aziendale; il secondo è diretto alla formazione di un Giurista delle istituzioni nella dimensione sovranazionale, che acquisirà conoscenze in specie nel campo delle organizzazioni internazionali, del diritto e delle politiche internazionali e dell'Unione europea. Pur trattandosi di percorsi di studio ad alta componente giuridica, ambedue rivendicano un profilo multidisciplinare che emerge in due insegnamenti di base comuni: “Diritto dell’informatica, servizi informatici e sicurezza dei dati”, ingegneristico/giuridico , ed “Economia e Diritto della Regolamentazione”, economico/giuridico.

Requisiti Ammissione

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa