Contenuto principale della pagina Menu di navigazione Modulo di ricerca su uniPi Modulo di ricerca su uniPi

GIURISPRUDENZA

Laurea magistrale ciclo unico 5 anni

Descrizione del corso


Classe:

LMG/01

Dipartimento:

  • GIURISPRUDENZA

Modalità di accesso:

numero chiuso - info sul concorso

Sito internet:

http://www.marina.difesa.it/formazione-in-marina/accademia_navale/studio/piano_studi/Pagine/commissariato.aspx
Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Accademia Navale) è un corso di laurea quinquennale a ciclo unico.
Il Corso di Studio in Giurisprudenza (GAC) ha lo scopo principale di formare la figura professionale dell'Ufficiale di Commissariato della Marina Militare Italiana. I laureati del CdS devono essere professionisti dotati di una adeguata preparazione culturale nella sfera giuridica, oltre che umanistica, socio-politica e scientifica, in modo da essere in grado di operare in incarichi di comando, mantenendo una spiccata sensibilità al rispetto dei diritti umani. A questo si aggiunge un addestramento teorico-pratico di gestione e di coordinamento (amministrativo, logistico e tecnico-operativo) in uno o più dei seguenti settori:
- unità terrestri, marittime, navali ed aeree;
- consulenza giuridica in ambito militare;
- sicurezza interna o esterna;
- tutela del territorio nazionale e dei suoi beni materiali e immateriali;
- tutela degli interessi strategici ed economico-finanziari dello Stato Italiano.
Al CdS accedono gli studenti militari che hanno superato una selezione basata su requisiti fisici, psico-attitudinali e culturali ritenuti idonei in base alle prove di concorso. Per ogni anno accademico il numero degli studenti del CdS è fissato per Decreto Ministeriale secondo le esigenze della Marina Militare Italiana. Gli studenti vincitori del concorso percepiscono uno stipendio dal Ministero della Difesa, iniziano la carriera militare e, alla fine del percorso formativo del CdS, conseguono il grado militare di Guardiamarina. È inoltre permesso un accesso al CdS, nella percentuale prevista dalla convenzione in atto tra l’Università di Pisa e l’Accademia Navale, a studenti civili che devono comunque superare un test di ingresso. Quindi il  percorso formativo mira anche  a far acquisire le competenze necessarie per l'accesso non  alle professioni legali tradizionali (avvocato, magistrato, notaio),
Per consentire la realizzazione di tali obiettivi, la formazione è comprensiva di discipline sia di base sia caratterizzanti, comprendenti materie affini ed integrative in funzione dei principali settori professionali cui la laurea dà accesso. Particolare attenzione è dedicata agli aspetti tecnici e metodologici da utilizzare anche per gli approfondimenti settoriali successivi alla laurea. La preparazione è completata con l'insegnamento del linguaggio giuridico e delle principali forme espressive di almeno una delle principali lingue straniere di ambito comunitario, nonché dell'informatica giuridica.
Oltre al possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, o altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo, per l'ammissione al Corso è richiesto il possesso o l'acquisizione di una buona formazione di cultura generale nel settore umanistico, linguistico e della matematica.
Il possesso di tale formazione viene verificato il  test di ammissione.

Requisiti Ammissione

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa