BIOLOGIA APPLICATA ALLA BIOMEDICINA


Corso di laurea magistrale

Descrizione

Descrizione del corso


Classe:

LM-6

Dipartimento:

Biologia

Sito internet:

http://www.bionat.unipi.it/ScienzeBiologiche.htm

La Laurea Magistrale in Biologia applicata alla biomedicina completa la formazione nelle discipline biologiche iniziata con la laurea di primo livello in Scienze Biologiche. Questo corso di laurea ha l’obiettivo di formare laureati con una preparazione avanzata ed operativa nella biologia di base e nei diversi settori della biologia applicata corredata dalle conoscenze relative ai meccanismi patologici tradizionalmente ricompresi nell’area della Biologia.
Il percorso formativo si articola su aspetti culturali e metodologici per fornire:
- conoscenze fondamentali della morfologia generale, della splancnologia, dei processi fisiologici con i relativi meccanismi biochimici e molecolari dei vari organi e apparati, delle funzioni vegetative e di relazione, della patologia cellulare e della patologia generale dei vari organi, degli aspetti genetici e molecolari delle varie patologie, con un approfondimento indispensabile della diffusione epidemiologica;
- conoscenze fondamentali sull’organizzazione morfo-funzionale del sistema nervoso, sui meccanismi molecolari e cellulari responsabili dello sviluppo e del differenziamento del sistema nervoso, sui processi molecolari e cellulari delle funzioni neurali e sulle basi neurobiologiche delle patologie del sistema nervoso;
- aspetti metodologici e tecnologici utili allo studio dei moderni ausili strumentali, all’analisi delle tecnologie attuali molecolari, biochimiche e genetiche;
- l’acquisizione delle metodologie statistiche necessarie per una corretta professionalità al fine di rendere i laureati padroni del metodo scientifico di indagine e capaci di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture.

Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia applicata alla biomedicina è caratterizzato da una solida preparazione nelle discipline biologiche di base, dallo sviluppo di vari aspetti della biologia applicata in ambito fisiopatologico o neurobiologico e dall’approfondimento delle metodologie di trattamento dei dati con metodi statistici.
Per acquisire le competenze descritte il Corso di Laurea Magistrale prevede lezioni frontali, esercitazioni e attività di laboratorio inserite nei corsi da svolgersi presso le strutture dell’Università o in laboratori convenzionati. Sono previsti due curricula: fisiopatologico generale e neurobiologico.
La struttura didattica del Corso di Laurea Magistrale è organizzata, per ciascun anno di corso, in due cicli coordinati di durata inferiore all’anno. Ciascun ciclo, indicato convenzionalmente come semestre, ha la durata minima di 11 settimane dedicate allo svolgimento delle attività formative. Nel II anno del Corso di Laurea Magistrale è previsto un notevole impegno dello studente nello svolgimento della tesi di laurea.


Requisiti di ammissione

Piano di studi


Curriculum:

PIANO DI STUDIO 1 fisiopatologico

Primo anno

Sbocchi professionali

Sbocchi professionali



La Laurea Magistrale in Biologia applicata alla Biomedicina prepara specialisti in grado di svolgere attività di ricerca e applicativa in ambiti correlati con la biologia, nell’industria, nella sanità e in istituzioni a gestione sia pubblica che privata anche con responsabilità di progetto e di struttura. Il laureato magistrale trova impiego in attività professionali di supporto fondamentale in strutture della Sanità pubblica e privata; può inoltre trovare impiego in attività professionali e di progetto all’interno della pubblica amministrazione, nel settore sanitario e dell’igiene pubblica, o svolgervi attività di consulenza.
Il laureato potrà iscriversi (previo superamento del relativo esame di stato) all’Albo per la professione di biologo sezione A, con il titolo professionale di biologo, per lo svolgimento delle attività codificate.
La Laurea Magistrale in Biologia applicata alla biomedicina è inoltre titolo per l’accesso a corsi di dottorato di ricerca o a scuole di specializzazione in campo biomedico.



Percentuale di impiego nei neolaureati