VITICOLTURA ED ENOLOGIA


Corso di laurea

Descrizione

Descrizione del corso


Classe:

L-26

Dipartimento:

Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali

Modalità di accesso:

libero - info sul test di valutazione

Sito internet:

http://www.agr.unipi.it
Obiettivo principale di questo corso di laurea è fornire allo studente quelle conoscenze e competenze necessarie ad
acquisire la professionalità indispensabile per operare con successo nell’odierna realtà vitivinicola. Questa  professionalità implica necessariamente una formazione interdisciplinare che partendo dai principi biologici e tecnologici connessi alla coltivazione della vite ed alla produzione del vino arrivi a comprendere il contesto politico, economico e di mercato del vino. Il laureato in Viticoltura ed Enologia dovrà infatti essere in grado di:
possedere adeguate conoscenze di base nella matematica, fisica, chimica, biologia e informatica, riservando particolare attenzione ai loro possibili aspetti applicativi all’interno dell’intera filiera vitivinicola; gestire le tecnologie viticole, anche innovative, nel pieno rispetto della tutela dell’ambiente e della sicurezza degli operatori e dei cittadini consumatori; utilizzare e valorizzare le tecniche enologiche moderne e tradizionali; esercitare un efficace controllo della qualità della materia prima, dei prodotti intermedi e dei vini finiti utilizzando le più avanzate tecniche analitiche di laboratorio; curare la sicurezza sul posto di lavoro e dell’igiene di cantina; conoscere gli aspetti normativi e legislativi che regolano la produzione e la commercializzazione dei prodotti enologici; lavorare in gruppo e di operare con definiti livelli di  autonomia; riconoscere l’evoluzione del mercato al fine di adeguare la produzione alle richieste del consumatore; gestire efficacemente l’informazione e valorizzare i prodotti enologici mediante l’impiego di specifiche iniziative  promozionali; utilizzare efficacemente una lingua dell’Unione Europea sia in forma scritta che orale, al fine di assicurare lo scambio di informazioni generali e di competenze specifiche; recepire ed applicare l’innovazione tecnologica, conoscere il metodo scientifico di indagine e cooperare alla sperimentazione nel settore; procedere all’aggiornamento continuo delle proprie conoscenze dato che dispone degli strumenti cognitivi di base; trovare immediato inserimento nel mercato del lavoro ma può accedere agevolmente agli studi universitari di livello superiore (lauree magistrali, master di I° livello). Queste abilità verranno conseguite dallo studente mediante la partecipazione alle lezioni frontali, alle esercitazioni, ai seminari, dallo studio guidato e individuale così come previsto dalle attività formative programmate nel corso di studio. La struttura didattica di questo corso di laurea triennale in “Viticoltura ed Enologia” è stata sviluppata sulla base sia dell’esperienza maturata negli anni passati gestendo l’omonimo corso di “Viticoltura ed Enologia”, che delle linee guida proposte dall’Organisation Internationale de la Vigne et du Vin (OIV), e ricalca, quindi, quella di altri corsi similari attivati in Italia e negli altri Paesi della Comunità Europea. La domanda di formare laureati che svolgano la professione di Enologo, scaturisce dal mondo del lavoro, dagli studenti e dalle loro famiglie. Infatti quella dell’enologo appare come una professione ben definita e disciplinata per legge ( D.L.4/11/1966 in accordo con la legge 129 del 10/04/91 ). Il comparto vitivinicolo necessita di giovani laureati triennali, dotati di competenze che coprano l’intera filiera produttiva a partire dalla materia prima l’uva, per arrivare alla trasformazione, stabilizzazione, conservazione e confezionamento del vino finito.

Requisiti di ammissione

Piano di studi


Piano di studi


Primo anno

Sbocchi professionali

Sbocchi professionali



Il Corso di laurea in “Viticoltura ed Enologia” è finalizzato alla formazione di un tecnico specializzato, che rappresenti una figura manageriale o imprenditoriale, operante nel settore della filiera vite-vino, dalla progettazione e gestione ordinaria e straordinaria del vigneto, alla produzione, conservazione e affinamento del prodotto vino, sino alla commercializzazione del prodotto finito. Questa figura professionale dovrà essere  in grado di esprimere specifiche conoscenze professionali, operative e gestionali. La preparazione acquisita ha permesso al laureato di inserirsi rapidamente nel settore vitivinicolo, comparto in continua espansione nel nostro Paese, e soprattutto in Toscana, dove assume un ruolo di primaria importanza. In questo contesto, la figura dell’enologo costituisce un presupposto fondamentale per garantire la necessaria competitività internazionale. Un momento importante di incontro con il mondo del lavoro è rappresentato dalle oltre 250 convenzioni che il Dipartimento ha istituito con numerose istituzioni pubbliche, aziende viti-vinicole nazionali e internazionali, consulenti tecnici ed imprenditori, laboratori di ricerca, sia in Italia che all’estero, destinate specificatamente a questo Corso di Laurea che contribuiscono direttamente all’attività formativa, ospitando gli studenti durante il tirocinio pratico-applicativo.

Percentuale di impiego nei neolaureati